Home Salute Sistema Immunitario I probiotici possono alleviare i sintomi della febbre da fieno

I probiotici possono alleviare i sintomi della febbre da fieno

La febbre da fieno indica quelle forme di rinite allergica che si ripetono annualmente e sono causate da una reazione della mucosa degli occhi, del naso e delle vie respiratorie ai pollini stagionali, ma anche alla polvere, ad alcuni tipi di volatili, al pelo animale (soprattutto felino) e ad altri elementi irritanti.

Secondo un nuovo studio, i sintomi della febbre da fieno potrebbero essere ridotti con un semplice probiotico.

I ricercatori hanno dimostrato che un probiotico costituito da lattobacilli e bifidobatteri ha contribuito ad alleviare i sintomi della febbre da fieno e migliorato la qualità della vita delle persone che ne soffrono, durante la stagione delle allergie.

- Advertisement -

( Vedi anche: E’ il momento di ripensare gli attuali metodi di trattamento delle allergie?).

Il primo autore dello studio, Jennifer Dennis, del Dipartimento di Scienze degli Alimenti e Nutrizione Umana presso l’Università della Florida e colleghi, hanno recentemente riportato i loro risultati nel Journal of Clinical Nutrition .

La febbre da fieno interessa circa 40/60.000.000 di persone negli Stati Uniti ed è causata da una reazione eccessiva del sistema immunitario agli allergeni presenti nell’aria.

La rinite allergica stagionale di solito si verifica in primavera, estate e inizio autunno.

- Advertisement -

Gli antistaminici e decongestionanti possono aiutare ad alleviare i sintomi della febbre da fieno. Tuttavia, come tutti i farmaci, possono causare effetti indesiderati che includono sonnolenza, vertigini, visione offuscata, nausea e vomito.

Secondo i risultati del nuovo studio, ci può essere un trattamento alternativo per le allergie stagionali: i probiotici.

La combinazione di probiotici ha migliorato i sintomi delle allergie e la qualità della vita

Precedenti studi hanno indagato l’efficacia dei probiotici contro le allergie stagionali, ma i risultati cambiano in modo significativo a seconda dei ceppi batterici utilizzati.

Inoltre le ricerche precedenti hanno anche dimostrato che i batteri “amici”, lattobacilli e bifidobatteri, possono favorire la salute dell’ intestino e del sistema immunitario.

Ora, i ricercatori hanno cercato di determinare come un probiotico che contiene una combinazione di Lactobacillus gasseri , Bifidobacterium bifidum e Bifidobacterium longum, allevia i sintomi delle allergie stagionali e migliora la qualità della vita.

Il team ha arruolato 173 adulti sani con allergie stagionali da lievi a moderate che sono stati casualmente divisi in due gruppi. Ad un gruppo è stata somministrata la combinazione di probiotici in capsula da assumere due volte al giorno, mentre l’altro gruppo ha ricevuto un placebo.

I partecipanti non hanno usato altri farmaci per il trattamento delle allergie durante il periodo di studio di 8 settimane che è stato condotto al culmine della stagione primaverile.

Rispetto ai partecipanti che hanno assunto il placebo, quelli trattati con la combinazione di probiotici hanno riportato una riduzione dei sintomi delle allergie e il miglioramento della qualità della vita, come determinato da sondaggi settimanali.

“Tuttavia, non tutti i probiotici sono utili per trattare le allergie, a differenza di questa combinazione”, dice Dennis.

I risultati dello studio indicano che i soggetti con allergie stagionali lievi hanno riportato i maggiori benefici dalla combinazione di probiotici.

La combinazione di probiotici può aumentare i livelli di cellule T regolatorie

Anche se sono necessari ulteriori studi per individuare con precisione come la combinazione di probiotici allevia i sintomi delle allergie stagionali, il team ipotizza che i probiotici utilizzati portano ad un aumento delle cellule T regolatorie, che di conseguenza potrebbe aumentare la tolleranza a tali sintomi.

( Le cellule T regolatorie (Tregs) sono una sottoclasse di cellule T che gioca un ruolo di primo piano nell’induzione e mantenimento della tolleranza immunologica. Nel corso degli anni, diversi tipi di cellule Tregs sono stati identificati ma, a oggi, le cellule meglio caratterizzate sono le cellule FOXP3+ Tregs, indotte sia nel timo che in periferia, sono fondamentali per il mantenimento della tolleranza verso gli auto-antigen, e le cellule CD4+ che secernono IL-10 (Tr1), indotte in periferia in presenza di IL-10).

In conclusione, i ricercatori affermano:

“Il nostro studio dimostra un potenziale beneficio dei probiotici per gli adulti sani con allergie stagionali. La ricerca futura dovrebbe concentrarsi sul meccanismo molecolare con cui i probiotici modulano la funzione immunitaria per una comprensione più completa del ruolo dei microrganismi nel mantenere l’equilibrio immunitario”.

Fonte: Medicalnews

ULTIMI ARTICOLI

SARS-CoV-2 smascherato da un modello matematico

(SARS-CoV-2-Immagine Credit Public Domain). SARS-CoV-2 è stato smascherato da un modello matematico che suggerisce strategie di trattamento ottimali. Ottenere il controllo di COVID-19 richiederà più...

Latticini: in futuro saranno prodotti anche dal lievito

(Latticini-Immagine Credit Public Domain). I latticini in futuro saranno prodotti anche dal lievito grazie ad una straordinaria tecnologia che potrebbe rivoluzionare il settore lattiero-caseario. Il nuovo...

Variante SARS-CoV-2 B.1.1.7 potrebbe diventare dominante

(SARS-CoV-2 B.1.1.7-Immagine Credit Public Domain). SARS-CoV-2 B.1.1.7, la nuova variante della sindrome respiratoria acuta grave coronavirus-2 (SARS-CoV-2) rilevata in Inghilterra, si replica più di due...

SARS-CoV-2:la glicirrizina neutralizza il virus in vitro

(SARS-CoV-2-Immagine radici di liquirizia-Credit Public Domain). SARS-CoV-2 causa una serie di sintomi respiratori da lievi a gravi. Sfortunatamente, anche i pazienti pre-sintomatici o quelli con...

Glaucoma: nuova terapia antifibrotica

(Glaucoma-Immagine Credit Public Domain). Scienziati dell'Università di Birmingham, Regno Unito, hanno dimostrato che un nuovo destrano-solfato a basso peso molecolare, ILB, potrebbe svolgere un ruolo...