Mappa interattiva mostra la diffusione mondiale del coronavirus

0
4

Immagine Credit: Università di Washington

Di seguito la mappa interattiva: interactive map.

Mentre gli scienziati ne individuano l’origine, i governi adottano misure di prevenzione e i laboratori cercano una cura, le notizie sull’esplosione del nuovo coronavirus si riducono spesso a due domande: dove e quante persone sono infette? Una nuova mappa interattiva del geografo dell’Università di Washington Bo Zhao mira a rispondere a queste domande in tempo reale.

Zhao ha prodotto questa mappa interattiva del nuovo coronavirus, che si aggiorna ogni poche ore con i dati dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, la Repubblica popolare cinese e altre agenzie governative, comprese quelle di Hong Kong, Macao e Taiwan. Aumentando lo zoom su vari paesi, come la Cina, gli utenti possono vedere il numero di casi, recuperi e decessi, nonché le tendenze nel tempo.

Vedi anche: Coronavirus: perché i virus dei pipistrelli sono così micidiali per l’uomo?

“La mappatura è un potente strumento per raccontare fenomeni sociali, culturali e politici”, ha detto Zhao, assistente Professore di geografia specializzato nelle implicazioni sociali delle mappe e nell’uso di metodi innovativi nella mappatura. “Come geografo e in quella che la gente chiama “era post-verità”, è importante valutare le fonti di dati per mostrare come stanno andando le cose”. Lo scoppio del coronavirus, che si ritiene abbia avuto origine a Wuhan, in Cina a dicembre, è stato dichiarato dall’OMS un’emergenza per la salute pubblica. Decine di migliaia di persone sono state infettate e centinaia sono morte.

Zhao ha recentemente prodotto un atlante online per illustrare l’esperienza globale dei rifugiati. “Il coronavirus”, ha detto, “è un altro problema sociale su cui le persone possono ottenere una prospettiva vedendolo su una mappa”.
Mentre il governo cinese è stato criticato per la sua risposta alla crisi e sono sorte preoccupazioni per la sua trasparenza, Zhao ha affermato che i dati della Commissione nazionale per la salute cinese sono i più accurati disponibili per il paese. “Ma lo scoppio non sta colpendo solo la Cina o la città di Wuhan”, ha aggiunto. È un problema globale e questa è la prospettiva che gli utenti possono ottenere dalla mappa. Anche i numeri in mostra sono importanti”, ha detto, “perché ci sono più recuperi che morti e questo può incoraggiare le persone”, ha aggiunto.

Per maggiori informazioni: contact Zhao at zhaobo@uw.edu or 206-685-3846.

Fonte: Università di Washington