Aumento del consumo di uova e colesterolo, malattie cardiache e rischio di morte

uova


Annulla la frittata di formaggio‘, ci sono notizie allarmanti per gli amanti delle uova. Le Linee guida dietetiche 2015-2020 per gli americani non limitavano più il colesterolo dietetico o il numero di uova che potevano mangiare, ma un ampio studio sulla medicina nord-occidentale riporta che gli adulti che hanno mangiato più uova e il colesterolo nella dieta hanno, avuto un rischio significativamente più elevato di malattie cardiovascolari e morte per qualsiasi causa.

“Il messaggio da portare a casa riguarda davvero il colesterolo che si trova ad alto contenuto nelle uova e in particolare nei tuorli”, ha detto l’autrice dello studio Norrina Allen, Prof.ssa associata di medicina preventiva presso la Scuola di Medicina Feinberg della Northwestern University. “Come parte di una dieta sana, le persone hanno bisogno di consumare meno quantità di colesterolo e le persone che consumano meno colesterolo hanno un minor rischio di malattie cardiache“.

I tuorli d’uovo sono una delle fonti più ricche di colesterolo alimentare tra tutti i cibi comunemente consumati. Un uovo di grandi dimensioni ha 186 milligrammi di colesterolo.

“Altri prodotti animali come carne rossa , carne lavorata e latticini ad alto contenuto di grassi (burro o panna montata) hanno anche un alto contenuto di colesterolo “, ha detto l’autore principale dello studio, Wenze Zhong, un borsista postdottorato in medicina preventiva presso la Northwestern.

Lo studio è stato pubblicato il 15 marzo dalla rivista JAMA.

Il grande dibattito

Se il consumo di colesterolo o di uova nella dieta è collegato a malattie cardiovascolari e alla morte‘ è stato discusso per decenni. Mangiare meno di 300 milligrammi di colesterolo alimentare al giorno è stata la raccomandazione delle linee guida prima del 2015. Tuttavia, le più recenti linee guida dietetiche hanno omesso un limite giornaliero per il colesterolo alimentare. Le linee guida includono anche il consumo settimanale di uova come parte di una dieta sana.

Un adulto negli Stati Uniti riceve in media 300 milligrammi al giorno di colesterolo e mangia circa tre o quattro uova a settimana.

Vedi anche,Tre cose da sapere sul colesterolo.

“I risultati dello studio indicano che le attuali raccomandazioni delle linee guida alimentari statunitensi per il colesterolo e le uova nella dieta potrebbero dover essere rivalutate “, hanno detto gli autori.

“Precedenti studi hanno riscontrato che mangiare uova non ha aumentato il rischio di malattie cardiovascolari, ma quegli studi hanno generalmente un campione meno diversificato, un tempo di follow-up più breve e una limitata capacità di adattamento per altre parti della dieta “, ha detto Allen.

“Il nostro studio ha valutato persone che avevano esattamente la stessa dieta e l’unica differenza nella dieta erano le uova, quindi potevi misurare direttamente l’effetto del consumo di uova sulle malattie cardiache”, ha detto Allen. “Abbiamo riscontrato che il colesterolo, indipendentemente dalla fonte, era associato ad un aumentato rischio di malattie cardiache”.

L’esercizio fisico, la qualità generale della dieta e la quantità e il tipo di grassi nella dieta non hanno modificato l’associazione tra il colesterolo alimentare e le malattie cardiovascolari e il rischio di morte.

Il nuovo studio ha esaminato i dati aggregati di 29.615 adulti statunitensi, etnicamente diversi e provenienti da sei studi prospettici di coorte per un periodo fino a 31 anni di follow-up.

Ha trovato:

  • Mangiare 300 mg di colesterolo alimentare al giorno era associato a un rischio maggiore del 17% di malattia cardiovascolare incidente e al 18% di rischio più elevato di morte per tutte le cause. Il colesterolo era il fattore trainante indipendente dal consumo di grassi saturi e altri grassi alimentari.
  • Mangiare da tre a quattro uova a settimana era associato a un rischio maggiore del 6% di malattie cardiovascolari e all’8% di rischio più elevato di qualsiasi causa di morte.

Dovrei smettere di mangiare le uova?

Sulla base dello studio, le persone dovrebbero mantenere bassa l’assunzione di colesterolo nella dieta riducendo cibi ricchi di colesterolo come uova e carne rossa nella loro dieta.

Ma non bisogna eliminare completamente le uova e altri cibi ricchi di colesterolo dai pasti “, ha detto Zhong, “perché le uova e la carne rossa sono buone fonti di nutrienti importanti come aminoacidi essenziali, ferro e colina. Si possono invece, scegliere gli albumi al posto delle uova intere o mangiare uova intere con moderazione “.

“Vogliamo ricordare alle persone che c’è il colesterolo nelle uova, in particolare nei tuorli, e questo ha un effetto dannoso”, ha detto Allen.

Come è stato condotto lo studio

I dati sulla dieta sono stati raccolti utilizzando questionari di frequenza alimentare o seguendo una cronologia dietetica. Ad ogni partecipante è stato chiesto un lungo elenco di ciò che avevano mangiato per l’anno o il mese precedente. I dati sono stati raccolti durante una singola visita. Lo studio ha avuto fino a 31 anni di follow-up (mediana: 17,5 anni), durante i quali sono stati diagnosticati 5.400 eventi cardiovascolari e 6.132 morti per tutte le cause.

Uno dei principali limiti dello studio è che i modelli di consumo a lungo termine dei partecipanti non sono stati valutati.

“Abbiamo un’istantanea del loro schema alimentare”, ha detto Allen. “Ma pensiamo che rappresentino una stima dell’apporto dietetico di una persona, tuttavia, le persone potrebbero aver cambiato la loro dieta e non possiamo renderne conto”.

Fonte, JAMA


Altri articoli su uova