HomeSaluteTumoriCancro del colon: nuova e migliore opzione di trattamento

Cancro del colon: nuova e migliore opzione di trattamento

(Cancro del colon-Immagine Credit Public Domain).

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Oncology, la radioembolizzazione mirata insieme alla chemioterapia ha migliorato la sopravvivenza libera da progressione per i pazienti con cancro del colon che aveva metastatizzato al fegato.

La maggior parte dei pazienti con metastasi epatiche colorettali (LMC) sono scarsi candidati per la chirurgia di resezione, quindi questo nuovo trattamento potrebbe essere un’opzione migliore rispetto alla sola chemioterapia, secondo Mary Mulcahy, MD, GME, Professore di Medicina nella Divisione di Ematologia e Oncologia e autore principale dello studio.

- Advertisement -

“Sappiamo che la chemioterapia sistemica alla fine fallirà, quindi stiamo cercando una terapia non chirurgica che questi pazienti possano affrontare”, ha detto Mulcahy, che è anche Professore di radiologia e chirurgia nella divisione di trapianti d’organo e membro del Robert H. Lurie Comprehensive Cancer Center della Northwestern University.

Riad Salem, MD, capo della Radiologia vascolare e vicePresidente nel Dipartimento di Radiologia e membro del Robert H. Lurie Comprehensive Cancer Center della Northwestern University, è l’autore senior dello studio.

Circa il 60 percento dei pazienti con diagnosi di cancro del colon-retto alla fine avrà la diffusione del cancro, con il fegato che è il principale sito di diffusione. Mentre il cancro del colon è spesso curabile con la resezione chirurgica, le metastasi epatiche diffuse sono molto meno suscettibili di trattamento chirurgico. “Il cancro del colon è distribuito in un modo che non può essere operato in sicurezza, oppure le dimensioni delle lesioni lo rendono impossibile”, spiega Mary Mulcahy, MD, autrice principale dello studio.

La terapia standard per il cancro del colon che si è diffuso al di fuori del colon è la chemioterapia. Il trattamento con la chemioterapia è limitato dagli effetti collaterali e dall’eventuale resistenza, secondo Mulcahy.

- Advertisement -

In questo studio, i ricercatori hanno combinato la chemioterapia con la radioembolizzazione transarteriosa (TARE), in cui i pazienti vengono infusi con piccole microsfere di vetro, all’interno delle quali è incorporato un isotopo radioattivo, l’ittrio-90. Le microsfere sono dirette all’arteria epatica e da lì viaggiano verso il fegato, dove si incastrano nei piccoli vasi sanguigni del tumore e irradiano il tumore.

Vedi anche:Cancro del colon: un batterio aiuta a combatterlo

Un totale di 428 pazienti in 95 centri in Nord America, Europa e Asia con diffusione del cancro del colon solo al fegato sono stati assegnati in modo casuale alla chemioterapia con o senza TARE. I pazienti sottoposti a chemioterapia e TARE hanno avuto una sopravvivenza libera da progressione più lunga. È importante sottolineare che l’aggiunta di TARE non ha avuto alcun impatto sulla loro capacità di ricevere una terapia successiva, cosa di cui i ricercatori erano preoccupati.

L’aggiunta di TARE alla chemioterapia non ha migliorato la sopravvivenza globale. Alcuni sottogruppi di pazienti hanno tratto maggiori benefici dalla TARE rispetto ad altri. Le caratteristiche che possono identificare i pazienti che trarrebbero beneficio dall’aggiunta di TARE sono la posizione del tumore del colon originale, la composizione genetica del tumore e la quantità di tumore nel fegato. 

“Gli studi in corso identificheranno quei pazienti che hanno maggiori probabilità di beneficiare di questa terapia”, ha detto Mulcahy. Questo studio è stato supportato da Boston Scientific.

ULTIMI ARTICOLI

Paradosso biologico offre nuove intuizioni sul mistero del cancro

(Cancro-Immagine: Carlo Maley è ricercatore presso il Biodesign Center for Biocomputing, Security and Society presso l'Arizona State University.Credito: The Biodesign Institute presso l'Arizona State...

Malattie da prioni: come muoiono le cellule cerebrali

(Malattie da prioni-Immagine:neuroni cresciuti in coltura che esprimono una proteina prionica mutante (ciano) che causa malattie da prioni nell'uomo. Questi neuroni mostrano assoni rigonfi che...

Vaccinazione: cosa guida la scelta?

(Vaccinazione-Immagine: modello che collega le variabili di fondo non specifiche del COVID e quelle specifiche del COVID con i cambiamenti nell'intenzione di vaccinazione. Attestazione: PNAS). Nell'esaminare il...

Dolore cronico legato a differenze nella struttura cerebrale

Sapevi che la principale causa di disabilità nel mondo è il dolore cronico? Milioni e milioni di persone vivono la loro quotidianità segnata dal dolore. Non solo causa...

Malattia di von Hippel-Lindau: Belzutifan offre nuova speranza

(Malattia di von Hippel-Lindau-Immagine Credit Public Domain). I pazienti con malattia di von Hippel-Lindau, una condizione genetica causata da una mutazione nel gene VHL che...