La flunarizina può rallentare la crescita del cancro al seno triplo negativo

cancro al seno triplo negativo

La flunarizina può rallentare la crescita del cancro al seno triplo negativo.

I composti approvati dallo Screening Food and Drug Administration (FDA) per la loro capacità di fermare la crescita del cancro in laboratorio hanno portato alla scoperta che la flunarizina può rallentare la crescita del cancro al seno triplo negativo in un modello animale della malattia.

 Guidato dai ricercatori del Baylor College of Medicine e del National College of Medicine dell’Università di Taiwan, il team mostra nella rivista Scientific Reports come un nuovo approccio può potenzialmente portare alla scoperta di farmaci in un modo più rapido e meno costoso rispetto alle tradizionali strategie di sviluppo di farmaci.

“Ci siamo concentrati sulla ricerca di modi per interrompere gli effetti di una classe di proteine ​​chiamata Ras che sono potenti promotori di una vasta gamma di tumori. In questo studio proof-of-concept abbiamo stabilito una strategia per colpire N-Ras per la terapia”, ha detto il co-autore corrispondente, il Dott. Eric C. Chang, Professore associato di biologia molecolare e cellulare al Lester and Sue Smith Breast Center presso il Dan L Duncan Comprehensive Cancer Center at Baylor.

N-Ras guida una forma di carcinoma mammario triplo negativo, una forma di cancro molto aggressiva per la quale non è disponibile alcuna terapia mirata. Interferire direttamente con le proteine ​​Ras ha dimostrato di essere difficile “, spiega Chang, “ma questo è importante perché RAS può guidare la resistenza ad altre forme di trattamento che mirano ai percorsi a valle”. Pertanto, lui ed i suoi colleghi hanno cercato composti sicuri e approvati in grado di ridurre la quantità di N-Ras nelle cellule tumorali alterando la naturale capacità della cellula di degradare questa proteina.

Vedi anche,Nuovo trattamento per un tipo di cancro al seno triplo negativo.

“Il nostro test ci consente di determinare visivamente quali farmaci promuovono il degrado di N-Ras“, ha affermato Chang. “Abbiamo etichettato le proteine ​​N-Ras con un tag verde fluorescente. Se le proteine ​​fluorescenti N-Ras sono state distrutte, la fluorescenza si perde.Questi test sono stati condotti con un sistema di microscopia automatizzato nel laboratorio del co-autore Dr. Stephen Wong presso il Methodist Hospital Research Institute”.

Chang e i suoi colleghi hanno testato un numero di composti approvati dalla FDA sulle loro cellule verdi. I farmaci che hanno fatto sparire il colore verde sono stati quelli che hanno degradato l’N-Ras nelle cellule e sono stati potenziali candidati per testare ulteriormente i loro effetti sulla crescita del cancro. Di tutti i composti che i ricercatori hanno testato, la flunarizina ha funzionato meglio degli altri in questo test.

Un potenziale nuovo scopo per un vecchio farmaco

“La flunarizina è stata usata nella pratica medica per decenni per trattare vertigini e per prevenire emicranie”, ha detto Chang. “Il nostro studio mostra una sua nuova funzione che è quella di promuovere il degrado del N-Ras che a sua volta promuove il cancro“.

I ricercatori hanno anche testato l’effetto della flunarizina in un modello murino di carcinoma mammario triplo negativo e hanno scoperto che rallentava la crescita del tumore. Hanno determinato che la flunarizina promuove la degradazione di N-Ras migliorando un percorso cellulare naturale chiamato autofagia. 

“Esaminare farmaci esistenti relativamente sicuri per nuove funzioni è una strategia preziosa per identificare i farmaci che possono potenzialmente essere usati per curare malattie per le quali attualmente non ci sono trattamenti disponibili”, ha detto Chang. “Riprogrammare i percorsi che degradano i materiali cellulari può essere una strategia efficace per rimuovere un driver del cancro che è altrimenti difficile da raggiungere“.

Fonte, Scientific Reports

Altri articoli su cancro al seno triplo negativo