Home Salute Ossa e muscoli Una dieta ricca di prugne previene la perdita ossea associata a lesioni...

Una dieta ricca di prugne previene la perdita ossea associata a lesioni del midollo spinale

I risultati di un nuovo studio sui topi mostrano che una dieta ricca di prugne essiccate previene completamente la perdita ossea associata a lesioni del midollo spinale (SCI), ripristinando anche parte dell’osso perso. Questi risultati si aggiungono a un corpo di prove decennale e crescente che indica una connessione positiva tra prugne essiccate e salute delle ossa.

Oltre al nuovo studio, precedenti ricerche cliniche hanno dimostrato una risposta ossea positiva alle prugne tra le donne in post-menopausa.

“Stiamo assistendo a un emozionante ‘effetto prugna secca’ sulle ossa”, ha detto Bernard Halloran, Ph.D., Professore Emerito, Università della California – San Francisco (UCSF). “In una varietà di scenari di ricerca unici, la prugna secca è costantemente associata a una risposta ossea favorevole. Nessun altro composto sembra avere lo stesso grado di impatto positivo”.

L’ultimo studio, Dried Plum Mitigates Spinal Cord Injury Induced Bone Loss in Mice, è stato pubblicato nel numero di luglio 2020 del Journal of the Orthopaedic Research Society – Spine. La ricerca è stata condotta da Halloran e Xuhui Liu, MD, San Francisco Veterans Affairs Medical Center, Department of Veterans Affairs e Department of Orthopaedic Surgery, UCSF.

I ricercatori hanno condotto due esperimenti separati. In un esperimento di prevenzione, hanno esaminato l’integrazione alimentare con prugne secche per mitigare la perdita di tessuto osseo indotta da LM. Quindi, in un esperimento di recupero, hanno esaminato se una dieta a base di prugne essiccate potesse ripristinare i livelli di ossa ridotti dopo la LM.

Vedi anche:In che modo lo stress cronico induce la perdita ossea?

“Questa valutazione è particolarmente importante in quanto le persone che soffrono di LM sperimentano una perdita ossea estremamente rapida”, ha detto Liu. “La perdita ossea correlata alla SCI porta quindi a un aumento del rischio di fratture, osteoporosi e morbilità e mortalità complessive”.

Esperimento n. 1: le prugne secche possono prevenire la perdita ossea correlata alle Lesione del Midollo

Liu spiega che nella valutazione della prevenzione, i topi sono stati sottoposti a LM e sono stati nutriti con una dieta contenente il 25% di prugne essiccate in peso o una dieta di controllo per un massimo di quattro settimane. La scansione microCT in vivo è stata eseguita tre volte, inclusa la linea di base (immediatamente prima della SCI) e due e quattro settimane dopo la SCI.

Secondo i risultati, la dieta con prugne secche ha completamente prevenuto la perdita ossea rispetto alle diete di controllo. Al contrario, la dieta del gruppo di controllo ha comportato una perdita del volume osseo del 53% e del 71% rispettivamente a due e quattro settimane dopo l’infortunio.

Esperimento n. 2: le prugne secche ripristinano la perdita ossea correlata alla Lesione del Midollo

Nell’esperimento di recupero, i topi sono stati divisi in gruppi e nutriti con una dieta di controllo per due o quattro settimane. Un altro gruppo è stato alimentato con una dieta di controllo per due settimane per consentire la perdita ossea e poi è passato alla dieta di prugne essiccate per altre due settimane. I risultati rivelano che dopo solo due settimane, la dieta della prugna secca ha parzialmente ripristinato la quantità ossea ridotta a causa della lesione. Anche la forza ossea era maggiore nei topi passati alla dieta di prugne essiccate rispetto ai topi alimentati con la dieta di controllo per quattro settimane.

“Ci sono due tipi di cellule coinvolte nel metabolismo osseo: gli osteoblasti e gli osteoclasti. Gli osteoblasti aiutano a costruire nuovo osso, mentre gli osteoclasti sono essenzialmente ‘mangiatori di ossa’” e funzionano per abbattere l’osso “, ha detto Liu.” In questo momento, noi crediamo che la prugna secca funzioni per inibire gli osteoclasti mangia-ossa e questo si traduce in più ossa“.

A seguito dello studio sugli animali, uno studio clinico pilota che ha fornito ai pazienti SCI prugna secca non ha mostrato una risposta ossea tra coloro che hanno avuto SCI anni prima dello studio. Tuttavia, i ricercatori indicano che sono necessarie ulteriori ricerche tra i pazienti immediatamente dopo la lesione del midollo per determinare se la prugna secca può mitigare la perdita di ossea e ripristinate la forza ossea come ha fatto nei topi appena feriti.

I polifenoli della prugna essiccata potenzialmente determinano una risposta ossea positiva

Secondo Halloran e Liu, non è chiaro quali composti bioattivi nelle prugne secchr siano responsabili degli effetti benefici sulle ossa. Tuttavia, i ricercatori suggeriscono che il contenuto di polifenoli nelle prugne essiccate possa svolgere un ruolo.

Possono anche essere coinvolti composti non polifenolici nella prugna secca, come la vitamina K e il manganese. Si riconosce che entrambi i nutrienti contribuiscono al mantenimento di ossa normali. Il lavoro futuro si concentrerà sull’identificazione e l’isolamento dei fattori bioattivi nelle prugne essiccate.

“In sintesi, l’integrazione alimentare con prugna secca o prodotti derivati ​​dalla prugna essiccata può aiutare a rallentare la perdita ossea indotta da LM, così come migliorare altre condizioni ossee”, ha detto Halloran. “La consistenza della risposta ossea alla prugna secca è notevole, soprattutto se si considera che le prugne essiccate sono un approccio alimentare completo per un’alimentazione sana, oltre ad essere prontamente disponibili, economiche, sicure e – secondo tutte le indicazioni – efficaci nel sostenere ossa sane”.

Fonte:EurekAlert

ULTIMI ARTICOLI

Un’equazione può calcolare il rischio di trasmissione di COVID 19

Immagine: JOHNS HOPKINS UNIVERSITY. Come la famosa equazione di Drake, la disuguaglianza CAT cerca di dare un senso alle molte variabili, comprese quelle ambientali, che...

Nuovo DPCM entro domenica: anticipazioni sulle possibili misure anti COVID 19

Immagine:Public Domain. La situazione sanitaria è ormai “fuori controllo” secondo gli esperti e entro domenica potrebbe arrivare un nuovo DPCM. La situazione illustrata dal bollettino del...

Composto vegetale riduce i deficit cognitivi nella sindrome di Down

Immagine: Credit:Wikipedia Secondo uno studio condotto da ricercatori del National Institutes of Health e di altre istituzioni, il composto vegetale apigenina ha migliorato i deficit...

Nuova strategia rileva con precisione il medulloblastoma

Lo studio rivela un potenziale biomarcatore epigenetico nel liquido cerebrospinale del medulloblastoma pediatrico. Un team di scienziati della Texas A&M University, del Baylor College of...

Immunità e COVID 19: cosa sappiamo

Immgine: ALEXI ROSENFELD / GETTY IMAGE. Non è chiaro se potremmo mai raggiungere l'immunità di gregge senza un vaccino o un alto numero di morti. Stanno...