Leucemia linfatica cronica: identificata una possibile causa

leucemia linfatica cronica

Ad oggi le cause dello sviluppo della leucemia linfatica cronica, la forma più diffusa  di cancro del sangue in Europa ,sono ancora sconosciute. Un gruppo di ricercatori di Vienna del Med Uni, ha scoperto una possibile causa di sviluppo della malattia. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Blood. Per circa 20 anni si è sospettato che la leucemia linfatica cronica derivasse dalla stimolazione di cellule B con altri fattori. Nella ricerca attuale gli scienziati ,alla ricerca di un antigene che si lega ai recettori delle cellule leucemiche, hanno identificato una proteina UL32 del citomegalovirus umano. Il citomegalovirus, un membro della famiglia di Herpes virus, è presente nel 60/70% della popolazione in maniera silente. Nella maggior parte dei casi, l’esposizione al virus avviene nell’infanzia. Dopo l’infezione il virus continua a sopravvivere nelle cellule del sistema immunitario per tutta la vita. Il virus si nasconde all’interno delle cellule e si confonde nel sistema immunitario con i suoi stessi messaggeri chimici. Quando le difese immunitarie si abbassano, il virus si conclama. Il legame tra questo virus e lo sviluppo della leucemia linfatica cronica, è oggetto di numerosi studi. La ricerca sta sperimentando se un trattamento anticitomergalovirus può impedire la stimolazione delle cellule leucemiche e bloccare l’ulteriore avanzamento della malattia.


Altri articoli su leucemia linfatica cronica