L’obesità collegata a 13 tipi di cancro

cancro,obesità

C’è un legame tra l’obesità e il 40 per cento di tutti i tumori diagnosticati negli Stati Uniti, secondo quanto riferito dai funzionari sanitari, martedì.

Questo non significa che troppo peso causa tutti questi casi di cancro, solo che c’è qualche tipo di associazione ancora non spiegata, secondo i centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Tuttavia, i risultati della ricerca suggeriscono che l’obesità o il sovrappeso sono associati a casi di tumore che hanno coinvolto più di 630.000 americani nel 2014 e che comprendono circa 13 tipi di cancro.

“Che l’obesità e il sovrappeso interessano i tumori può sorprendere poichè la consapevolezza di alcuni tumori associati all’obesità e al sovrappeso non è ancora diffusa”, ha dichiaratola  Dr. Anne Schuchat, Vice Direttore del CDC.

I 13 tumori includono: cancro al cervello, mieloma multiplo, cancro dell’esofago, il cancro al seno post-menopausa, i tumori della tiroide, della colecisti, dello stomaco, del fegato, del pancreas, del rene, delle ovaie, dell’utero e del colon.

( Vedi anche:Scoperto il ruolo critico di un enzima nel rischio di cancro, obesità e altre malattie).

Parlando alla conferenza stampa, la Dott.ssa Lisa Richardson, Direttrice della Divisione CDC per la prevenzione e il controllo del cancro, ha riferito che i primi dati dimostrano che la perdita di peso può ridurre il rischio di alcuni tumori.

Secondo la nuova relazione del CDC e del National Cancer Institute, questi 13 tumori correlati all’obesità rappresentano circa il 40 per cento di tutti i tumori diagnosticati negli Stati Uniti nel 2014.

Anche se il tasso di nuovi casi di cancro è diminuito dagli anni Novanta, gli aumenti di tumori correlati a sovrappeso e obesità stanno probabilmente rallentando questo progresso.

Tra i 630.000 americani diagnosticati con un cancro associato a sovrappeso o obesità nel 2014, circa due su tre si sono verificati negli adulti di età compresa tra 50 e 74 anni.

Esclusi i tumori del colon, il tasso di tumore correlato all’obesità è aumentato del 7% tra il 2005 e il 2014. Durante lo stesso periodo, i tassi di tumori connessi con l’obesità non sono diminuiti.

Nel 2013-2014 circa due su tre adulti americani erano in sovrappeso o obesi, secondo la relazione.

Per lo studio, i ricercatori hanno analizzato i dati sui tumori del 2014 dal rapporto Statistiche del Cancro degli Stati Uniti e dai dati dal 2005 al 2014.

Secondo i  principali risultati:

  • Di tutti i tumori, il 55 per cento nelle donne e il 24 per cento negli uomini, sono stati associati a sovrappeso e obesità.
  • Neri e bianchi avevano tassi più alti di carcinoma legato al peso rispetto ad altri gruppi razziali o etnici.
  • I tumori legati all’obesità sono aumentati del 7 per cento tra il 2005 e il 2014, ma il cancro del colon è diminuito del 23 per cento.” Lo screening per il cancro del colon è probabilmente il motivo per cui il cancro continua a diminuire”, ha detto Schuchat.
  • I tumori non legati all’obesità sono diminuiti del 13 per cento.
  • Ad eccezione del cancro del colon, i cancri legati al sovrappeso e all’obesità sono aumentati tra le persone di età inferiore ai 75 anni.

Il nuovo rapporto è stato pubblicato online il 3 ottobre in Morbidity and Mortality Weekly Report .

Il Dr. Farhad Islami, Direttore strategico della ricerca per la sorveglianza del cancro per l’ American Cancer Society, dice:  ” E’ importante notare che solo una frazione dei tumori inclusi nel calcolo in questa relazione sono in realtà causati dal peso corporeo. Molti sono attribuibili ad altri fattori di rischio conosciuti, come il fumo, mentre per molti altri la causa è sconosciuta. L’obesità è fortemente associata ad alcuni tumori rispetto agli altri”.

Il World Cancer Research Fund stima che “il 20% di tutti i tumori negli Stati Uniti è causato da una combinazione di peso corporeo in eccesso, di inattività fisica, di alcool in eccesso e di una scarsa nutrizione.

Fonte: Medicalxpress

Altri articoli su cancro, obesità