HomeSaluteCuore e circolazioneXenotrapianto: muore l'uomo trapiantato con cuore di maiale

Xenotrapianto: muore l’uomo trapiantato con cuore di maiale

(Xenotrapianto-Immagine Credit Università del Maryland Medical Center a Baltimora).

L’uomo di 57 anni con una malattia cardiaca terminale, passato alla storia come la prima persona che ha ricevuto il cuore di un maiale geneticamente modificato, è morto martedì presso l’University of Maryland Medical Center (UMMC).

David Bennett ha ricevuto il trapianto il 7 gennaio. “Le sue condizioni hanno iniziato a peggiorare diversi giorni fa”, ha riferito l’Ospedale in una dichiarazione mercoledì e gli sono state somministrate “cure palliative compassionevoli” dopo che è diventato chiaro che non si sarebbe ripreso.

- Advertisement -

“Bennett non è stato in grado di superare quella che si è rivelata la devastante debilitazione causata dall’insufficienza cardiaca che ha subito prima del trapianto”, ha affermato il Dottor Bartley Griffith, Direttore del programma di trapianto cardiaco dell’UMCC in una dichiarazione videoregistrata. “Il cuore trapiantato ha funzionato “splendidamente”, ha detto Griffith.

Vedi anche: Xenotrapianto: primo trapianto di cuore di maiale in un umano.

Bennett si è presentato per la prima volta all’UMMC come paziente in ottobre ed è stato sottoposto a una macchina per bypass cuore-polmone, ma è stato ritenuto non idoneo per un trapianto cardiaco convenzionale.

Dopo che Bennett ha ricevuto un cuore di maiale che era stato modificato per prevenire il rigetto con l’uso di nuovi strumenti di editing genetico, suo figlio ha definito la procedura “un miracolo”. Per Bennett, la procedura era la sua ultima opzione.

- Advertisement -

“Prima di acconsentire a ricevere il trapianto, il signor Bennett è stato completamente informato dei rischi della procedura e che la procedura era sperimentale con rischi e benefici sconosciuti”, ha affermato l’Ospedale.

I ricercatori hanno a lungo considerato i maiali una potenziale fonte di organi per i trapianti perché sono anatomicamente simili agli esseri umani in molti modi. Gli sforzi precedenti per i trapianti da maiale a uomo erano falliti a causa di differenze genetiche che causavano il rigetto d’organo o di virus che rappresentavano un rischio di infezione.

“La dimostrazione che era possibile – che siamo stati in grado di prendere un organo geneticamente modificato e vederlo funzionare perfettamente per nove settimane, è piuttosto positiva in termini di potenziale per questa terapia”, ha detto Griffith.

Fonte: Reuters

ULTIMI ARTICOLI

Immunoterapia: riprogrammare l’immunità anticancro

Immunoterapia-Immagine Credit Public Domain. Asgard Therapeutics sta portando avanti l'immunoterapia del cancro con una piattaforma di riprogrammazione cellulare diretta, pronta all'uso, che trasforma le cellule...

Nutrigenomica: ciò che mangi può riprogrammare i tuoi geni

Nutrigenomica-Immagine Credit Public Domain. Le persone in genere pensano al cibo come calorie, energia e sostentamento. Tuttavia, le ultime prove suggeriscono che il cibo "parla" anche...

La carenza di vitamina B12 può avere gravi conseguenze

Vitamina B12-Immagine Credit Public Domain. La vitamina B12 è scarsa nella dieta e si trova solo negli alimenti di origine animale. Fortunatamente, gli esseri umani hanno...

“Mangiare un arcobaleno” di frutta e verdura: i benefici di ogni colore

I nutrizionisti ti diranno di mangiare un "arcobaleno di frutta e verdura". Ogni colore indica diversi nutrienti di cui il nostro corpo ha bisogno. I nutrienti...

L’emicrania causa cambiamenti cerebrali

Emicrania-Immagine Credit Public Domain. Un nuovo studio di neuroimaging identifica i malati di emicrania che hanno spazi perivascolari allargati in una regione del cervello chiamata...