Estratto di luppolo per prevenire il cancro al seno

cancro al seno,luppolo

L’ estratto di luppolo potrebbe aiutare a prevenire il cancro al seno, secondo i nuovi risultati del laboratorio della UIC / NIH Center for Botanical Dietary Supplements Research presso la University of Illinois a Chicago.

La pianta del luppolo e le sue infiorescenze femminili (hop cones o hops), utilizzate comunemente nell’industria della birra per conferire alla bevanda sapore ed aroma caratteristici, contengono diversi tipi di flavonoidi prenilati che hanno mostrato un’attività anti-tumorale in sistemi sperimentali di laboratorio.

( Vedi anche:Importante scoperta rivela come prevenire il cancro al seno nelle donne ad alto rischio)

Da molti anni si è diffusa una convinzione ricorrente che sostiene che il luppolo possiede attività estrogenica e di recente, l’interesse per questa possibilità è in aumento.

Ci sono prove aneddotiche di disturbi mestruali tra raccoglitori femminili di luppolo e in Germania, bagni di luppolo sono utilizzati per ridurre le vampate di calore nelle donne in menopausa. Inoltre, l’ estratto di luppolo è il principale costituente di molte preparazioni commerciali per l’aumento del volume del seno ( Coldham e Sauer 2001). Anche se alcuni studi hanno riportato che gli estratti di luppolo non sono estrogenici ( Fenselau e Talalay 1973 ), altri hanno trovato un elevato effetto estrogenico (vedi Milligan 2002). Una possibile spiegazione di questa discrepanza potrebbe essere determinata dai tipi di estratti di luppolo che vengono valutati come pure dai metodi differenti utilizzati per determinare le proprietà estrogeniche.

Gli integratori alimentari vegetali naturali come il luppolo sono diventati sempre più popolari tra le donne per il trattamento dei sintomi post-menopausa, in quanto sono percepiti come un’alternativa più sicura alla terapia ormonale che è stata collegata ad un aumento del rischio di cancro al seno.Tuttavia, l’efficacia e la potenziale tossicità degli estratti vegetali devono essere ancora verificate.

I ricercatori, guidati da Judy Bolton, Professore di chimica medica e farmacognosia ( farmacognosia è una branca della farmacologia che si occupa dello studio di farmaci ricavati da fonti naturali) all’ UIC College of Pharmacy, hanno applicato l’estratto di luppolo a due diverse linee di cellule del seno per verificare la sua influenza sul metabolismo degli estrogeni, un meccanismo chiave nel cancro al seno. Un composto, 6-prenylnarigenin o 6-PN, ha aumentato un percorso di disintossicazione nelle cellule che è stato collegato a un minor rischio di cancro al seno.

“Abbiamo bisogno di esplorare ulteriormente questa possibilità, ma i nostri risultati suggeriscono che 6-PN potrebbe avere effetti anti-cancro”, ha detto Bolton.

Oltre a 6-PN, Bolton ed i suoi colleghi hanno valutato anche 8-prenylnarigenin (8-PN), isoxanthohumol (IX) e xanthohumol (XH) ( flavonoidi prelinati presenti nel luppolo) per verificare i loro effetti sul metabolismo degli estrogeni nelle cellule del seno. Secondo Bolton, 8-PN ha mostrato solo un leggero aumento del metabolismo nelle cellule del seno, mentre gli altri due composti non hanno mostrato effetti significativi .

Il cancro al seno è uno dei tumori più comunemente diagnosticati nelle donne negli Stati Uniti; circa una donna su otto svilupperà il cancro al seno invasivo nel corso della vita.

La nuova ricerca è stata pubblicata sulla rivista Chemical Research in Toxicology.

Fonte: UIC news

Altri articoli su cancro al seno, luppolo