La sclerosi multipla potrebbe essere collegata ad una tossina presente nelle pecore

SM

Immagine: demielinizzazione da parte della SM. Il tessuto colorato CD68 mostra numerosi macrofagi nell’area della lesione.Scala originale 1: 100. Credito: Marvin 101 / Wikipedia.

L’ esposizione ad una tossina che si trova principalmente nelle pecore potrebbe essere collegata allo sviluppo della sclerosi multipla (SM) negli esseri umani, secondo una nuova ricerca condotta dall’Università di Exeter e MS Sciences Ltd. Lo studio ha rilevato che le persone con SM hanno, rispetto ad altre persone sane, hanno anticorpi contro la tossina Epsilon o ETX, suggerendo che potrebbero essere state esposte alla tossina in un dato momento.

ETX, prodotto nell’intestino del bestiame dal batterio Clostridium perfringens, danneggia il cervello dell’animale e può ucciderlo.

La tossina è stata per lo più studiata come la causa di un tipo di avvelenamento del sangue nelle pecore, noto come enterotossiemia.

“La nostra ricerca suggerisce che esiste un legame tra la tossina epsilon e la SM“, ha affermato il Professor Rick Titball, dell’Università di Exeter.

“Le cause della SM non sono ancora completamente comprese e, anche se è possibile che questa tossina giochi un ruolo nello sviluppo della malattia, è troppo presto per dirlo con certezza. Sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere come la tossina potrebbe svolgere un ruolo nella SM e come questi risultati potrebbero essere utilizzati per sviluppare nuovi test o trattamenti”.

( Vedi anche:Potenziale nuovo approccio per il trattamento della sclerosi multipla).

A seguito di segnalazioni che alcuni pazienti affetti da SM negli Stati Uniti hanno anticorpi contro la tossina epsilon, i ricercatori della Exeter hanno testato pazienti del Regno Unito per tali anticorpi.

Utilizzando due metodi diversi, il 43% dei pazienti con SM è risultato positivo agli anticorpi contro la tossina epsilon, rispetto al 16% delle persone di un gruppo di controllo.

“C’è un corpo crescente di prove più ampie che rimandano a un’ipotesi che collega MS ed ETX, e siamo fiduciosi che questi risultati significativi del nostro ultimo studio ci aiuteranno ad avvicinarci ancora di più a una risposta per i trigger elusivi della SM“, ha detto Simon Slater, Direttore di MS Sciences Ltd.

“Se il legame tra tossina epsilon e SM sarà dimostrato, allora questo suggerirebbe che la vaccinazione potrebbe essere un trattamento efficace per la sua prevenzione o per il trattamento nelle prime fasi della malattia. E’ interessante notare che sebbene la  epsilon sia nota per essere molto potente, nessun vaccino umano è mai stato sviluppato contro di essa”.

La SM, più comunemente diagnosticata nelle persone tra i 20 e i 30 anni, può colpire il cervello, causando una vasta gamma di potenziali sintomi inclusi problemi di vista, movimento delle braccia o delle gambe, sensazione ed equilibrio.

Si stima che ci siano più di 100.000 persone con diagnosi di SM nel Regno Unito.

Fonte:

Altri articoli su SM