HomeSaluteVirus e parassitiCOVID 19 in Italia: 99%decessi tra non completamente vaccinati

COVID 19 in Italia: 99%decessi tra non completamente vaccinati

(COVID-19-Credito di immagine: Faboi/Shutterstock).

La pandemia da COVID-19, causata dal virus SARS-CoV-2, continua a provocare il caos in tutto il mondo. Al 29 luglio 2021, il numero di casi ha raggiunto oltre 195 milioni, con oltre 4,18 milioni di morti.

Gli sforzi di vaccinazione sono iniziati nella maggior parte dei paesi del mondo.¬†La vaccinazione contro SARS-CoV-2 offre protezione contro l’infezione, tuttavia, molte persone attendono ancora le loro dosi di vaccinazione.

- Advertisement -

In un¬†nuovo rapporto dall’Italia, i funzionari sanitari hanno riferito che quasi il 99 percento delle persone morte di COVID-19 dal febbraio 2021 non erano completamente vaccinate. Il rapporto pubblicato dal National Health Institute (ISS) ha mostrato che le poche persone completamente vaccinate morte di COVID-19 erano pi√Ļ anziane di quelle che sono morte senza dosi complete di vaccino COVID-19.

Decessi per COVID-19

Il rapporto descrive le caratteristiche di circa 127.044 persone morte di COVID-19 in Italia da febbraio.¬†Di questi pazienti, l’et√† media √® di 80 anni.¬†Inoltre, il numero di donne morte a causa del COVID-19 √® superiore a quello degli uomini.

Il rapporto ha anche rilevato la tendenza dell’et√† media dei decessi positivi a SARS-CoV-2 tra i pazienti da febbraio 2020 a luglio 2020. Fino al 21 luglio 2020, ci sono stati 423 decessi positivi di persone positive a SARS-CoV-2 completamente vaccinate contro il COVID-19 che rappresentano l’1,2% di tutti i decessi positivi per SARS-CoV-2 verificatisi dal 1¬į febbraio 2020. ¬†

Dei 127.044 decedurti rilevati, 1.479 avevano meno di 50 anni e 355 di questi hanno meno di 40 anni, la maggior parte dei quali aveva gravi condizioni di salute di base.

- Advertisement -

In termini di comorbidit√† in coloro che sono morti per COVID-19, la condizione pi√Ļ comunemente riportata √® stata l’ipertensione arteriosa, seguita da diabete mellito 2, cardiopatia ischemica, fibrillazione atriale e demenza.¬†Complessivamente, 226 pazienti del campione non avevano patologie o condizioni di salute di base, 884 avevano una condizione, 1.393 avevano due patologie e oltre 5.000 avevano tre o pi√Ļ patologie.

Tuttavia, il rapporto rileva che questi dati si basavano su 7.681 cartelle cliniche di pazienti deceduti. Ciò significa che rappresentano solo i decessi di coloro che sono stati ricoverati.

Le complicanze pi√Ļ segnalate nelle persone morte di COVID-19 dopo aver ricevuto dosi complete di vaccino sono insufficienza respiratoria acuta, seguita da danno renale acuto, superinfezioni e danno miocardico acuto.

Vedi anche:Vaccino COVID 19: gli anticorpi diminuiscono in poco tempo

Tutti i decessi con diagnosi confermata sono stati classificati come vaccinati a ciclo completo 14 giorni dopo la seconda dose di vaccini COVID-19, con i vaccini Pfizer-BioNTech, Moderna e AstraZeneca. Per il vaccino Johnson & Johnson √® necessaria una sola dose per la protezione. Una persona √® considerata completamente vaccinata 14 giorni dopo aver ricevuto la dose appropriata. Inoltre, l’et√† media nel campione di cartelle cliniche nel rapporto √® di 88,6 anni, rispetto agli 86,3 anni dei decessi con un ciclo di vaccinazione completo.

‚ÄúI risultati qui presentati possono avere due possibili spiegazioni.¬†In primo luogo, i pazienti molto anziani con numerose patologie possono avere una risposta immunitaria ridotta e quindi essere suscettibili all’infezione da SARS-CoV-2 e alle sue complicanze nonostante siano stati vaccinati”, ha spiegato il team. “In secondo luogo, i funzionari sanitari hanno notato che il risultato potrebbe essere spiegato dal fatto che √® stata data priorit√† alla vaccinazione per gli individui pi√Ļ anziani e ad alto rischio, che rappresentano la popolazione con la pi√Ļ alta prevalenza di vaccinazione a ciclo completo”.

Il rapporto si basava sui dati delle cartelle cliniche e dei file di morte dell’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT) che registravano la causa della morte dei pazienti.¬†Oltre ai decessi, la piattaforma web √® stata utilizzata anche per la sorveglianza epidemiologica e virologica nazionale dei casi COVID-19 in Italia.

Sforzi di vaccinazione

L’Italia ha seguito l’avviso pubblico della Francia di utilizzare la prova di vaccinazione o l’immunit√† come pass quando si entra negli stabilimenti per attivit√† come cene al coperto e cinema, musei, palestre e piscine, tra gli altri.

Dopo gli annunci, i funzionari italiani hanno notato un aumento significativo delle prenotazioni per le vaccinazioni. Attualmente, circa il 57 per cento della popolazione di età superiore i 12 anni è completamente vaccinata.

A livello globale sono state somministrate oltre 3,96 miliardi di dosi.

Fonte:National Health Institute 

ULTIMI ARTICOLI

COVID 19 in Italia: 99%decessi tra non completamente vaccinati

(COVID-19-Credito di immagine: Faboi/Shutterstock). La pandemia da COVID-19, causata dal virus SARS-CoV-2, continua a provocare il caos in tutto il mondo. Al 29 luglio 2021,...

Parkinson: composto della frutta inverte i danni

I ricercatori della Johns Hopkins Medicine affermano di aver trovato prove che il composto farnesolo, che si trova naturalmente nelle erbe, nelle bacche e...

Distrofia muscolare: cellule staminali alleviano i sintomi

(Distrofia muscolare-Immagine Credit Public Domain). Uno studio sull'uso compassionevole pubblicato in STEM CELLS Translational Medicine mostra risultati promettenti per il trattamento delle distrofie muscolari con...

I vaccini non causano disfunzione erettile e infertilità maschile; COVID-19 potrebbe

Contrariamente ai miti che circolano sui social media, i vaccini COVID-19 non causano disfunzione erettile e infertilità maschile. E' vero invece che SARS-CoV-2, il...

Infiammazione intestinale indotta da IgA

(Infiammazione intestinale-Immagine Credit Public Domain) Sebbene i ricercatori sappiano da anni che l'immunoglobulina A (IgA) è importante per la salute dell'intestino, non è ancora chiaro...