HomePrimo pianoSuccesso della prima macchina al mondo per dialisi neonatale

Successo della prima macchina al mondo per dialisi neonatale

In un importante passo avanti, i ricercatori provenienti dall’ Italia hanno creato la prima macchina per dialisi neonatale al mondo che può essere utilizzata per il trattamento di neonati e bambini piccoli. La macchina ha già dimostrato il successo nel trattamento di un neonato che aveva insufficienza multipla d’organo.

Il Prof. Claudio Ronco, dell’ Ospedale di San Bortolo in Italia e colleghi, hanno recentemente pubblicato i dettagli della loro creazione in The Lancet .

L’ insufficienza renale acuta colpisce circa il 18% dei neonati con basso peso alla nascita e circa il 20% dei bambini ricoverati in terapia intensiva.

- Advertisement -

Per i neonati con insufficienza renale, la dialisi peritoneale è il primo trattamento. Questo comporta l’uso di una terapia di sostituzione renale continua con macchina CRRT per rimuovere i prodotti di scarto dal sangue, attraverso un catetere inserito nell’addome.

Tuttavia, il gruppo di ricerca rileva che in alcuni casi la procedura è inefficace e inattuabile per neonati che sono così piccoli. Macchine CRRT attuali – anche se usati off-label tra i bambini più piccoli di 15 kg – non sono state progettate per uso neonatale.

“Uno dei problemi principali è la possibilità di errori nei volumi di ultrafiltrazione. Apparecchiature per dialisi per adulti hanno la tendenza a ritirare troppo liquido da un bambino, con conseguente disidratazione e la perdita di pressione del sangue o troppo poco fluido, portando ad alta pressione sanguigna ed edema”, spiega il Prof. Ronco.

Per questo i ricercatori hanno deciso di creare una nuova macchina per dialisi specificamente per l’uso in neonati e bambini piccoli.

CRRT ‘può essere utilizzata in modo efficace e sicuro’ in piccoli pazienti pediatrici

- Advertisement -

Il team ha sviluppato la macchina per Soccorso Pediatrico Dialisi Cardio-Renal (CARPEDIEM) – un dispositivo miniaturizzato CRRT, in grado di fornire supporto renale ai neonati e bambini di peso compreso tra 2 kg e 10 kg.

Rispetto alle macchine CRRT attuali, CARPEDIEM ha la capacità di elaborare sangue e ultrafiltrazione significativamente su bassi flussi e consente anche l’uso di un catetere molto più piccolo, che secondo i ricercatori potrebbe impedire danni ai vasi sanguigni.

Per determinare l’efficacia del dispositivo, il team lo ha testato su un neonato di 2,9 kg, affetto da insufficienza multipla d’ organo, in Italia.

Dopo 30 giorni di utilizzo del dispositivo, i ricercatori hanno scoperto che il bambino era in grado di respirare da solo, ha prodotto una quantità sufficiente di urina e la sua funzione di organo è stato ripristinata. Il piccolo è stato dimesso dall’ospedale dopo 20 giorni, anche se aveva ancora la malattia renale cronica .

“Ipotizziamo che un esito fatale inevitabile sarebbe avvenuto pochi giorni dopo la nascita di questo piccolo, senza l’uso del CARPEDIEM”.

Fonte The Lancet , 23 maggio 2014. Astratto

ULTIMI ARTICOLI

Infezioni batteriche e ferite della pelle: nuovo approccio per il trattamento

(Infezioni batteriche-Immagine: ferita vascolarizzata al microscopio. Credito: Rachel Kratofil). I ricercatori dell'Università di Calgary hanno identificato un nuovo approccio promettente per il trattamento delle infezioni batteriche...

Januvia farmaco per il diabete può contenere tracce di cancerogeno

(Januvia-Immagine Credit Medicalxpress). "Il popolare farmaco per il diabete Januvia può contenere tracce di un probabile cancerogeno, ma i pazienti dovrebbero continuare a usare il...

Cuffia dei rotatori: potenziale trattamento rivoluzionario per la rigenerazione

(Cuffia dei rotatori/Studio-Immagine:Dr. Cato T. Laurencin-Credito UCNN). Un nuovo modo per rigenerare i muscoli potrebbe aiutare a riparare la cuffia dei rotatori nelle spalle danneggiate...

Acufene: svolta nella ricerca di una cura

(Acufene-Immagine Credito: Pixabay/CC0 di dominio pubblico). Dopo 20 anni alla ricerca di una cura per l'acufene, i ricercatori dell'UDniversità di Auckland sono entusiasti dei "risultati...

Alimenti fermentati: 4 motivi per cui dovresti mangiarli

(Alimenti fermentati-Immagine Credit Public Domain). Gli alimenti fermentati hanno subito il processo naturale di essere fermentati da batteri, funghi o lieviti benefici. In questo processo,...