Home Medicina Alternativa Corteccia di salice,un potente rimedio naturale

Corteccia di salice,un potente rimedio naturale

La corteccia di salice è stata utilizzata in medicina dagli antichi medici greci ed egiziani per secoli. Nel 1829  gli scienziati hanno scoperto il suo principio attivo la salicina, che ha effetti sulla salute simili a quelli dell’ acido acetilsalicilico (aspirina). Essa contiene anche tannini, glicosidi, catechine e flavonoidi. Gli studi suggeriscono che l’attività analgesica e anti-infiammatoria della corteccia di salice mostra i suoi effetti lentamente, ma l’efficacia può durare più dell’ aspirina. La salicina viene convertito in acido salicilico dopo che è stata assorbita dallo stomaco, pertanto, non può causare l’irritazione dello stomaco come l’aspirina e può essere una grande opzione per il trattamento secondario di malattie gravi.

Quali sono i vantaggi della corteccia di salice?

Studi e ricerche identificano la corteccia di salice come anti-infiammatorio, antipiretico, antisettico, anti-ossidante, analgesico e stimolante del sistema immunitario. E’stata utilizzata nel trattamento di diverse condizioni come mal di testa, mal di denti, mal di schiena, artrosi, sindrome premestruale, crampi mestruali, dolori muscolari e tensioni, disturbi cardiovascolari, tagli, ferite, ustioni, raffreddori, influenza, febbre e disturbi reumatici e infiammatori, cioè borsite, artrite, dolore articolare, sindrome del tunnel carpale e tendinite. Grazie alle sue proprietà nutrizionali e curative, molti paesi europei (Germania, Francia, Inghilterra) hanno approvato la corteccia di salice per il trattamento del dolore e delle condizioni reumatiche. Anche il suo estratto è stato approvato dalla cooperativa europea scientifica sulla Fitoterapia (ESCOP) per il trattamento di lievi disturbi reumatici, dolore e febbre.

Usi della corteccia di salice

Uno studio volto a esaminare l’attività anti-infiammatoria e analgesica della corteccia di salice ha trovato che i pazienti affetti da mal di schiena che hanno assunto capsule di corteccia di salice con 225 mg o 240 mg di salicina sono stati sollevati dal mal di schiena entro 3 settimane del suo consumo regolare. Pertanto, il consumo regolare di estratto di corteccia di salice può essere utile per mal di schiena, collo e dolori muscolari. 

Febbre

La corteccia di salice bianco è stata a lungo utilizzata nel trattamento della febbre associata a raffreddore e influenza. Assumere una capsula di corteccia di salice due volte al giorno può aiutare contro febbre legata al freddo e influenza. Bere una tazza di tè di corteccia di salice 2-3 volte al giorno può essere ugualmente utile. 

Attacchi di cuore

Gli studi suggeriscono che l’assunzione di piccole quantità di aspirina può ridurre il rischio di coagulazione interna e, quindi, può svolgere un ruolo significativo nel ridurre i rischi di ictus e infarto. Pertanto, bere una tazza di tè di corteccia di salice bianco una o due volte al giorno, può ugualmente ridurre il rischio di infarto e ictus in persone ad alto rischio. 

Emicrania

La ricerca ha dimostrato che basse dosi di aspirina possono aiutare a ridurre gli attacchi di emicrania. Basta bere una tazza di tè di corteccia di salice regolarmente per combattere l’emicrania. 

Artrosi e artrite reumatoide

Uno studio tedesco mostra che le persone con osteoartrite che hanno assunto estratto di corteccia di salice che fornisce 240 mg di salicina per due settimane, hanno avuto ridotti i livelli di dolore del 14%. Pertanto, nelle persone che hanno da lieve a disturbi reumatici medi e sono a rischio di osteoartrite, assumere 240 mg di estratto di corteccia di salice bianco regolarmente, può sopprimere la progressione e insorgenza della malattia. 

PMS e crampi mestruali

Crampi mestruali sono di solito causati da infiammazione della mucosa uterina e contrazioni indotte da un ormone come prostaglandina. Gli studi suggeriscono che i componenti naturali della corteccia di salice possono aiutare a combattere i crampi mestruali e sintomi di PMS, regolando la produzione di prostaglandine e riducendo l’infiammazione. Basta bere una tazza di tè di corteccia di salice 2-3 volte al giorno a partire un paio di giorni prima dell’inizio del ciclo mestruale. Esso può anche aiutare ad alleviare il mal di schiena, mal di testa e il dolore all gambe associato con le mestruazioni. Per fare un tè con corteccia di salice basta semplicemente aggiungere un cucchiaino di corteccia di salice bianco in una tazza di acqua calda . Filtrare il tè e aggiungere miele o zucchero per ridurre al minimo il sapore amaro. Il tè può essere refrigerato per non più di 48 ore dal momento che perde la sua efficacia se conservato per più ore. 

Mal di denti

L’attività anti-infiammatoria e analgesica della corteccia di salice può aiutare con il mal di denti. Semplicemente, masticare  un piccolo pezzo di corteccia di salice bianco o strofinare la sua polvere alla zona interessata. Bere tè di corteccia di salice può aumentare l’efficacia del trattamento. Per le gengive infiammate fare gargarismi con tè di corteccia di salice ogni sera, prima di andare a letto. 

Quali sono gli effetti collaterali della corteccia di salice?

La corteccia di salice dovrebbe essere evitata se siete allergici all’aspirina in quanto entrambe condividono lo stesso  ingrediente chiave che è la salicina. Non è raccomandato durante l’allattamento e alle donne incinte, alle persone con ulcere croniche, morbo di Crohn, colite, malattie renali, asma e così come ai bambini sotto i 16 anni, in quanto può causare la sindrome di Rye. Eccessiva dose utilizzata di corteccia di salice può causare problemi simili al sovradosaggio di aspirina, tuttavia, i suoi effetti sembrano essere più miti rispetto a quelli dell’ Aspirina. Il sovradosaggio di corteccia di salice può provocare eruzioni cutanee, irritazione dello stomaco, infiammazioni renali, nausea, vomito, vertigini, acufeni / ronzio. Se si stanno assumendo rimedi come il Ginkgo e aglio o qualsiasi diuretico, inibitori piastrinici, anticoagulanti o un qualsiasi farmaco che contiene bismuto Subsalicylates, farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), Metoclopramide, e inibitori dell’anidrasi carbonica, non si deve assumere la corteccia di salice in qualsiasi forma.

Dove e come acquistare la corteccia di salice

La corteccia di salice è disponibile nelle erboristerie in forma di pezzi di corteccia secca, estratti, pillole, capsule, polveri, tinture e tè. La corteccia di salice bianco è utilizzata per scopi terapeutici.

Consultare sempre il proprio medico prima di decidere l’assunzione della corteccia di salice così come per l’assunzione di qualsiasi altro rimedio naturale.

 

Fonte Home remedies web


ULTIMI ARTICOLI

COVID-19 uccide alcune persone e lascia altre relativamente indenni. Perchè?

Immagine:Public Domain. COVID-19 uccide alcune persone e lascia altre relativamente indenni. Perché? L'età e le condizioni di salute sottostanti sono fattori di rischio, ma gli scienziati...

Dopo 40 anni, la FDA approva un nuovo tipo di terapia per l’acne

Immagine: Public Domain. La Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha approvato Winlevi (crema con  clascoterone 1%) per il trattamento dell'acne nei pazienti...

Un anticorpo di prima classe progettato per prevenire la coagulazione

Immagine: Public Domain. I ricercatori della Monash University hanno progettato un nuovo anticorpo che inibisce una particolare proteina per prevenire la formazione di coaguli o...

Cancro del pancreas: la vitamina A rende più efficace il trattamento

Immagine: cellule tumorali pancreatiche coltivate in coltura, SEM. Credito: Anne Weston, Francis Crick Institute. Attribution-NonCommercial 4.0 International (CC BY-NC 4.0). Una combinazione che prevede l'aggiunta di una...

Distrofia muscolare di Duchenne: nuovo farmaco mostra benefici nella sperimentazione clinica

Immagine: Public Domain. Un nuovo farmaco offre speranza ai giovani ragazzi affetti da distrofia muscolare di Duchenne (DMD), malattia neuromuscolare progressiva, offrendo potenzialmente un'alternativa ai...