Scoperta una causa comune nella sindrome della morte improvvisa infantile e morte improvvisa nell’epilessia

Sindrome della morte improvvisa infantile


Immagine, questo grafico mostra i modelli di rischio per un individuo suscettibile (a sinistra), per SIDS (al centro) e per SUDEP (a destra). Credito: Buchanan et al./ Tendenze nelle neuroscienze.

Sindrome della morte improvvisa infantile (SIDS) e morte improvvisa nell’epilessia (SUDEP) sono sindromi che condividono molte similitudini mediche, ma le cui cause fisiologiche sono poco conosciute. 

Un articolo pubblicato il 21 marzo sulla rivista Trends in Neurosciences suggerisce che l’incapacità di un individuo di svegliarsi quando i suoi livelli ematici di CO2 aumentano, probabilmente a causa di un riflesso neurale difettoso, può essere una causa condivisa di incidenza di morte in entrambi i disturbi.

Vedi anche, Individuato il gene che causa morte improvvisa tra i giovani e atleti.

“Se le vie aeree di qualcuno sono ostruite da una coperta, ad esempio, non sono in grado di espellere la CO2, il che causa un aumento dei livelli ematici di CO2. Normalmente, questo innesca una serie di reazioni che inducono l’individuo a svegliarsi e a riposizionarsi in modo che possa respirare di nuovo o invocare aiuto, come nel caso di un bambino “, dice l’autore Gordon Buchanan, Professore associato di neurologia presso l’Università dello Iowa. “Tuttavia, in casi di SIDS e SUDEP, le prove stanno iniziando a suggerire che l’elevata CO2 non innesca questa risposta di risveglio come dovrebbe, il che può portare alla morte”.

Perché una persona non riesce a svegliarsi in presenza di maggiori livelli di CO2 non è completamente compreso, ma una possibile spiegazione è che un malfunzionante recettore della serotonina nel cervello medio o mesencefalo potrebbe essere responsabile.

“I neuroni della serotonina nel midollo sono coinvolti nella regolazione della respirazione e pensiamo che quelli nel mesencefalo siano coinvolti nella regolazione della capacità di una persona di svegliarsi“, dice Buchanan. “Nelle istanze di SIDS e SUDEP, le autopsie rivelano frequentemente che ci sono anomalie nel sistema della serotonina dell’individuo nel cervello. È molto probabile che esista un percorso diretto attraverso il quale la CO2 viene percepita dai recettori della serotonina nel mesencefalo e quando c’è troppa CO2 presente, il cervello reagisce risvegliando l’individuoL’esistenza di questo percorso diretto è importante perché potrebbe guidare trattamenti futuri”.

Tuttavia, l’applicazione di queste informazioni per creare terapie preventive per queste sindromi è ancora in corso. Oltre a convalidare che SIDS e SUDEP sono causate dall’incapacità di svegliarsi a causa di un sistema di CO2 difettoso, è necessario sviluppare anche un modo sicuro e affidabile per testare se una persona ha recettori della serotonina disfunzionali. Attualmente, tali determinazioni sono possibili solo attraverso le autopsie.

Fonte, Medicalxpress