HomeSaluteLa vitamina D migliora l'efficienza muscolare

La vitamina D migliora l’efficienza muscolare

Una nuova ricerca mostra per la prima volta un legame tra i livelli di vitamina D e l’efficienza muscolare. La vitamina D può anche essere efficace nel migliorare la funzione  muscolo scheletrico. Questo studio sarà presentato oggi, alla società per la conferenza annuale di Endocrinologia, a Harrogate nel Regno Unito. I risultati possono spiegare la fatica fisica comunemente riferita dai pazienti con deficit di vitamina D, con vaste implicazioni per una larga parte della società.

La vitamina D è un ormone prodotto nella pelle utilizzando energia dalla luce solare e in misura minore, derivata da fonti alimentari. La carenza di vitamina D è un importante problema di salute pubblica ed i casi diagnosticati sono in aumento. L”ormone è essenziale per la buona salute delle ossa. Accanto alla scarsa salute delle ossa, l’affaticamento muscolare è un sintomo comune nei pazienti con deficit di vitamina D. Questa fatica potrebbe essere causata da un problema nei mitocondri: le ‘centrali’ all’interno di ogni cellula del corpo. Uso di glucosio e ossigeno, sono necessari ai  mitocondri per produrre energia in una forma che può essere utilizzata dalla cellula (una molecola ricca di energia chiamato ATP). Le cellule muscolari hanno bisogno di grandi quantità di ATP per il movimento e utilizzano fosfocreatina come fonte di energia pronta e disponibile per produrre ATP. I mitocondri anche ricostituire la  fosfocreatina, dopo la contrazione muscolare. La misura del tempo necessario per ricostituire la  fosfocreatina è una misura dell’efficienza mitocondriale: migliore funzione mitocondriale è associato con tempi più brevi di recupero di fosfocreatina.

I ricercatori della Newcastle University, guidati dal dottor Akash Sinha  del Newcastle upon Tyne Hospitals NHS Foundation Trust, hanno indagato i tempi di recupero di fosfocreatina in pazienti con deficit di vitamina D. Hanno utilizzato un metodo non invasivo di scansione a risonanza magnetica per misurare la dinamica della fosfocreatina in risposta all’esercizio fisico nei muscoli del polpaccio, di 12 pazienti con grave carenza di vitamina D prima e dopo il trattamento con vitamina D. Questa è la prima volta che viene condotto uno studio di questo tipo .

- Advertisement -

Il team ha scoperto che il recupero di  fosfocreatina è migliorato significativamente dopo che i pazienti hanno assunto una dose fissa di vitamina D per via orale per 10-12 settimane (in media il tempo di recupero di fosfocreatina mezzo diminuito da 34.4sec a 27.8sec, p <0,001). Tutti i pazienti hanno riferito un miglioramento dei sintomi di stanchezza  con supplementazione seguente. In uno studio parallelo, il gruppo ha dimostrato che bassi livelli di vitamina D erano associati a ridotta funzionalità mitocondriale (r = -0,41, p = 0,009).

La ricerca mostra per la prima volta che i livelli di vitamina D sono correlati con efficienza muscolare e che il metabolismo muscolare aerobico, migliora con la supplementazione di vitamina D. Anche se si tratta di un piccolo studio, stabilisce una chiara prova di principio e (per la prima volta) un legame tra vitamina D e funzione dei mitocondri nell’uomo. I meccanismi alla base di questo effetto sono una strada per la ricerca futura da parte del gruppo, che ha anche lo scopo di stabilire se la supplementazione di vitamina D potrebbe alleviare la fragilità negli anziani o migliorare la capacità di esercizio degli atleti.

“I pazienti con deficit di vitamina D spesso hanno sintomi di affaticamento muscolare. I nostri risultati in un piccolo gruppo di pazienti con più bassi livelli di vitamina D, mostrano che l’efficienza muscolare migliora significativamente quando lo stato della vitamina D è migliorato.”

Fonte  Abstracts endocrine , 2013, DOI: 1:10.1530/endoabs.31.OC1. 6

- Advertisement -

 

ULTIMI ARTICOLI

Melanoma: un peptide ritarda la crescita

(Melanoma-Immagini in fase time-lapse di cellule di melanoma B16F10-Nex2 trattate con Rb4 e Scr-Rb4. (A) I pannelli sono campi rappresentativi delle cellule B16F10-Nex2 dopo il...

Mounjaro approvato per il controllo della glicemia nel diabete di tipo 2

(Mounjaro-Immagine Credit Public Domain). "L'iniezione di Mounjaro (tirzepatide) è stata approvata come aggiunta alla dieta e all'esercizio fisico per migliorare il controllo della glicemia negli...

Prevenire l’aterosclerosi, causa di malattie cardiache

(Aterosclerosi-Immagine Credit Istituto La Jolla per l'immunologia). Prevenire l'aterosclerosi, la causa alla base delle malattie cardiache, significa che gli scienziati devono capire come le cellule...

Monkeypox diventa globale: perché gli scienziati sono in allerta

(Monkeypox-Immagine Credit Agenzia per la sicurezza sanitaria/biblioteca scientifica del Regno Unito). Gli scienziati stanno cercando di capire perché Monkeypox, un parente meno letale del vaiolo,...

Compresse di iodio potrebbero aiutare in caso di guerra nucleare?

(Iodio-Immagine Credit Public Domain). Il mondo è cambiato il 24 febbraio 2022. L'attacco della Russia all'Ucraina ha segnato la più grande guerra che l'Europa abbia...