Grandi progressi compiuti contro il diabete nel 2019

0
45

Un nuovo sistema di pancreas artificiale, farmaci che aiutano a controllare lo zucchero nel sangue e proteggono il cuore e i reni, un nuovo farmaco che ritarda il diabete di tipo 1 e un nuovo modo di tenere traccia dello zucchero nel sangue durante il giorno —Il 2019 è stato un anno piuttosto importante per la cura del diabete.

“Questo è stato un buon anno per i pazienti con diabete. Ci sono stati molti cambiamenti e ci sono più opzioni. Questi cambiamenti avranno benefici di vasta portata”, ha spiegato il Dott. Akankasha Goyal, un endocrinologo presso la NYU Langone Health a New York City.

Ecco alcuni dei progressi compiuti contro il diabete nel 2019:

Ritardare il diabete di tipo 1

Un trattamento immunoterapico chiamato Teplizumab ha ritardato l’insorgenza del diabete di tipo 1 nelle persone ad alto rischio di sviluppare la malattia. Inoltre, il farmaco viene ora testato in uno studio di fase 3 su persone a cui è stato recentemente diagnosticato il diabete di tipo 1.

Un altro farmaco, la Globulina anti-timocita (ATG), è stato somministrato a persone con diabete di tipo 1 di nuova diagnosi. Quest’anno sono stati pubblicati i risultati di due anni di studio. Il farmaco ha contribuito a preservare la funzione delle cellule beta che producono insulina e ha abbassato i livelli di zucchero nel sangue.

“Questi sono stati risultati sorprendenti in una popolazione con diabete di tipo 1 di nuova insorgenza”, ha affermato Sanjoy Dutta, vicePresidente della ricerca presso la JDRF (ex Juvenile Diabetes Research Foundation). Oltre a Teplizumab e ATG, quest’anno ci sono stati numerosi altri promettenti studi sui farmaci”, ha affermato Dutta.

Vedi anche, I canali del calcio svolgono un ruolo chiave nello sviluppo del diabete

Il brusio della tecnologia per il diabete

A metà dicembre, la Food and Drug Administration degli Stati Uniti ha approvato il Tandem Control-IQ, un algoritmo che può essere utilizzato con la pompa per insulina Tandem t: slim X2 e il sistema di monitoraggio continuo del glucosio Dexcom G6. L’algoritmo stesso potrebbe essere potenzialmente utilizzato anche con altri dispositivi. L’algoritmo non è ancora stato progettato per essere privo di input dell’utente. Le persone devono inserire la quantità di carboidrati che mangiano nella macchina in modo che possa calcolare la corretta dose di insulina.

Un altro sistema, l’iLet di Beta Bionics, ha ottenuto lo status di “dispositivo rivoluzionario” dalla FDA a dicembre. Ciò significa che il dispositivo può passare più rapidamente attraverso il processo di approvazione. Questo sistema di pancreas artificiale è progettato per essere completamente automatico. L’unico input che gli utenti devono fornire è il loro peso.

Un diverso tipo di progresso nella tecnologia è arrivato per le persone che usano monitor di glucosio continuo (CGM). A giugno, la FDA ha approvato Eversense CGM da Senseonics. Invece di un sensore indossato all’esterno del corpo con un filo sottile inserito sotto la pelle, il sensore Eversense viene impiantato sotto la pelle e viene indossato per 90 giorni. Altri sensori CGM sono generalmente indossati per una settimana o due. Le informazioni dal sensore vengono inviate a un’app sul telefono dell’utente tramite un trasmettitore indossato sul corpo.

Gestione delle complicanze cardiache e renali

Diverse nuove classi di farmaci sono state introdotte nell’ultimo decennio, inclusi farmaci noti come SGLT2 (Farxiga, Jardiance, Invokana) e GLP1 (Trulicity, Victoza, Ozempic, Bydureon, Byetta, Adlyxin). I ricercatori stanno imparando che  questi farmaci non solo aiutano a ridurre i livelli di zucchero nel sangue, ma aiutano anche a proteggere il cuore e i reni.

Uno studio pubblicato all’inizio dell’anno ha scoperto che sia SGLT2 che GLP1 hanno ridotto il rischio di malattie cardiache e dei vasi sanguigni nelle persone con una storia di tali problemi. La ricerca ha anche scoperto che gli SGLT2 potrebbero ridurre significativamente il rischio di insufficienza cardiaca nelle persone con diabete di tipo 2. Entrambe le classi di farmaci hanno anche mostrato effetti positivi sulla salute dei reni, ma gli SGLT2 sembravano offrire una maggiore protezione dei reni.

“Queste nuove classi di farmaci abbassano i livelli di glucosio nel sangue e aiutano a ridurre il rischio di complicanze. Non lo vediamo con altri farmaci”, ha detto Goyal.

Un farmaco GLP1 – liraglutide (Victoza) – è stato approvato dalla FDA a giugno 2019 per trattare il diabete di tipo 2 nei bambini di età pari o superiore a 10 anni. È il primo farmaco oltre alla metformina e all’insulina che è stato approvato per il trattamento del diabete pediatrico di tipo 2.

Trattare grave glicemia bassa

Dutta ha anche osservato che due nuove versioni di glucagone, un ormone usato per trattare episodi di glicemia grave, sono state approvate dalla FDA. Uno si chiama Baqsimi, somministrato attraverso il naso tramite un dispositivo speciale. È il primo tipo di glucagone non iniettabile. La seconda versione approvata è un autoiniettore chiamato GVOKE, progettato per essere più facile da usare per gli operatori sanitari. Fino a quest’anno, il glucagone era disponibile solo in un kit che richiedeva agli utenti di miscelare una polvere secca con acqua sterile e quindi di estrarla in una siringa per iniettarla.

Fonte, Medicalxpress