HomeSaluteTumoriGlioma di alto grado: biomarkers del sangue lo identificano

Glioma di alto grado: biomarkers del sangue lo identificano

(Glioma-Immagine Credit Public Domain).

I biomarcatori infiammatori sistemici possono aiutare a differenziare il linfoma primario del sistema nervoso centrale (PCNSL) dal glioma di alto grado (HGG), secondo uno studio pubblicato online il 4 aprile su CNS Oncology.

Esiste una complessa interazione tra cancro e infiammazione che può manifestarsi come un aumento dei biomarcatori infiammatori nel sangue. Tuttavia, l’utilità dei biomarcatori infiammatori sistemici nella diagnosi differenziale non invasiva del linfoma cerebrale primario da glioma di alto grado è generalmente carente. Due semplici biomarcatori sierici, la conta assoluta dei linfociti e l’indice nutrizionale prognostico, facilmente derivati ​​dagli esami del sangue pretrattamento di routine, hanno una correlazione equa e un’accuratezza diagnostica accettabile nel differenziare il linfoma cerebrale dal glioma in pazienti con morfologia simile alla risonanza magnetica.

- Advertisement -

Tejpal Gupta, MD, dell’Homi Bhabha National Institute di Mumbai in India, e colleghi, hanno calcolato gli indici infiammatori sistemici dall’emocromo completo prima del trattamento e dai test di funzionalità epatica e li hanno confrontati con l’istopatologia come standard di riferimento tra 42 pazienti con PCNSL e 16 con HGG.

I ricercatori hanno osservato differenze significative nei valori medi per la conta assoluta dei linfociti e l’indice nutrizionale prognostico tra i pazienti con PCNSL e HGG.

“Questo studio esplorativo unico nel suo genere ha valutato l’utilità dei biomarcatori infiammatori sistemici derivati ​​da esami del sangue di routine in una coorte di pazienti con sospetta PCNSL per differenziarli in modo affidabile da HGG con immagini morfologiche simili”, scrivono gli autori.

Vedi anche:Glioblastoma: nuova terapia verso la sperimentazione clinica

Glioma di alto grado: conclusione

- Advertisement -

I biomarcatori infiammatori sistemici possono potenzialmente integrare le caratteristiche clinico-radiologiche consolidate e aiutare nella diagnosi differenziale di PCNSL da HGG in pazienti con morfologia di imaging simile.

Punti di sintesi

  • Esiste una complessa interazione tra cancro e infiammazione che può manifestarsi come aumento dei livelli di biomarcatori infiammatori sistemici nel sangue.

  • L’utilità dei biomarcatori infiammatori sistemici per aiutare nella diagnosi differenziale non invasiva del linfoma primario del sistema nervoso centrale (PCNSL) da glioma di alto grado (HGG) è carente.

  • Vari biomarcatori infiammatori sistemici possono essere facilmente derivati ​​dagli esami del sangue.

  • I valori medi della conta assoluta dei linfociti e dell’indice nutrizionale prognostico sono significativamente differenti tra PCNSL e HGG.

  • I biomarcatori infiammatori sistemici hanno una discreta accuratezza nella diagnosi differenziale non invasiva di PCNSL da HGG.

Fonte:FutureMedicine

ULTIMI ARTICOLI

La vitamina K previene la morte cellulare

(Vitamina k-Immagine: le cellule “-” muoiono per ferroptosi “+” La vitamina K previene efficacemente la ferroptosi. Credito: Mishima et al., Nature) Una nuova scoperta suggerisce anche...

L’Alzheimer: bassi livelli di beta amiloide la causa?

Una nuova ricerca dell'Università di Cincinnati rafforza l'ipotesi che il morbo di Alzheimer sia causato da un calo dei livelli di una specifica proteina,...

SLA: verso lo sviluppo di una terapia a base di proteine

(SLA-Immagine: effetto di ApoE sulla vitalità di mBEC dopo esposizione al plasma di topo SLA in vitro. A, sono stati osservati numerosi mBEC vitali...

L’ossitocina ha proprietà curative del cuore

(Ossitocina-Immagine Credit Public Doimain). I ricercatori hanno scoperto che l'ossitocina, spesso definita "l'ormone dell'amore", un giorno potrebbe aiutare a guarire i cuori dopo un infarto. Il...

Trombosi: nuova strategia per prevenire i coaguli di sangue

(Trombosi-Immagine Credit Public Domain). Una terapia con nanoparticelle sviluppata dai ricercatori degli University Hospitals (UH) e della Case Western Reserve University prende di mira i...