Home Alimentazione & Benessere Fragole e mirtilli riducono il rischio di attacco cardiaco

Fragole e mirtilli riducono il rischio di attacco cardiaco

Fragole e mirtilli riducono il rischio di attacco cardiaco.
Migliaia di studi di ricerca negli ultimi dieci anni hanno segnato l’importanza critica di consumare una dieta ricca di flavonoidi provenienti da una varietà di verdure e frutta colorate per aiutare a prevenire e addirittura curare, molte malattie croniche. La maggior parte delle piante sono ricche di  composti flavonoidi per la protezione contro i danni del l’ambiente e per crescere  e prosperare. Queste stesse proprietà supportano la salute umana  alterando l’espressione genetica e specificatamente sono destinate a processi metabolici essenziali per scongiurare malattie come il cancro, la demenza e il killer prevalente in uomini e donne, l’attacco cardiaco.
Gli antociani delle bacche riducono  drasticamente il rischio di attacco cardiaco
I ricercatori della Harvard School of Public Salute hanno sviluppato uno studio per analizzare una specifica sottoclasse di flavonoidi, chiamati antociani, che hanno dimostrato di aiutare a dilatare le arterie, contrastare l’accumulo di placca e fornire altri benefici cardiovascolari. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Circulation. Gli scienziati hanno scoperto che le donne che mangiavano almeno tre porzioni di mirtilli e fragole a settimana, avevano significativamente meno rischi di attacchi di cuore. Mirtilli e fragole contengono alti livelli di antociani che hanno già mostrato benefici cardiovascolari in studi di ricerca precedenti.
L’autore dello studio, il Dott. Eric Rimm ha notato che  “Mirtilli e fragole possono essere facilmente aggiunte alla dieta. Questo semplice cambiamento nella dieta, potrebbe avere un impatto significativo sugli sforzi di prevenzione. “ I ricercatori hanno sviluppato una coorte di 93.600 donne, di età compresa tra 25 e 42 che hanno completato i questionari dietetici ogni quattro anni per un periodo di 18 anni.
Mangiare tre a cinque porzioni di bacche miste ogni settimana per ridurre il rischio di attacco cardiaco 
Nel corso del periodo di revisione dello studio, 405 donne hanno sperimentato un attacco di cuore. Il gruppo di studio ha trovato che le donne che hanno consumato mirtilli e fragole, hanno  avuto una riduzione del 32 per cento del rischio di infarto, rispetto alle donne che hanno mangiato le bacche  una volta al mese o meno. È interessante notare che i risultati non sono cambiati nelle donne che hanno consumato una dieta ricca di altre frutta e verdura , fornendo una prova solida che i flavonoidi forniti dalle bacche erano responsabili del beneficio di riduzione del rischio.
Gli autori dello studio hanno concluso “Abbiamo dimostrato che, anche in tenera età, mangiare più di questi frutti può ridurre il rischio di un attacco di cuore più tardi nella vita.” I risultati dello studio erano indipendenti da altri fattori di rischio, come l’età, l’alta pressione sanguigna , storia familiare di infarto, di massa corporea , l’esercizio fisico, il fumo, la caffeina o l’assunzione di alcol. Anche se questo studio è stato realizzato a con l’ausilio di un ampio campione di donne, mangiare da tra 3 e 5 porzioni di frutti di bosco freschi ogni settimana, può ridurre drasticamente il rischio di attacco di cuore negli i uomini e nelle donne, allo stesso modo.

ULTIMI ARTICOLI

Le statine riducono la gravità di COVID-19

Immagine: l'infezione da SARS-CoV-2 (verde, a sinistra) è inibita dal trattamento con 25HC (a destra). Credito: UC San Diego Health Sciences. Non ci sono trattamenti approvati...

Il trattamento con metformina è collegato al rallentamento del declino cognitivo

Immagine: Public Domain. La metformina è il trattamento di prima linea per la maggior parte dei casi di diabete di tipo 2 e uno dei...

Il fruttosio prodotto nel cervello potrebbe essere alla base dell’Alzheimer

Una nuova ricerca pubblicata dall'Anschutz Medical Campus dell'Università del Colorado propone che la malattia di Alzheimer possa essere guidata dall'iperattivazione del fruttosio prodotto nel...

Come il microbioma della madre influenza il neurosviluppo fetale

Immagine: Public Domaian. "Durante la gravidanza nei topi, i miliardi di batteri e altri microbi che vivono nell'intestino di una madre regolano i metaboliti chiave,...

Iniziano le sperimentazioni per una nuova arma contro il Parkinson: la luce

Immagine:Alan Minson dice che i suoi sintomi di Parkinson sono migliorati dopo che ha iniziato a usare un "casco leggero" nel luglio 2019. Credito:RON...