Un integratore vitaminico potrebbe ridurre il numero di aborti e difetti di nascita

integratore vitaminico

L’assunzione di un integratore vitaminico comune potrebbe ridurre notevolmente il numero di aborti e difetti di nascita in tutto il mondo, secondo quanto riferito dagli scienziati australiani.

Lo studio, pubblicato dal New England Journal of Medicine, ha scoperto che la carenza di una molecola chiave nelle donne in gravidanza impedisce agli embrioni e agli organi dei bambini di svilupparsi correttamente nel grembo materno. Questa carenza potrebbe essere trattata con l’assunzione di un integratore vitaminico a base di vitamina B3, nota anche come niacina.

(Vedi amche:La vitamina B3 previene con successo il glaucoma).

“Ora, dopo 12 anni di ricerca, il nostro team ha anche scoperto che questa carenza può essere curata e aborti spontanei e difetti di nascita impediti dall’assunzione di una vitamina comune”, ha detto Sally Dunwoodie, un ricercatore biomedico presso il Chang Cardiac Research Institute Victor.

Il ministro della sanità Greg Hunt ha salutato la scoperta come una “scoperta medica storica”.

” La nostra scoperta fornisce nuova speranza a una su quattro donne in gravidanza che soffrono di un aborto spontaneo”, ha annunciato giovedì scorso alla stampa il ricercatore.

“E con 7,9 milioni di bambini in tutto il mondo attualmente nati con difetti di nascita ogni anno, questa scoperta è una notizia incredibile”.

Gli scienziati hanno utilizzato il sequenziamento genetico su famiglie che soffrono di aborti e difetti di nascita e hanno trovato la mutazione genetica che impedisce la produzione della molecola, NAD (nicotinamide adenina dinucleotide).

La vitamina B3 – presente nella carne e verdure – è necessaria per produrre la molecola NAD.

I ricercatori hanno trattato con il supplemento a base di vitamina B3 embrioni di topi che avevano le carenze NAD simili a quelle umane e hanno trovato un cambiamento significativo nello sviluppo dell’embrione.

“Prima che la vitamina B3 fosse introdotta nella dieta dei topi, le madri avevano aborti spontanei e la prole nasceva con una serie di gravi difetti”, ha detto Victor Chang in un comunicato.

“Dopo il cambiamento dietetico, sia gli aborti che i difetti di nascita sono stati completamente impediti e tutti i nati erano sani”.

Il passo successivo sarà quello di sviluppare un test per misurare i livelli di NAD per identificare quali donne sono più a rischio di avere un bambino con difetti alla nascita e per fornire loro un sufficiente apporto di vitamina B3.

Fonte: Medicalnews

Altri articoli su integratore vitaminico