Il consumo di carne rossa e carne bianca ha uguali effetti negativi sui livelli di colesterolo

colesterolo

Contrariamente alla credenza popolare, il consumo di carne rossa, così come il consumo di carne bianca, ha uguali effetti sui livelli di colesterolo nel sangue, secondo uno studio pubblicato oggi sull’American Journal of Clinical Nutrition.

Lo studio, condotto da scienziati del Children’s Hospital Oakland Research Institute (CHORI) – il braccio di ricerca dell’UCSF Benioff Children’s Hospital di Oakland – ha sorpreso i ricercatori con la scoperta che consumare alti livelli di carne rossa o di di carne bianca, comportava livelli più elevati di colesterolo nel sangue che consumare una quantità paragonabile di proteine ​​vegetali. Inoltre, questo effetto è stato osservato indipendentemente dal fatto che la dieta contenesse alti livelli di grassi saturi, che aumentavano il colesterolo nel sangue nella stessa misura di tutte e tre le fonti proteiche.

“Quando abbiamo pianificato questo studio, ci aspettavamo che la carne rossa avesse un effetto più negativo sui livelli di colesterolo nel sangue rispetto alle carni bianche, ma siamo rimasti sorpresi dal fatto che non era così – i loro effetti sul colesterolo sono identici quando i livelli di grassi saturi sono equivalenti”, ha detto l’autore senior dello studio Ronald Krauss, scienziato senior e Direttore della ricerca sull’aterosclerosi al CHORI.

Krauss, che è anche Professore di medicina dell’ UCSF, ha osservato che le carni studiate non includevano carne di manzo nutrito con erba o prodotti trasformati come pancetta o salsiccia; né includeva il pesce.

Ma i risultati sono stati notevoli, in quanto hanno indicato che limitare la carne, sia rossa che bianca, è più consigliabile per abbassare i livelli di colesterolo nel sangue di quanto si pensasse in precedenza. Lo studio ha scoperto che le proteine ​​vegetali sono le più salutari per il colesterolo nel sangue.

Questo studio, chiamato APPROACH (Animal and Plant Protein and Cardiovascular Health), ha anche scoperto che consumare elevate quantità di grassi saturi aumenta le concentrazioni di grandi particelle LDL arricchite di colesterolo, che hanno una connessione più debole alle malattie cardiovascolari rispetto alle particelle LDL più piccole.

Vedi anche, Le proteine della soia riducono i livelli di colesterolo.

Allo stesso modo, la carne rossa e bianca ha aumentato le quantità di LDL di grandi dimensioni. Pertanto, l’uso di livelli standard di colesterolo LDL come misura del rischio cardiovascolare può portare a sovrastimare il rischio sia per l’assunzione più alta di carne che per l’assunzione di grassi saturi, poiché i test standard del colesterolo LDL possono principalmente riflettere livelli di particelle LDL più grandi.

Il consumo di carne rossa è diventato impopolare negli ultimi decenni a causa delle preoccupazioni sulla sua associazione con l’aumento delle malattie cardiache. Le linee guida alimentari governative hanno incoraggiato il consumo di pollame come un’alternativa più salutare alla carne rossa.

“Ma fino ad ora non c’era stato un confronto completo sugli effetti della carne rossa, delle carni bianche e delle proteine ​​non animali sul colesterolo nel sangue”, ha detto Krauss. “Le proteine ​​non animali come verdure, latticini e legumi, come i fagioli, mostrano il miglior beneficio per il  colesterolo”, ha detto il ricercatore.

“I nostri risultati indicano che l’attuale consiglio di limitare la carne rossa e non la carne bianca non dovrebbe basarsi solo sui loro effetti sul colesterolo nel sangue”, ha detto Krauss. “In effetti, altri effetti del consumo di carne rossa potrebbero contribuire alle malattie cardiache, e questi effetti dovrebbero essere esaminati in modo più dettagliato nel tentativo di migliorare la salute”.

Fonte, EurekAlert


Altri articoli su colesterolo