HomeSaluteTumoriUn virus del vaiolo per combattere il cancro.

Un virus del vaiolo per combattere il cancro.

La rivista Nature,già da qualche mese, ha pubblicato l’esito di uno studio che ha scosso il mondo scientifico : un virus modificato del vaiolo, potrebbe combattere le cellule cancerogene, senza danneggiare le cellule sane. Si tratta del virus JX-594, il virus usato per il vaccino contro il vaiolo. La ricerca è stata guidata dal Prof. John Bell dell’Università di Ottawa. La sperimentazione che  ha coinvolto otto pazienti che hanno ricevuto alte dosi del virus per via intravenosa, ha dato esiti strabilianti: in sette di loro, sono state colpite solo le cellule malate; in sei pazienti il tumore si è bloccato anche se non è guarito.Un altro vantaggio di questa scoperta è che nell’applicazione intravenosa, l’effetto del virus si estende a più organi , impedendo  la produzione di metastasi. Inoltre, attraverso il circolo sanguigno, può  combattere il cancro anche se esteso in tutto il corpo.Il rapporto sullo studio di JX-594,pubblicato dalla rivista Nature, ha sostenuto che ” nel processo, il virus iniettato nel flusso sanguigno,infetta e si diffonde all’interno del tumore senza danneggiare le cellule sane”. Il nuovo approccio sarà testato in un trial più ampio ed in caso di successo, potrebbe offrire vere speranze all’umanità.

ULTIMI ARTICOLI

Neuroblastoma: identificato il tallone di Achille

(Neuroblastoma-Immagine:cellule di neuroblastoma ingrandite. Credito: Baylor College of Medicine). Il neuroblastoma, un cancro infantile che si sviluppa dalle cellule neurali delle ghiandole surrenali, rappresenta il...

Come l’epatite E inganna il sistema immunitario

(Epatite E-Immagine Credit Public Domain). Ogni anno oltre 3 milioni di persone vengono infettate dal virus dell'epatite E. Finora non è disponibile alcun trattamento efficace. Un team...

IBD: integratore di clorofillina e verdure verdi alleviano la malattia intestinale

(Integratore di clorofillina-Immagine Credit Public Domain) L'integratore di clorofillina allevia le malattie infiammatorie intestinali (IBD), tra cui il morbo di Crohn e la colite ulcerosa,...

SARS-CoV-2: come il trattamento antivirale promuove l’emergere di nuove varianti

I pazienti con infezioni prolungate contribuiscono all'emergere di nuove varianti di SARS-CoV-2?  Un gruppo di ricerca del Leibniz Institute of Virology (LIV) e dell'University Medical...

Alzheimer: la Rapamicina induce un aumento delle beta amiloide

(Alzheimer-Immagine Credit Public Domain). La somministrazione orale di Rapamicina a un modello murino di malattia di Alzheimer induce un aumento delle placche proteiche beta (β)-amiloide, secondo...