La dieta può aiutare il trattamento del cancro?

cancro,dieta

La dieta è già una parte fondamentale della gestione di malattie come il diabete e l’ipertensione, ma nuove ricerche si aggiungono a un numero crescente di prove che potrebbe aiutare anche il trattamento del cancro.

Lo studio, pubblicato giovedì sulla rivista Nature, ha scoperto che limitare l’assunzione di un aminoacido presente nella carne rossa e nelle uova ha migliorato significativamente il trattamento del cancro nei topi, rallentando la crescita tumorale.

“Questi effetti della dieta sono molto forti e rilevabili sui farmaci che non sempre funzionano”, ha detto il ricercatore capo Jason Locasale, Professore associato presso la School of Medicine della Duke University.

“Ciò che questo studio sta mostrando è che ci sono molte situazioni in cui un farmaco da solo non funziona, ma se si combina il farmaco con la dieta, il farmaco funziona bene “, ha detto ad AFP il ricercatore.

Lo studio si è concentrato sulla limitazione dell’assunzione dell’aminoacido metionina che è la chiave di un processo che aiuta le cellule tumorali a crescere.

La restrizione di metionina è già stata associata sia all’anti-invecchiamento che alla perdita di peso, ma la sua importanza per le cellule cancerose ha suggerito che potrebbe anche migliorare il trattamento del cancro.

“Affamare il cancro”

I ricercatori hanno prima testato la restrizione della metionina nei topi sani per confermare che aveva gli effetti desiderati sul metabolismo e poi sono passati a testare l’aminoacido sui topi con carcinoma del colon-retto e sarcomi dei tessuti molli.

Hanno scoperto che una bassa dose di chemioterapia, che da sola non ha avuto alcun effetto sul carcinoma del colon-retto, ha portato a “marcata inibizione della crescita del tumore” quando combinata con la restrizione della metionina.

Allo stesso modo, combinando la restrizione della metionina con la radioterapia nel caso del sarcoma dei tessuti molli si è ridotta la crescita del tumore.

“Stai affamando le cellule tumorali di alcuni nutrienti, a un livello molto elementare”, ha spiegato Locasale che ha precisato che questi risultati non dovrebbero essere estrapolati oltre i tumori testati finora e che la ricerca deve ancora essere testata sull’uomo.

“Quello che stiamo dimostrando è che ci sono interazioni molto interessanti tra il cibo che mangiamo, come cambia il metabolismo … e poi come quei cambiamenti nel metabolismo cellulare potrebbero avere un effetto sulla crescita del tumore“.

Vedi anche, Scoperto possibile collegamento tra elevato consumo di bevande zuccherate e cancro.

“Prima di trarre conclusioni sul potenziale della restrizione dietetica come approccio alla cura del cancro, sono necessari studi sull’uomo “, ha affermato Paul Pharoah, Professore di Epidemiologia  all’Università di Cambridge.

“Uno studio davvero eccitante”

Locasale e i suoi colleghi hanno esteso la ricerca testando una dieta con metionina limitata in sei esseri umani sani e hanno scoperto che l’effetto sul metabolismo umano sembrava simile a quello osservato nei topi.

Ciò suggerisce che la dieta potrebbe avere un effetto simile su alcuni tumori nell’uomo, sebbene Locasale abbia avvertito che è troppo presto per trarre conclusioni definitive.

Questo lavoro si aggiunge a una serie di ricerche che suggeriscono che la dieta può svolgere un ruolo importante nella cura del cancro.

L’anno scorso, uno studio ha dimostrato che un tipo di farmaco chemioterapico era più efficace in combinazione con una dieta povera di zuccheri e ricca di proteine ​​e grassi. Altri tumori sembrano essere meglio combattuti in combinazione con diete a basso contenuto di zuccheri.

In futuro,  i medici saranno finalmente in grado di consigliare ai malati di cancro di seguire diete specifiche per assistere il loro trattamento.

“Non ci siamo ancora arrivati, ma l’obiettivo è questo”, conclude il ricercatore.

Fonte, Nature


Altri articoli su cancro, dieta