HomeSaluteCervello e sistema nervosoDepressione: nuovo target per farmaci ad azione rapida

Depressione: nuovo target per farmaci ad azione rapida

(Depressione-Immagine Credit Public Domain).

I ricercatori di Vanderbilt hanno scoperto che la rapida azione antidepressiva della ketamina è dovuta a specifici effetti sinaptici. Questo rappresenta un nuovo obiettivo per lo sviluppo di farmaci che potrebbe colmare un’importante lacuna nella cura della depressione.

La ricerca è stata guidata da Lisa Monteggia, Professoressa di farmacologia e Direttrice del Vanderbilt Brain Institute, Ege Kavalali, Professore e Presidente ad interim del Dipartimento di Farmacologia e William Stokes Professore di Terapia Sperimentale e dal primo autore Kanzo Suzuki, istruttore di ricerca in farmacologia.

- Advertisement -

“Abbiamo esaminato il ruolo funzionale di eEF2K, una proteina coinvolta nell’azione antidepressiva rapida della ketamina, nei neuroni“, ha detto Monteggia. “Abbiamo scoperto che l’induzione di effetti sinaptici simili indipendenti da eEF2K ha portato a rapidi effetti comportamentali analoghi alla ketamina nei modelli preclinici. Questo è il primo studio che esamina direttamente se gli effetti sinaptici stanno producendo l’attività comportamentale antidepressiva della ketamina”.

Vedi anche:Depressione grave: svolta nel trattamento dalla Stanford

Scoprire questo percorso è un passo significativo verso la comprensione dell’azione della ketamina nel cervello ed esplorare se una nuova classe di terapie mirate a questo percorso può fornire un rapido trattamento antidepressivo.

Spiegano gli autori:

- Advertisement -

Studi preclinici identificano la segnalazione del fattore di allungamento eucariotico 2 chinasi (eEF2K) come essenziale per la rapida azione antidepressiva della ketamina. Qui, combiniamo strategie genetiche, elettrofisiologiche e farmacologiche per studiare il ruolo di eEF2K nella funzione sinaptica e scoprire che l’inibizione acuta, ma non cronica, dell’attività di eEF2K induce un rapido ridimensionamento sinaptico nell’ippocampo. La segnalazione dell’acido retinoico (RA) suscita anche una forma simile di ridimensionamento sinaptico rapido nell’ippocampo, che osserviamo è indipendente dalle funzioni di eEF2K. La via di segnalazione dell’AR non è richiesta per l’azione antidepressiva mediata dalla ketamina; tuttavia, l’attivazione diretta del recettore alfa dell’acido retinoico (RARα) evoca una rapida azione antidepressiva simile alla ketamina”.

astratto grafico

Figura miniatura fx1

 

Perchè lo studio è importante

La depressione, che secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità costa 1 trilione di dollari all’anno in perdita di produttività, colpisce 264 milioni di persone in tutto il mondo. Gli attuali trattamenti farmacologici per la depressione richiedono in genere diverse settimane per mostrare efficacia e non sono efficaci in circa la metà dei pazienti. Gli individui la cui depressione è resistente al trattamento hanno un rischio di suicidio molto più elevato.

L’obiettivo di Monteggia e Kavalali è trovare terapie in grado di superare la depressione resistente al trattamento e ridurre la perdita della vita correlata alla depressione.

Qual è il prossimo passo?

Kavalali, Monteggia e i loro laboratori hanno in programma di sondare ulteriormente questi specifici effetti sinaptici necessari per una rapida attività antidepressiva. In particolare, mirano a collegare i cambiamenti sinaptici ai fenotipi comportamentali tracciando sistematicamente l’impatto di questi cambiamenti sui circuiti neuronali.

Fonte:Cell Reports

ULTIMI ARTICOLI

Paradosso biologico offre nuove intuizioni sul mistero del cancro

(Cancro-Immagine: Carlo Maley è ricercatore presso il Biodesign Center for Biocomputing, Security and Society presso l'Arizona State University.Credito: The Biodesign Institute presso l'Arizona State...

Malattie da prioni: come muoiono le cellule cerebrali

(Malattie da prioni-Immagine:neuroni cresciuti in coltura che esprimono una proteina prionica mutante (ciano) che causa malattie da prioni nell'uomo. Questi neuroni mostrano assoni rigonfi che...

Vaccinazione: cosa guida la scelta?

(Vaccinazione-Immagine: modello che collega le variabili di fondo non specifiche del COVID e quelle specifiche del COVID con i cambiamenti nell'intenzione di vaccinazione. Attestazione: PNAS). Nell'esaminare il...

Dolore cronico legato a differenze nella struttura cerebrale

Sapevi che la principale causa di disabilità nel mondo è il dolore cronico? Milioni e milioni di persone vivono la loro quotidianità segnata dal dolore. Non solo causa...

Malattia di von Hippel-Lindau: Belzutifan offre nuova speranza

(Malattia di von Hippel-Lindau-Immagine Credit Public Domain). I pazienti con malattia di von Hippel-Lindau, una condizione genetica causata da una mutazione nel gene VHL che...