HomeSaluteCuore e circolazioneXenotrapianto: primo trapianto di cuore di maiale in un umano

Xenotrapianto: primo trapianto di cuore di maiale in un umano

Primo xenotrapianto di cuore da maiale a umano negli Stati Uniti: i medici hanno trapiantato un cuore di maiale in un paziente nell’ultimo disperato tentativo di salvargli la vita, lunedì, in un Ospedale del Maryland.

Sebbene sia troppo presto per sapere se l’operazione funzionerà davvero, segna un passo nella ricerca decennale di utilizzare un giorno gli organi animali per trapianti salvavita. I medici del Centro medico dell’Università del Maryland affermano che il trapianto ha dimostrato che un cuore di un animale geneticamente modificato può funzionare nel corpo umano senza un rigetto immediato.

“Il paziente, David Bennett, 57 anni, sapeva che non c’era alcuna garanzia che l’esperimento avrebbe funzionato, ma stava morendo, non era idoneo per un trapianto di cuore umano e non aveva altra opzione”, ha detto suo figlio all’Associated Press.

- Advertisement -

“O morire o fare questo trapianto. Voglio vivere. So che è un salto nel buio, ma è la mia ultima scelta”, ha detto Bennett il giorno prima dell’intervento, secondo una dichiarazione fornita dalla University of Maryland School di Medicina.

C’è un’enorme carenza di organi umani donati per il trapianto e questo spinge gli scienziati a cercare di capire come utilizzare invece gli organi animali. L’anno scorso, ci sono stati poco più di 3.800 trapianti di cuore negli Stati Uniti, un numero record, secondo la United Network for Organ Sharing, che sovrintende al sistema di trapianti della Nazione.

In primo luogo, i chirurghi statunitensi trapiantano il cuore di maiale in un paziente umano
In questa foto fornita dalla University of Maryland School of Medicine, i membri del team chirurgico eseguono il trapianto di un cuore di maiale nel paziente David Bennett a Baltimora venerdì 7 gennaio 2022. Lunedì 10 gennaio 2022 l’Ospedale ha detto che il paziente sta bene tre giorni dopo l’intervento altamente sperimentale. Credito: Mark Teske/Scuola di Medicina dell’Università del Maryland tramite AP

“Se funziona, ci sarà una scorta infinita di questi organi per i pazienti che soffrono”, ha affermato il Dottor Muhammad Mohiuddin, Direttore scientifico del programma di trapianto da animale a uomo dell’Università.

Ma i precedenti tentativi di tali trapianti – o xenotrapianti – sono falliti, soprattutto perché i corpi dei pazienti hanno rapidamente respinto l’organo animale. In particolare, nel 1984, Baby Fae, un neonato morente, visse 21 giorni con un cuore di babbuino.

- Advertisement -

La differenza questa volta: i chirurghi del Maryland hanno usato il cuore di un maiale che era stato sottoposto a modifica genetica per rimuovere uno zucchero nelle sue cellule che è responsabile di quel rigetto d’organo iperveloce.

“Penso che tu possa caratterizzarlo come un evento spartiacque”, ha detto il Dottor David Klassen, ufficiale medico capo dell’UNOS, del trapianto nel Maryland.

Vedi anche:Xenotrapianto: primo test per trapianto di rene da maiale a uomo

Tuttavia, Klassen ha avvertito che è solo un primo passo provvisorio per esplorare se questa volta lo xenotrapianto potrebbe finalmente funzionare.

In primo luogo, i chirurghi statunitensi trapiantano il cuore di maiale in un paziente umano
Questa foto fornita dalla famiglia mostra da sinistra, David Bennett Jr., Preston Bennett, David Bennett Sr., Gillian Bennett, Nicole (Bennett) McCray, Sawyer Bennett, Kristi Bennett nel 2019. In una prima visita medica, i medici hanno trapiantato un cuore di maiale in Bennett Sr., in un ultimo disperato sforzo per salvargli la vita e l’oùOspedale ha detto lunedì 10 gennaio 2022 che sta bene tre giorni dopo l’intervento altamente sperimentale. Credito: Byron Dillard tramite AP

La Food and Drug Administration, che sovrintende agli esperimenti di xenotrapianto, ha consentito l’intervento chirurgico in quella che viene definita un’autorizzazione di emergenza di “uso compassionevole”, disponibile quando un paziente con una condizione pericolosa per la vita non ha altre opzioni.

Proprio lo scorso settembre, i ricercatori di New York hanno condotto un esperimento suggerendo che questi tipi di maiali potrebbero essere promettenti per i trapianti da animale a uomo. I medici attaccarono temporaneamente il rene di un maiale a un corpo umano deceduto e lo osservarono iniziare a funzionare.

“Il trapianto nel Maryland porta quell’esperimento al livello successivo”, ha affermato il Dottor Robert Montgomery, che ha condotto quell’esperimento presso la NYU Langone Health.

“Questa è una svolta davvero notevole”, ha detto in una nota Montgomery. “Come destinatario di un trapianto di cuore, io stesso con un disturbo cardiaco genetico, sono entusiasta di questa notizia e della speranza che dà alla mia famiglia e ad altri pazienti che alla fine verranno salvati da questa svolta”.

  • In primo luogo, i chirurghi statunitensi trapiantano il cuore di maiale in un paziente umano
    In questa foto fornita dalla School of Medicine dell’Università del Maryland, il dottor Bartley Griffith scatta una foto selfie con il paziente David Bennett a Baltimora nel gennaio 2022. In un primo momento medico, i medici hanno trapiantato un cuore di maiale in Bennett in un ultimo disperato tentativo di salva la sua vita e l’ospedale ha detto lunedì 10 gennaio 2022 che sta bene tre giorni dopo l’intervento altamente sperimentale. Credito: Dr. Bartley Griffith/Scuola di Medicina dell’Università del Maryland tramite AP

“Sarà fondamentale condividere i dati raccolti da questo trapianto prima di aprire l’opzione a più pazienti”, ha affermato Karen Maschke, ricercatrice presso l’Hastings Center, che sta aiutando a sviluppare raccomandazioni etiche e politiche per i primi studi clinici nell’ambito di una sovvenzione dal Istituto Nazionale della Salute.

L’intervento chirurgico venerdì scorso è durato sette ore all’Ospedale di Baltimora.

Fonte:Medicalxpress

ULTIMI ARTICOLI

Il multivitaminico quotidiano può essere un’abitudine non necessaria

(Multivitaminico-Immagine Credit Public Domain). Una persona su tre ingurgita un multivitaminico ogni mattina, probabilmente con un sorso d'acqua. La verità su questa abitudine popolare può...

Alzheimer: come l’intestino contribuisce allo sviluppo

(Alzheimer-Immagine Credit Public Domain). La ricerca guidata dai Dott. Yuhai Zhao e Walter J Lukiw del LSU Health New Orleans Neuroscience Center e dei Dipartimenti...

COVID 19: terapia inalatoria blocca la replicazione virale

(COVID 19-Immagine Credit Public Domain). I ricercatori dell'Università della California, a Berkeley, hanno creato un nuovo terapeutico COVID-19 che potrebbe un giorno rendere il trattamento...

Asma: trovato un potenziale trattamento a lungo termine

(Asma-Immagine Credit Public Domain). Un possibile modo per affrontare una delle cause alla base dell'asma è stato sviluppato dai ricercatori dell'Aston University e dell'Imperial College...

Cancro al seno: un nuovo farmaco riduce le metastasi cerebrali

(Cancro al seno-Immagine:grafico a cascata delle risposte nei pazienti valutabili per la risposta in base ai criteri RANO-BM nello studio TUXEDO-1. Le barre blu illustrano...