HomeMedicina AlternativaLa barberina promettente contro il cancro ai polmoni

La barberina promettente contro il cancro ai polmoni

(La barberina è un composto del crespino-Immagine Credito: Pixabay / _Alicja_ / 2704).

La berberina, un composto naturale che si trova nel crespino, una pianta appartenente alla famiglia delle Berberidaceae, diffusa in Europa continentale ed in Medio Oriente, sopprime la proliferazione delle cellule tumorali del polmone in laboratorio, secondo una nuova ricerca. Riduce anche l’infiammazione delle vie aeree e il danno alle cellule polmonari sane esposte alle sostanze chimiche del fumo di sigaretta.

Il cancro del polmone è la principale causa di decessi correlati al cancro a livello globale, con circa 1,8 milioni di decessi segnalati ogni annoL’infiammazione cronica è un fattore di rischio per il cancro ai polmoni e altre malattie come la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e l’asma.

- Advertisement -

La berberina ha mostrato benefici terapeutici per il diabete e le malattie cardiovascolari. Eravamo ansiosi di esplorare il suo potenziale nella soppressione del cancro ai polmoni e nella riduzione dell’infiammazione“, afferma il ricercatore capo Dr. Kamal Dua, docente senior in Farmacia presso l’Università della Tecnologia di Sydney (UTS).

La valutazione dell’effetto della berberina sul cancro del polmone non a piccole cellule è stata appena pubblicata sulla rivista Pharmaceutics e mostra che la berberina esibisce una potente attività antitumorale, sopprimendo la crescita delle cellule tumorali in vitro.

Il potenziale meccanismo d’azione per l’attività antitumorale è stato determinato misurando i livelli di mRNA dei geni associati al tumore e i livelli di espressione proteica. La ricerca ha dimostrato che la berberina sovraregola i geni oncosoppressori e sottoregola le proteine ​​coinvolte nella migrazione e proliferazione delle cellule tumorali.

Vedi anche:Un farmaco promettente può arrestare il gene che causa il cancro al seno e ai polmoni

- Advertisement -

Lo studio segue una ricerca recentemente pubblicata su Antioxidants, guidata anche dal Dr. Dua, che mostra che la berberina può inibire lo stress ossidativo e ridurre l’infiammazione e la senescenza cellulare indotte dall’estratto di fumo di sigaretta nelle cellule polmonari sane umane coltivate in laboratorio.

Il team di ricerca comprende il Professor Phil Hansbro, il Professor Brian Oliver, il Dottor Bikash Manandhar e il Dottor Keshav Raj Paudel insieme a collaboratori internazionali dell’Università medica internazionale in Malesia e dell’Università di Qassim in Arabia Saudita.

L’obiettivo del Dr. Dua è esplorare il potenziale curativo delle piante medicinali tradizionali e come i loro composti attivi agiscono a livello cellulare. Ha un background di ricerca multiforme con esperienza nella tecnologia di somministrazione di farmaci, scienze biomediche, immunologia e microbiologia.

La berberina è stata a lungo utilizzata nella medicina tradizionale cinese e ayruvedica; tuttavia, i suoi benefici terapeutici sono stati limitati dalla mancanza di solubilità in acqua e assorbimento nell’intestino, nonché dalla tossicità a dosi più elevate.

Per superare queste sfide, il Dr. Dua ha sviluppato  nanoparticelle cristalline liquide, un sistema avanzato di somministrazione di farmaci che incapsula la berberina in minuscole sfere polimeriche solubili e biodegradabili per migliorare la sicurezza e l’efficacia.

Spiegano i ricercatori:

Il cancro del polmone non a piccole cellule (NSCLC) è la forma più comune di cancro ai polmoni, che è una delle principali cause di decessi per cancro in tutto il mondo. La berberina è un alcaloide isochinolinico disponibile in commercio per l’uso come integratore per il trattamento del diabete e delle malattie cardiovascolari. Tuttavia, i benefici terapeutici della berberina sono limitati dalla sua biodisponibilità estremamente bassa e dalla sua tossicità a dosi più elevate. Prove crescenti suggeriscono che l’incorporazione di composti farmaceutici nelle nanoparticelle di cristalli liquidi fornisce una nuova piattaforma per il rilascio sicuro, efficace, stabile e controllato delle molecole del farmaco. Questo studio mirava a una formulazione ottimizzata di nanoparticelle cristalline liquide caricate con berberina-fitantriolo (BP-LCN) e a studiare l’attività antitumorale in vitro in una linea cellulare di adenocarcinoma polmonare umano A549. La formulazione BP-LCN che possiede caratteristiche ottimali che è stata utilizzata in questo studio, aveva una dimensione delle particelle e un tasso di efficienza di intrappolamento favorevoli (75,31%) e un profilo di rilascio del farmaco superiore. Il potenziale meccanismo d’azione della formulazione è stato determinato misurando i livelli di mRNA dei geni associati al tumorePTEN, P53 e KRT18 e i livelli di espressione proteica con un array di proteine ​​oncologiche umane. I BP-LCN hanno diminuito l’attività di proliferazione, migrazione e formazione di colonie delle cellule A549 in modo dose-dipendente sovraregolando l’espressione dell’mRNA di PTEN e P53 e sottoregolando l’espressione dell’mRNA di KRT18. Allo stesso modo, i BP-LCN hanno anche ridotto l’espressione di proteine ​​​​correlate alla proliferazione e migrazione delle cellule tumorali. Questo studio mette in evidenza l’utilità delle LCN a base di fitantriolo nell’incorporare molecole di farmaci con basso assorbimento GI e biodisponibilità per aumentare la loro efficacia e potenza farmacologiche nel NSCLC).

Decenni di ricerca hanno dimostrato che il fumo di sigaretta è tossico per le cellule polmonari, causando infiammazione delle vie aeree e accelerando malattie come il cancro, la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e l’asma.

I ricercatori hanno scoperto che la berberina ha soppresso la generazione di sostanze chimiche infiammatorie, chiamate specie reattive dell’ossigeno che causano effetti dannosi alle cellule. Ha anche modulato i geni coinvolti nell’infiammazione, lo stress ossidativo e ha ridotto la senescenza cellulare prematura.

Il Dr. Dua sta lavorando a stretto contatto con le aziende con sede a Sydney per portare questa ricerca al livello successivo e identificare la migliore formulazione e sistema di consegna per queste nanoparticelle.

Fonte: Pharmaceutics

 

ULTIMI ARTICOLI

Cancro del polmone: quando la radioterapia fallisce

(Cancro del polmone-Immagine: a sinistra, un adenocarcinoma colorato del polmone. La sezione B ingrandita mostra tessuto polmonare sano, la sezione C ingrandita un adenocarcinoma. La...

Malattia di Krabbe: i neuroni possono provocare la propria distruzione

(Malattia di krabbe-Immagine: il Dottor Daesung Shin (a sinistra) e uno studente laureato Jacob Favret (a destra) discutono della neurodegenerazione riscontrata nel modello della...

Antidolorifici: in che modo bloccano il dolore?

(Antidolorifici-Immagine Credit Public Domain). Sebbene il dolore possa essere orribile, ha uno scopo utile. Senza la capacità di provare dolore, la vita è più pericolosa....

Antichi microbi possono aiutarci a trovare forme di vita extraterrestri

Utilizzando proteine ​​che catturano la luce nei microbi viventi, gli scienziati hanno ricostruito com'era la vita per alcuni dei primi organismi della Terra. Questi sforzi potrebbero...

Alimenti geneticamente modificati: chi si fida?

Attraverso CRISPR e altre tecnologie di modifica genetica, ricercatori e sviluppatori sono pronti a portare dozzine - se non centinaia - di nuovi prodotti nei...