Anche il tè nero favorisce la perdita di peso

te nero

I ricercatori UCLA hanno dimostrato per la prima volta che il tè nero può promuovere la perdita di peso e altri benefici per la salute.

In uno studio sui topi, gli scienziati hanno dimostrato che il tè nero altera il metabolismo energetico nel fegato cambiando i metaboliti intestinali.

La ricerca è stata pubblicata dall’ European Journal of Nutrition .

Lo studio ha scoperto che sia il tè nero che il tè verde hanno modificato il rapporto tra batteri intestinali negli animali: la percentuale di batteri associati all’obesità è diminuita, mentre i batteri associati alla massa magra sono aumentati.

Studi precedenti hanno indicato che i polifenoli presenti nel tè verde alterano il metabolismo energetico nel fegato. I nuovi risultati mostrano che i polifenoli del tè nero, troppo grandi per essere assorbiti nell’intestino tenue, stimolano la crescita dei batteri intestinali e la formazione di acidi grassi a catena corta, un tipo di metaboliti batterici che alterano il metabolismo nel fegato.

“È noto che i polifenoli del tè verde sono più efficaci e offrono più benefici per la salute rispetto ai polifenoli del tè nero, poiché le sostanze chimiche del tè verde vengono assorbite nel sangue e nei tessuti”, ha dichiarato Susanne Henning, autore principale dello studio e Professore aggiunto presso il Centro UCLA Human Nutrition, che fa parte della Scuola di Medicina David Geffen della UCLA. “I nostri nuovi risultati suggeriscono che il tè nero, attraverso un meccanismo specifico del microbioma intestinale, può anche contribuire alla perdita di peso negli esseri umani”.

( Vedi anche:Tè verde e ferro, pessima combinazione).

“I risultati suggeriscono che sia il tè verde che nero sono prebiotici, sostanze che inducono la crescita di buoni microrganismi che contribuiscono al benessere di una persona”, ha detto la ricercatrice.

Nello studio quattro gruppi di topi hanno ricevuto diverse diete e a due diete sono stati aggiunti estratti di tè verde o di tè nero.

Le diete:

1)Basso contenuto di grassi e alto contenuto di zucchero

2) Alto contenuto di grassi e alto contenuto di  zucchero

3) Estratto di tè verde, alto contenuto di grassi e di zucchero

4) Estratto di tè nero, alto contenuto di grassi e di zucchero

Dopo quattro settimane, il peso dei topi a cui sono stati somministrati estratti di tè verde o nero avevano lo stesso livello di aumento di peso dei topi  che hanno ricevuto la dieta a basso contenuto di grassi per tutto lo studio.

I ricercatori hanno anche raccolto campioni dai grandi intestini dei topi (per misurare il contenuto di batteri)  e dai tessuti epatici (per misurare i depositi di grasso). Nei topi che consumavano entrambi i tipi di estratto di tè, c’erano meno batteri associati all’obesità e più dei batteri associati alla massa corporea magra.

Tuttavia, solo i topi che consumavano estratto di tè nero avevano un aumento di un tipo di batteri chiamato Pseudobutyrivibrio che potrebbe contribuire a spiegare la differenza tra come il tè nero e il tè verde alterano il metabolismo energetico.

Il Dott. Zhaoping Li, Direttore del Centro UCLA per l’alimentazione umana, capo della divisione UCLA della nutrizione clinica e autore senior dello studio, ha affermato che i risultati suggeriscono che i benefici del tè verde e del tè nero vanno oltre i loro benefici antiossidanti e che entrambi i tè hanno un forte impatto sul microbioma intestinale.

I risultati si basano su uno studio dell’ UCLA del 2015 che ha dimostrato che sia il tè verde che il tè nero hanno contribuito a prevenire l’obesità nei topi che consumavano una dieta ad alto contenuto di grassi e di zucchero.

Fonte: Newsroom UCLA

Altri articoli su te nero