L’olio di pesce può proteggere i cuori più giovani

olio di pesce

Gli acidi grassi Omega-3, buoni grassi presenti nell’olio di pesce, possono favorire la salute del cuore degli adulti, ma un nuovo studio suggerisce che anche i bambini potrebbero trarne beneficio.

Nello studio condotto in Australia, i bambini hanno ricevuto un supplemento giornaliero di olio di pesce o un placebo dalla nascita fino a 6 mesi. Quando avevano 5 anni, i ricercatori hanno scoperto che i bambini a cui era stato somministrato olio di pesce avevano una circonferenza vita più piccola rispetto ai bambini a cui veniva somministrato un placebo. Una circonferenza della vita più grande è un noto fattore di rischio per le malattie cardiache, secondo l’American Heart Association.

I ricercatori hanno anche scoperto che i ragazzi che hanno ricevuto supplementi di olio di pesce durante l’infanzia avevano meno insulina circolante nel loro corpo e meno resistenza all’insulina quando avevano 5 anni, anche se lo studio poteva solo mostrare un’associazione tra i due. L’insulina è un ormone che trasporta gli zuccheri dagli alimenti che si mangiano nelle cellule per produrre combustibile. La resistenza all’insulina e i livelli più alti di insulina svolgono un ruolo nello sviluppo del diabete di tipo 2.

(  Vedi anche: Un componente dell’ olio di pesce aiuta le cellule danneggiate del cervello e retina a sopravvivere).

Sembra che l’uso di olio di pesce potrebbe aiutare a ridurre la circonferenza della vita,che di per sé è un importante fattore di rischio cardiometabolico, ma non possiamo dire con certezza che l’effetto durerà a lungo termine”, ha detto la Dr.ssa Siham Accacha, endocrinologo pediatrico che non è stata coinvolta nello studio, ma ha esaminato i suoi risultati.

L’autore principale dello studio è Valene See della University of Western Australia. Per la ricerca, le madri di 420 bambini sono state reclutate durante la gravidanza a Perth, in Australia. Le mamme avevano una storia di allergie e un basso consumo di pesce.

I bambini sono stati assegnati in modo casuale a ricevere una pillola di olio di pesce da 650 milligrammi o un placebo contenente olio d’oliva ogni giorno. per i primi sei mesi della loro vita. 

Quando i bambini avevano 5 anni, i ricercatori sono stati in grado di ottenere campioni di sangue e misurazioni della circonferenza della vita da 165 bambini del gruppo somministrato con olio di pesce e 157 dal gruppo placebo.

La circonferenza della vita era più piccola nel gruppo dell’ olio di pesce ed i livelli di insulina erano inferiori del 21%, mentre la resistenza all’insulina era del 22% inferiore.

La nutrizionista Samantha Heller ha dichiarato: “Questo può essere un buon modo per preparare una vita più sana. Sappiamo che gli acidi grassi omega-3 sono importanti nello sviluppo del cervello e degli occhi nel feto”.

Heller ha osservato che le donne partecipanti allo studio avevano seguito una dieta a basso contenuto di pesce, il che significa che i loro livelli di omega-3 potevano essere bassi durante la gravidanza. 

Sia Accacha che Heller hanno dichiarato che questi risultati devono essere replicati in studi futuri. Accacha ha detto che sarà interessante vedere cosa succede a 10 anni e oltre, in modo da poter verificare se gli integratori di olio di pesce hanno effetti duraturi.

Gli autori dello studio hanno concordato:”Questi risultati possono avere rilevanza se mantenuti nell’adolescenza e successivamente nell’età adulta”.

Lo studio è stato pubblicato l’8 giugno sulla rivista Pediatrics.

Fonte: WebMD

Altri articoli su olio di pesce