Home Medicina Alternativa Estratto di crescione potrebbe proteggere i fumatori dal cancro

Estratto di crescione potrebbe proteggere i fumatori dal cancro

Un nuovo studio clinico ha dimostrato la capacità dell’ estratto di crescione di disintossicare i fumatori da alcuni agenti cancerogeni, proteggendoli potenzialmente dal cancro.
L’estratto di crescione ha dimostrato di detossificare alcune sostanze cancerogene nei fumatori e secondo i ricercatori potrebbe essere uno strumento di lotta contro il cancro.

“I fumatori sono a rischio di gran lunga maggiore, rispetto ai non fumatori, di sviluppare il cancro ai polmoni e aiutarli  a smettere dovrebbe essere la priorità per la prevenzione, in queste persone”, afferma il Dr Jian-Min Yuan, Direttore associato della University of Pittsburgh Cancer Institute’s (UPCI) Division of Cancer Control and Population Science.

Egli osserva, tuttavia, che “la nicotina è molto coinvolgente e smettere di fumare può richiedere tempo e molteplici ricadute”.

Il Dr. Yuan e colleghi hanno presentato il loro studio clinico di fase 2 all’ American Association for Cancer Research Annual Meeting a New Orleans.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), il fumo di sigaretta è responsabile di oltre 480.000 decessi ogni anno negli Stati Uniti. Fa danni a quasi ogni organo del corpo e provoca molte malattie.

“Avere un trattamento non tossico tollerabile, come l’ estratto di crescione, che può proteggere i fumatori dal cancro sarebbe uno strumento incredibilmente prezioso”, afferma Dr Yuan.

Per la ricerca, il Dottor Yuan e colleghi hanno arruolato 82 fumatori di sigarette in uno studio clinico randomizzato. Durante la sperimentazione, i partecipanti hanno assunto 10 mg di estratto di crescione che è stato mescolato in 1 ml di olio di oliva, quattro volte al giorno per una settimana o hanno assunto un placebo.

Tutti i partecipanti hanno continuato le loro abitudini regolari di fumare durante il periodo di prova.

I risultati hanno mostrato che in solo 1 settimana, i fumatori che hanno assunto l’estratto di crescione hanno avuto una riduzione del 7,7% nell’attivazione di nitrosamine chetone che è una sostanza che si trova nel fumo di sigaretta.( Si tratta d’un potente procarcinogeno. Viene attivata da CYP2A6. È un biomarker di esposizione al fumo di sigaretta, prodotto durante la stagionatura del tabacco).

Inoltre, l’estratto di crescione ha aumentato la disintossicazione dal benzene del 24,6% e del 15,1% dall’ acroleina, tossine che si trovano anche nel fumo di sigaretta.

È interessante notare che ci sono due geni specifici che sono coinvolti in un percorso genetico che aiuta l’ antiossidante glutatione a rimuovere sostanze cancerogene dal corpo. I partecipanti che non avevano questi due geni hanno mostrato un maggiore beneficio dall’assunzione di estratto di crescione, secondo i ricercatori.

In dettaglio, la detossificazione del benzene è aumentata del 95,4%, dell’ acroleina del 32,7% e del crotonaldehyde del 29,8% , quando i fumatori hanno assunto l’estratto di crescione.

Anche se questi risultati sono molto promettenti, i ricercatori dicono che è necessario uno studio clinico di fase 3 che coinvolga centinaia di persone prima che questo trattamento possa essere raccomandato ai fumatori.

Inoltre, il dottor Yuan avverte che, anche se mangiare crescione fa bene alla salute, non è probabile avere gli stessi vantaggi ottenuti  dalla forma di estratto.

Fonte: Medicalnews


ULTIMI ARTICOLI

Sviluppata una mascherina in grafene che rende innocuo SARS-CoV-2

Un nuovo metodo per realizzare maschere di grafene antibatteriche in modo rapido ed economico è stato scoperto dal Dottor Ye Ruquan, Professore assistente presso...

Migliorare l’immunoterapia per il cancro

Immagine: Public Domain. Il nostro sistema immunitario non solo ci protegge dalle infezioni, ma anche dal cancro. Questa potente protezione si basa in particolare sull'attivazione di...

Dermatite atopica: efficace nei bambini l’applicazione cutanea di probiotici

Immagine: Public Domain. Un trattamento sperimentale per la dermatite atopica che mira a modificare il microbiota cutaneo si è dimostrato efficace nei bambini di 3...

Nuova opzione di trattamento di prima linea per il cancro metastatico del rene

Immagine: Public Domain. I risultati dello studio di fase 3 CheckMate 9ER hanno fornito una nuova opzione di trattamento di prima linea per i pazienti...

La maggior parte delle mascherine fatte in casa stanno facendo un ottimo lavoro

Gli studi indicano che le mascherine fatte in casa aiutano a combattere la diffusione COVID-19 se combinate con il frequente lavaggio delle mani e...