Ecopipam riduce i sintomi della balbuzie

balbuzie

 Un team guidato da uno psichiatra presso l’Università della California, a Riverside, ha testato un farmaco sperimentale chiamato Ecopipam, somministrato per via orale, su adulti affetti da balbuzie in uno studio clinico  e ha scoperto che riduceva i loro sintomi di balbuzie dall’inizio della terapia dopo otto settimane di somministrazione.

I risultati positivi della sperimentazione includevano una maggiore fluidità del parlato, un completamento più veloce della lettura e una durata ridotta degli eventi di balbuzie.

“Ecopipam è stato ben tollerato dai partecipanti allo studio”, ha affermato il Dott. Gerald Maguire, Presidente di psichiatria e neuroscienze presso la UCR School of Medicine che ha guidato lo studio pubblicato questo mese negli Annals of Clinical Psychiatry. ” I pazienti non hanno mostrato effetti avversi gravi, nessuno ha interrotto il trattamento a causa di eventi avversi e non c’erano segnali di aumento di peso o disturbi del movimento anormali, eventi che possono accompagnare altri farmaci usati per trattare la balbuzie”.

Maguire ha aggiunto che Ecopipam verrà ora testato all’inizio del prossimo anno per la sua efficacia e sicurezza nei pazienti adulti che balbettano in uno studio clinico più ampio, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, presso la società biofarmaceutica Emalex Biosciences. Più di 100 adulti in più siti negli Stati Uniti, tra cui UC Riverside, parteciperanno alla sperimentazione in doppio cieco di 12 settimane, cui seguirà un’estensione di un anno in aperto.

“Se Ecopipam alla fine di questo studio sarà considerato un trattamento potenzialmente sicuro ed efficace per la balbuzie, si procederà alla richiesta di approvazione della FDA per il primo farmaco in assoluto per il trattamento della balbuzie, uno sviluppo significativo per milioni di persone in tutto il mondo”, ha detto Maguire, Presidente del consiglio di amministrazione della National Stuttering Association, affetto anche lui da balbuzie.

“Non vediamo l’ora di basarci sulla ricerca avviata dal Dr. Maguire e dai suoi colleghi presso la UC Riverside e di collaborare ai futuri studi clinici su Eopipam in una popolazione di pazienti con opzioni di trattamento farmacologico limitate”, ha affermato Timothy Cunniff, consulente clinico della Emalex Biosciences.

La balbuzie, un disturbo cronico che colpisce circa 3 milioni di americani, inizia più spesso durante l’infanzia e non è nota una causa precisa di questo complesso disturbo comunicativo.

Il neurotrasmettitore dopamina svolge un ruolo importante nel modo in cui la balbuzie è causata nel cervello. Poiché alti livelli di dopamina cerebrale sono associati alla balbuzie, i farmaci hanno mirato alla dopamina per migliorare i sintomi della balbuzie. Ma molti di questi farmaci hanno prodotto disturbi del movimento nei pazienti, così come anomalie metaboliche – effetti negativi non osservati con ecopipam negli studi clinici condotti fino ad oggi.

Ecopipam blocca selettivamente le azioni della dopamina nel suo recettore. I recettori della dopamina possono essere ampiamente classificati in due famiglie in base alle loro strutture: recettori D1 e recettori D2. Ecopipam blocca la dopamina solo nei recettori D1 e quindi può agire in modo diverso rispetto ad altri farmaci disponibili in commercio.

Fonte, EurekAlert


Altri articoli su balbuzie