Home Salute Tumori Leucemia infantile: come le cellule tumorali si riparano dalla chemioterapia

Leucemia infantile: come le cellule tumorali si riparano dalla chemioterapia

Immagine: Public Domain.

Lo stroma del plesso coroideo è una delle posizioni all’interno del sistema nervoso centrale (SNC) che funge da rifugio per le cellule tumorali, consentendo loro di eludere la chemioterapia e potenzialmente causare successive ricadute nella leucemia linfoblastica acuta infantile, secondo una ricerca guidata dal Università Complutense di Madrid (UCM).

Il plesso coroideo è una struttura situata nei ventricoli del cervello ed è responsabile della produzione di liquido cerebrospinale. Sebbene le cellule leucemiche siano localizzate principalmente nel midollo osseo, sono anche in grado di diffondersi ad altre aree del corpo e mostrano una particolare propensione ad infiltrarsi nel SNC.

“Il fatto che le ricadute continuassero a verificarsi nel SNC nonostante il trattamento profilattico ci ha portato a sospettare che alcune cellule potessero rimanere nascoste in piccoli gruppi praticamente non rilevabili altrove e potrebbero essere responsabili di ricadute successive “, dice Ángeles Vicente, ricercatore, dipartimento di biologia cellulare, scuola di medicina della UCM.

Oltre a identificare il nascondiglio, lo studio pubblicato sul Journal of Pathology rivela anche come le cellule leucemiche sfuggano alla chemioterapia: interagendo con le cellule dello stroma nel plesso coroideo, modificando il microambiente per garantire la propria sopravvivenza.

Vedi anche:Leucemia pediatrica, presto un super-farmaco

Anche l’Ospedale Niño Jesús di Madrid e l’Università Autonoma di Chihuahua (Messico) sono stati coinvolti nella ricerca.

Una svolta per un trattamento più efficace

Per condurre lo studio, i ricercatori hanno infuso cellule leucemiche di pazienti in topi immunodeficienti e quindi hanno utilizzato l’immunofluorescenza e la microscopia elettronica per determinare la posizione cerebrale delle cellule tumorali metastatiche nel SNC, identificando con successo il sito nel plesso coroideo.

Questa tecnica in vivo è stata combinata con test in vitro per studiare le interazioni cellulari che avvengono tra le cellule leucemiche e le cellule dello stroma del plesso coroideo e i loro effetti sulla chemioresistenza.

Nel 15-20% dei pazienti pediatrici con leucemia linfoblastica acuta le recidive nel SNC sono la principale causa di morbilità e mortalità.

“Studi come il nostro potrebbero essere essenziali per progettare strategie terapeutiche più efficaci in futuro volte a impedire alle cellule tumorali di colonizzare nicchie nel SNC o eliminare le cellule che si sono già stabilite in questi siti. Ciò rappresenterebbe una svolta nel trattamento della malattia, riducendo le ricadute e aumentando ulteriormente le possibilità di una cura “, ha detto Lidia Martínez Fernández de Sevilla, una ricercatrice post-dottorato presso il Dipartimento di Biologia Cellulare e la prima autrice dello studio.

La ricerca si è concentrata sulla leucemia linfoblastica acuta infantile perché il gruppo lavora solo con campioni pediatrici, ma gli esperti ritengono che sia fattibile che le cellule leucemiche possano usare gli stessi nascondigli negli adulti – dove il 5% delle recidive è correlato al SNC.

ULTIMI ARTICOLI

Un’equazione può calcolare il rischio di trasmissione di COVID 19

Immagine: JOHNS HOPKINS UNIVERSITY. Come la famosa equazione di Drake, la disuguaglianza CAT cerca di dare un senso alle molte variabili, comprese quelle ambientali, che...

Nuovo DPCM entro domenica: anticipazioni sulle possibili misure anti COVID 19

Immagine:Public Domain. La situazione sanitaria è ormai “fuori controllo” secondo gli esperti e entro domenica potrebbe arrivare un nuovo DPCM. La situazione illustrata dal bollettino del...

Composto vegetale riduce i deficit cognitivi nella sindrome di Down

Immagine: Credit:Wikipedia Secondo uno studio condotto da ricercatori del National Institutes of Health e di altre istituzioni, il composto vegetale apigenina ha migliorato i deficit...

Nuova strategia rileva con precisione il medulloblastoma

Lo studio rivela un potenziale biomarcatore epigenetico nel liquido cerebrospinale del medulloblastoma pediatrico. Un team di scienziati della Texas A&M University, del Baylor College of...

Immunità e COVID 19: cosa sappiamo

Immgine: ALEXI ROSENFELD / GETTY IMAGE. Non è chiaro se potremmo mai raggiungere l'immunità di gregge senza un vaccino o un alto numero di morti. Stanno...