Home Alimentazione & Benessere Ruolo degli additivi alimentari nella malattia celiaca

Ruolo degli additivi alimentari nella malattia celiaca

Immagine: baibaz / Shutterstock.com.

La celiachia è una malattia autoimmune in cui l’ingestione di glutine provoca danni al rivestimento dell’intestino tenue e porta a carenze nutrizionali e varie condizioni.

La celiachia si sviluppa in individui geneticamente predisposti quando consumano cereali come grano, avena, orzo, ecc.. e se non trattata o non diagnosticata, può portare a gravi complicazioni. Sebbene la causa esatta della celiachia sia sconosciuta, alcuni geni sono stati ritenuti responsabili del suo sviluppo. Il trattamento principale per la celiachia è una dieta priva di glutine.

- Advertisement -

Una persona su 100 è affetta da celiachia in tutto il mondo; tuttavia, studi recenti mostrano un aumento della prevalenza della celiachia. Si dice che la trasformazione degli alimenti svolga un ruolo chiave nell’aumentata diffusione; l’evidenza suggerisce che alcuni additivi alimentari possono scatenare attacchi autoimmuni, che possono portare alla celiachia.

Quali sono i sintomi della celiachia?

La celiachia è associata a circa 200 sintomi che rendono difficile fare una diagnosi esatta. I sintomi possono verificarsi nel sistema digerente o in altre parti del corpo umano. Esiste anche la possibilità di essere asintomatici e di risultare comunque positivi alla malattia quando viene eseguito un esame del sangue – la ragione di ciò deve ancora essere spiegata.

Ruolo degli additivi alimentari nella malattia celiaca

Additivi alimentari sotto forma di nanoparticelle metalliche

Gli additivi alimentari sotto forma di nanoparticelle metalliche agiscono sul sistema immunitario e sull’intestino rendendo le pareti intestinali più attive e reattive al glutine. Si dice che questa azione delle nanoparticelle metalliche aumenti il ​​rischio di celiachia, specialmente negli individui geneticamente predisposti. I meccanismi che collegano le nanoparticelle metalliche con la celiachia sono i seguenti:

  • La compromissione della barriera intestinale può causare la permeazione dei peptidi del glutine nella sottomucosa e causare la celiachia.
  • L’effetto sul microbiota potrebbe anche causare la celiachia; tuttavia, sono necessari ulteriori studi per dimostrare questo collegamento.
  • Interazione con il sistema immunitario: le nanoparticelle possono innescare l’iperattivazione del sistema immunitario, che può essere una possibile causa di malattie autoimmuni come la celiachia.

Vedi anche:Celiachia: il triptofano nella carne di tacchino aiuta a controllare i sintomi

Transglutaminasi e celiachia

- Advertisement -

La transglutaminasi microbica (mTG) è un additivo alimentare comunemente usato. La transglutaminasi microbica viene utilizzata per la sua capacità di aumentare la succosità dei prodotti, la capacità di ritenzione idrica, le proprietà emulsionanti, la stabilità e l’elasticità. La transglutaminasi microbica è utilizzata in diversi processi industriali per la produzione di prodotti da forno, ma anche insaccati e formaggi

Studi recenti mostrano un possibile legame tra transglutaminasi microbica e celiachia. La transglutaminasi microbica può generare una risposta autoimmune e può anche aumentare l’immunogenicità dei peptidi del glutine. I ricercatori hanno chiesto che una speciale etichetta venga utilizzata sui cibi che la contengono in attesa di ulteriori ricerche.

Conclusione

Sebbene gli studi puntino a un possibile legame tra gli additivi alimentari e l’aumento della prevalenza della celiachia, sono necessari ulteriori ricerche per accertare l’esatto meccanismo responsabile di questo modello. Dato il rischio potenziale, gli esperti raccomandano che tutti gli alimenti trattati con questi additivi siano etichettati in modo appropriato. Suggeriscono inoltre ai consumatori di controllare le etichette per evitare il rischio di celiachia.

Fonte: NewsMedical

ULTIMI ARTICOLI

COVID 19: cosa ci dicono gli EEG sul cervello

Immagine: Public Domain. Durante la pandemia, gli operatori sanitari non hanno visto solo i polmoni colpiti da COVID 19. I medici hanno segnalato complicazioni neurologiche...

ACIDI GRASSI NEL LATTE Effetti sulla salute umana e innovazione in laboratorio

L’importanza degli acidi grassi del latte come indicatori della salute dei bovini e della qualità del loro prodotto. Ma anche delle emissioni di metano...

Un batterio delle radici delle piante di ginseng potrebbe combattere l’Alzheimer

Immagine:ginseng:Public Domain. Un batterio trovato nel terreno vicino alle radici delle piante di ginseng sembra dissociare in modo significativo gli aggregati proteici associati al morbo...

La dieta mediterranea aiuta a ridurre gli effetti dello stress

Immagine:dieta mediterranea. Credit: Public Domain. Gli animali alimentati con una dieta in stile mediterraneo hanno mostrato una maggiore resistenza allo stress e un migliore recupero dopo...

Fibrosi e sclerodermia: importante passo avanti nel trattamento

Immagine: tessuto polmonare normale (a sinistra) e fibrosi polmonare indotta da bleomicina in un modello murino di fibrosi (a destra). Credito: Medical University of South...