Perchè i capelli diventano grigi dopo uno stress o malattia

capelli

Un nuovo studio sui topi offre informazioni sul perché i capelli di alcune persone possono diventare grigi in risposta a una grave malattia o stress cronico.

Lo studio è stato pubblicato il 3 maggio nella rivista PLOS Biology.

I ricercatori del National Institutes of Health e dell’Università dell’Alabama di Birmingham hanno scoperto una connessione tra i geni che contribuiscono al colore dei capelli e i geni che notificano ai nostri corpi l’arrivo di un’infezione patogena.

Quando un corpo è sotto attacco da un virus o da un batterio, il sistema immunitario innato si attiva. Tutte le cellule hanno la capacità di rilevare invasori esterni e rispondono producendo molecole di segnalazione chiamate interferoni che segnalano ad altre cellule di agire attivando l’espressione di geni che inibiscono la replicazione virale, attivano le cellule immunitarie effettrici e aumentano le difese dell’ospite.

La connessione tra la pigmentazione dei capelli e la regolazione immunitaria innata inizialmente era un po’ sorprendente. Melissa Harris, autrice principale e Assistente Professore presso il Dipartimento di biologia dell’UAB, spiega: “Gli strumenti genomici ci permettono di valutare come tutti i geni all’interno del nostro genoma cambiano espressione in diverse condizioni. Ci piace studiare i capelli grigi perché è una facile lettura della disfunzione delle cellule staminali dei melanociti “. Le  staminali dei melanociti sono essenziali per il colore dei capelli in quanto producono i melanociti responsabili della produzione e del deposito del pigmento nel fusto del capello.

In questo caso, è stato trovato un collegamento inatteso tra i capelli grigi, il fattore di trascrizione MITF e l’immunità innata. MITF è meglio conosciuto per il suo ruolo nel regolare le molte funzioni all’interno dei melanociti, ma i ricercatori hanno scoperto che MITF serve anche a tenere sotto controllo la risposta all’interferone dei melanociti. Se il controllo di MITF della risposta all’interferone è perso nelle cellule staminali dei melanociti, i capelli diventano grigi o bianchi. Inoltre, se la segnalazione immunitaria innata viene attivata artificialmente nei topi che sono predisposti ai capelli grigi, viene prodotto anche un numero maggiore di capelli grigi.

“Questa nuova scoperta suggerisce che i  che controllano il pigmento nei capelli e nella pelle, funzionano anche per controllare il sistema immunitario innato“, ha detto William Pavan, co-autore dello studio e capo della Genetic Disease Research Branch del National Human Genome Research Institute (NHGRI) del NIH. “Questi risultati possono migliorare la nostra comprensione delle malattie della pigmentazione con un coinvolgimento del sistema immunitario innato come la vitiligine che causa macchie cutanee scolorite e colpisce tra lo 0,5 e l’1% di tutti gli esseri umani”.

Perché i topi che sono predisposti ad avere i capelli grigi sono più suscettibili alla segnalazione immunitaria innata disregolata, resta da capire.

Fonte: PLOS Biology


Altri articoli su capelli