Aggiungere alghe ai cibi trasformati riduce il rischio di malattie cardiovascolari

Aggiungere alghe agli alimenti trasformati come pizze congelate, dolci, hot dog, pasta secca…. riduce il rischio di malattie cardiovascolari, secondo un nuovo studio.

Un suggerimento dei ricercatori è di sostituire il 5% della farina utilizzata per l’impasto, con alghe secche o granulate.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte prematura a livello mondiale. Ironia della sorte, molte delle patologie cardiovascolari che portano alla morte prematura, non sono solo diffuse, ma sono anche evitabili.

Un modo per prevenire le malattie cardiovascolari è evitare l’obesità e mangiare sano, lasciando la responsabilità al singolo consumatore.

“Ma questa responsabilità dovrebbe essere condivisa anche dalla società”, sostiene il Prof. di biofisica dell’Università del Sud della Danimarca, Ole G. Mouritsen, che ha scritto molti libri sulle alghe come alimento.

Il Prof. Mouritsen è coautore di un articolo pubblicato dalla rivista Phycology che esamina le conoscenze esistente sugli effetti sulla salute umana di 35 specie di alghe.

( Vedi anche:Alginato di sodio dalle alghe potrebbe aiutare con la perdita di peso).

Nell’articolo gli autori offrono suggerimenti su come sia i consumatori che l’industria alimentare possono utilizzare le alghe per rendere più sani i nostri pasti quotidiani.

“Alcune sostanze presenti nelle alghe possono essere importanti per ridurre le malattie cardiovascolari. Pensiamo che questa conoscenza dovrebbe essere accessibile alla società e anche essere messa in pratica”, dice Mouritsen.

Il sale delle alghe è un salato più sano

Molte specie di alghe hanno una varietà di benefici per la salute. Esse contengono, tra l’altro, proteine ​​benefiche, antiossidanti, minerali, fibre alimentari e acidi grassi polinsaturi.

Il contenuto di potassio delle alghe, non causa la pressione alta a differenza dei sali di sodio, tipicamente presenti nel cibo trasformato.

Un’importante caratteristica è che nell’alga è presente l’ umami – il quinto gusto di base, che è noto per promuovere la sazietà e quindi regolare l’assunzione di cibo oltre a ridurre la voglia di sale, zucchero e grasso (Umami è uno dei sapori fondamentali (come l’ amaro, il dolce, il salato, l’ acido ) per il quale viene preso a prototipo quello del glutammato di sodio..).

“È difficile determinare la quantità di alghe che una persona deve consumare per trarne beneficio : 5-10 grammi di alghe al giorno sono la quantità stimata da consumare”, afferma il Prof. Mouritsen.

I ricercatori sostengono che l’alga deve essere aggiunta ai fast food per rendere questo tipo di cibo più sano e può anche migliorare il sapore del cib. Ad esempio, le alghe secche e granulate possono sostituire alcune farine per produrre pasta secca, pane, pizza, snack  ecc.

Le alghe sono ottime aggiunte ai prodotti a base di carne

È inoltre possibile aggiungere alghe ai prodotti a base di carne e quindi fornire al consumatore una maggiore quantità di fibre alimentari e antiossidanti o ridurre i livelli di colesterolo.

Nell’articolo, il Prof. Mouritsen ed i suoi co-autori descrivono uno studio in cui un gruppo di uomini in sovrappeso, ma sani, sono stati invitati a gustare il pane con aggiunta di alghe secche della specie Ascophyllum nosodum. La reazione degli uomini era che il pane assaggiato era accettabile finché il contenuto di alghe era mantenuto al di sotto del 4%.

Mangiando pane contenente il 4% di alghe secche, gli uomini in sovrappeso hanno ingerito più fibre dietetiche (4,5 g più fibre per 100 g) rispetto a coloro che hanno mangiato il pane integrale per il controllo. Un altro effetto era che le persone che avevano consumato le alghe in aggiunta agli alimenti, consumavano il 16,4% meno energia nelle 24 ore dopo aver mangiato il pane arricchito da alghe.

“Sappiamo che molte persone hanno difficoltà a distinguere tra alimenti sani e non sani. Aggiungendo le alghe agli alimenti trasformati, possiamo rendere più sano il cibo. In molti casi si ottiene anche cibo più gustoso e si può anche contribuire a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, secondo gli autori. 

I benefici delle alghe per la salute umana

Le alghe contengono poche calorie, ma sono ricche di aminoacidi essenziali, fibre alimentari, minerali, vitamine e grassi polinsaturi.

  • È possibile aggiungere facilmente il 5% di alghe secche ad un impasto, senza compromettere la sua lievitazione.
  • Le alghe secche possono essere conservate per mesi o anni senza perdita di sapore e valore nutrizionale.
  • Le alghe secche possono essere aggiunte al cibo come polvere, granulato o in pezzi: Possono essere mescolate ai pasticcini, piatti con le uova, purè di patate, condimenti o  verdure, piatti a base di pesce e tanto altro….
  • Polveri e granulati di alghe possono essere utilizzati come sostituti del sale.

Fonte:

Altri articoli su alghe, malattie cardiovascolari