HomeSaluteSistema ImmunitarioVirus Langya in Cina: già decine gli infettati

Virus Langya in Cina: già decine gli infettati

(Virus Langya-Immagine Credit Public Domain).

Decine di persone in Cina si sono ammalate di un nuovo virus chiamato virus Langya che si trova anche nei toporagni, secondo un rapporto, ma finora non ci sono prove di trasmissione da uomo a uomo.

Le infezioni sono state trovate nelle province orientali dello Shandong e nell’Henan della Cinae hanno colpito 35 persone, secondo un rapporto del New England Journal of Medicine di questo mese.

- Advertisement -

Il virus si chiama Langya henipavirus o LayV e i pazienti hanno riportato sintomi che includono febbre, affaticamento, tosse, nausea e mal di testa. “Alcune persone hanno anche sviluppato anomalie delle cellule del sangue e funzionalità epatica e renale compromesse“, afferma il rapporto.

I risultati della ricerca hanno suggerito che i toporagni potrebbero essere un serbatoio naturale di questo agente patogeno.

“Non c’era uno stretto contatto o una storia di esposizione comune tra i pazienti, il che suggerisce che l’infezione nella popolazione umana potrebbe essere sporadica”, spiega il rapporto. Ma ha anche avvertito che la dimensione del suo campione “era troppo piccola per determinare lo stato della trasmissione da uomo a uomo per LayV. I pazienti erano per lo più agricoltori e i casi sono stati trovati con l’aiuto di un sistema di rilevamento per persone con febbre acuta e una storia di esposizione agli animali”.

Vedi anche:Da dove vengono i nuovi virus?

- Advertisement -

Sono necessarie ulteriori indagini per comprendere meglio la malattia associata al virus, secondo i ricercatori in Cina, Singapore e Australia coinvolti nello studio.

“I casi di Langya henipavirus finora non sono stati fatali o molto gravi”, ha detto Linfa Wang della Duke-NUS Medical School di Singapore, al quotidiano statale cinese Global Times. Wang è stato uno dei ricercatori coinvolti nella stesura del documento.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, le zoonosi sono malattie animali che si trasmettono all’uomo e costituiscono un’ampia percentuale di malattie nuove ed esistenti nelle persone. Alcuni sono prevenibili attraverso la vaccinazione, mentre altri mutano in ceppi umani o causano focolai ricorrenti.

Fonte:New England Journal of Medicine 

 

ULTIMI ARTICOLI

La vitamina K previene la morte cellulare

(Vitamina k-Immagine: le cellule “-” muoiono per ferroptosi “+” La vitamina K previene efficacemente la ferroptosi. Credito: Mishima et al., Nature) Una nuova scoperta suggerisce anche...

L’Alzheimer: bassi livelli di beta amiloide la causa?

Una nuova ricerca dell'Università di Cincinnati rafforza l'ipotesi che il morbo di Alzheimer sia causato da un calo dei livelli di una specifica proteina,...

SLA: verso lo sviluppo di una terapia a base di proteine

(SLA-Immagine: effetto di ApoE sulla vitalità di mBEC dopo esposizione al plasma di topo SLA in vitro. A, sono stati osservati numerosi mBEC vitali...

L’ossitocina ha proprietà curative del cuore

(Ossitocina-Immagine Credit Public Doimain). I ricercatori hanno scoperto che l'ossitocina, spesso definita "l'ormone dell'amore", un giorno potrebbe aiutare a guarire i cuori dopo un infarto. Il...

Trombosi: nuova strategia per prevenire i coaguli di sangue

(Trombosi-Immagine Credit Public Domain). Una terapia con nanoparticelle sviluppata dai ricercatori degli University Hospitals (UH) e della Case Western Reserve University prende di mira i...