La terapia antipiastrinica combinata con Cilostazol ha ridotto il rischio di ictus ricorrente

ictus

 I sopravvissuti all’ ictus che assumono una combinazione di cilostazolo antipiastrinico con aspirina o clopidogrel hanno avuto un rischio minore di recidiva ischemica rispetto a quelli che hanno ricevuto solo aspirina o clopidogrel, secondo una ricerca presentata all’American Stroke Associazione International Stroke Conference 2019, un incontro mondiale per ricercatori e clinici dedicato alla scienza e al trattamento delle malattie cerebrovascolari.

‘Sebbene l’aspirina e il clopidogrel abbiano dimostrato di ridurre la recidiva precoce dell’ictus ischemico, i benefici sembrano essere brevi e sono compromessi dal rischio di sanguinamento maggiore nell’uso a lungo termine’, ha detto l’autore principale dello studio  Kazunori Toyoda,  Deputy Direttore Generale dell’Ospedale, Centro Nazionale Cerebrale e Cardiovascolare a Suita, Osaka, Giappone.

Vedi anche Ictus, benefici costanti dalla trombectomia endovascolare.

Poiché il cilostazolo ha dimostrato di prevenire la recidiva dell’ictus senza aumentare il sanguinamento grave rispetto all’aspirina, i ricercatori hanno studiato se la duplice terapia antipiastrinica che coinvolge il cilostazolo sia sicura e adatta all’uso a lungo termine.

In uno studio multicentrico in aperto, a gruppi paralleli, denominato Cilostazol Stroke Prevention Study for Antiplatelet Combination (CSPS.com), i pazienti ad alto rischio sono stati assegnati in modo casuale a ricevere aspirina o clopidogrel da soli o una combinazione di cilostazolo con aspirina o clopidogrel in 292 siti in Giappone per circa quattro anni. Lo studio ha incluso 1.839 pazienti, tra cui 756 con aspirina e 1.083 con clopidogrel che avevano subito un ictus ischemico fino a sei mesi prima.

I ricercatori hanno trovato:

il rischio di una ricorrenza di ictus ischemico nei pazienti ad alto rischio era meno comune con la combinazione di farmaci a lungo termine con cilostazolo più aspirina o clopidogrel rispetto alla terapia a lungo termine con aspirina o clopidogrel da soli.

Entrambi gli approcci avevano un rischio simile di sanguinamento maggiore.

Lo studio è stato finanziato da Otsuka Pharmaceutical Co. Ltd.

Fonte, American Herth Association


Altri articoli su ictus