Una dieta ricca di pomodori può ridurre il rischio di cancro al seno

cancro al seno,pomodori

Una dieta ricca di pomodori può ridurre il rischio di cancro al seno.

E’ noto da tempo che le donne in post-menopausa sono a più alto rischio di sviluppare il cancro al seno. La nuova ricerca suggerisce che l’adozione di una dieta ricca di pomodori può ridurre questo rischio.

Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism.

Secondo il National Cancer Institute, le donne negli Stati Uniti hanno un rischio del 12,4% di sviluppare il cancro al seno a un certo punto della loro vita. Questo rischio aumenta con l’età: le donne oltre i 50 anni hanno più  probabilità di sviluppare la malattia.

I ricercatori che hanno condotto lo studio, guidati da Adana Llanos della Rutgers University, sostengono che nelle donne in post-menopausa il rischio di cancro al seno aumenta ulteriormente come l’aumento dell’ indice di massa corporea ( BMI ). Ma questo ultimo studio suggerisce che il rischio può essere ridotto semplicemente adottando una dieta diversa.

Per raggiungere i loro risultati, i ricercatori hanno analizzato 70 donne in post-menopausa, per un periodo di 20 settimane.

Per le prime 10 settimane, le donne erano tenute a seguire una dieta ricca di pomodoro. Ciò ha comportato il consumo minimo di 25 mg di licopene ogni giorno. Il licopene è un antiossidante che si trova nei pomodori e altri frutti e ortaggi.

Per le rimanenti 10 settimane, le donne hanno seguito una dieta ricca di soia. Ciò richiedeva loro di consumare almeno 40 g di proteine ​​di soia al giorno.

A tutte le donne è stato chiesto di astenersi dal mangiare qualsiasi prodotto a base di soia o derivati ​​del pomodoro, due settimane prima di ogni dieta.

Dieta ricca di pomodori aumenta i livelli di adiponectina

I risultati dello studio hanno rivelato che quando le donne hanno seguito la dieta ricca di pomodoro, hanno mostrato un aumento del 9% di adiponectina, un ormone regolatore di grassi e zuccheri nel sangue . Questo è un ormone che svolge un ruolo nella regolazione dei livelli di grassi e di zucchero nel sangue.

I ricercatori hanno notato che questo effetto era più evidente nelle donne che avevano un BMI inferiore.

Tuttavia, quando le donne hanno seguito la dieta ricca di soia, ciò ha portato ad una riduzione dei livelli di adiponectina. Bassi livelli di adiponectina sono legati ad un aumento del rischio di obesità e insulino-resistenza.

Llanos sostiene che i vantaggi di mangiare una quantità elevata di pomodori e derivati ​​del pomodoro, sono chiaramente evidenti nei loro risultati, anche se il consumo è relativo ad un breve periodo.

E aggiunge:

“Mangiare frutta e verdura, che sono ricchi di nutrienti essenziali, vitamine, minerali e sostanze fitochimiche come il licopene, comporta vantaggi significativi.

Sulla base di questi dati, riteniamo che il consumo regolare di porzioni raccomandate di frutta e verdura, potrebbe promuovere la prevenzione del cancro al seno in una popolazione a rischio “.

I risultati della ricerca sottolineano anche l’importanza della prevenzione dell’obesità, dal momento che una dieta ricca di pomodori ha avuto un impatto maggiore sui livelli di adiponectina per le donne che hanno mantenuto un peso corporeo sano.

I pomodori sono stati collegati ad altri benefici per la salute: uno studio suggerisce che mangiare molti pomodori può ridurre il rischio di ictus, mentre altre ricerche hanno suggerito che mangiare una combinazione di soia e pomodoro può aiutare a prevenire il cancro alla prostata.

Fonte The Journal of Endocrinology and Metabolism,dicembre 2013..

Altri articoli su cancro al seno, pomodori