Home Salute Tumori Scoperto nuovo promettente metodo per il trattamento del cancro del pancreas

Scoperto nuovo promettente metodo per il trattamento del cancro del pancreas

Immagine: lo schema mostra lo sviluppo di biomarcatori per i trattamenti su misura per migliorare le chemioterapie nel cancro del pancreas, sulla base di analisi degli ambienti intorno ai tumori. Credit: Garvan Institute of Medical Research.

Scienziati australiani hanno scoperto un nuovo promettente metodo per il trattamento del cancro del pancreas che prende di mira il tessuto attorno al tumore per renderlo più ‘morbido’ e più rispondente alla chemioterapia.

I risultati dello studio sono stati pubblicati oggi in Science Translational Medicine .

- Advertisement -

( Vdedi anche: Perchè il cancro del pancreas è così difficile da trattare?)

Nello studio, che è stato effettuato sui topi e su campioni di derivazione da pazienti , i ricercatori hanno trattato i tumori pancreatici con Fasudil – un farmaco che ‘allenta le corde’ del tessuto circostante il tumore in modo da rendere i tumori più morbidi e agisce anche sui vasi sanguigni intorno ai tumori. I ricercatori hanno poi trattato i tumori pancreatici  con la chemioterapia che è lo standard di trattamento del cancro del pancreas. Sorprendentemente, questo sequenziale approccio in due fasi, ha raddoppiato la sopravvivenza e anche compromesso la diffusione del tumore ad altri tessuti.

Il tumore al pancreas ha un tasso di sopravvivenza a cinque anni di appena il 7%, una percentuale che è di poco cambiata negli ultimi 40 anni. La chemioterapia, la cura standard per il carcinoma pancreatico non operabile, è solo moderatamente efficace nel prolungare la sopravvivenza.

“Il nostro team, in collaborazione con i ricercatori di tutto il mondo, ha l’obiettivo di raddoppiare la sopravvivenza dei pazienti affetti da cancro del pancreas nel 2020 e per noi è particolarmente entusiasmante aver raggiunto questo obiettivo già in modelli preclinici,” dice il Dr. Paul Timpson del Garvan Institute of Medical Research che ha co-condotto lo studio.

- Advertisement -

La Dr.ssa Marina Pajic (Garvan), che ha co-condotto lo studio con il Dr. Timpson, ha sottolineato la rilevanza clinica dello studio.

I tumori pancreatici, come tutti i tumori solidi, si estendono all’interno di un complesso ‘nido’ di cellule circostanti, vasi sanguigni e altre strutture, note come stroma. Le interazioni tra le cellule tumorali e l’architettura stromale circostante sono importanti per la sopravvivenza e la progressione tumorale.

Un uno-due colpi il cancro al pancreas dove fa male
L’imaging mostra i vasi sanguigni all’interno di un tumore vivente. Credit: Garvan Institute of Medical Research

Con il trattamento dei tumori pancreatici con Fasudil, i ricercatori hanno preso di mira lo stroma piuttosto che il tumore stesso. Fasudil è un inibitore della proteina ROCK, che agisce tipicamente sulle cellule circostanti i tumori per renderli più rigidi e guidare la progressione del tumore.

Il Dr. Timpson dice: “C’è una polemica di vecchia data nella ricerca sul cancro: prendere di mira lo stroma può rendere i tumori pancreatici più sensibili alla terapia? Credo che abbiamo risolto questo dibattito. Siamo stati in grado di dimostrare per la prima volta, che è fondamentale per il trattamento del tumore del pancreas prendere di mira prima lo  stroma e in seguito il tumore per mettere a punto i tempi di trattamento per massimizzare il risultato, riducendo al minimo gli effetti collaterali “.

Per mettere a punto il loro approccio sequenziale, i ricercatori hanno utilizzato tecniche all’avanguardia di microscopia intravitale direttamente nei tumori pancreatici all’interno di un animale vivente, per vedere in tempo reale e in tre dimensioni, come Fasudil ha alterato prima i dintorni tumorali e quindi lo stroma e in seguito il tumore. I ricercatori sono riusciti anche a vedere come il farmaco ha colpito i vasi sanguigni che circondano il tumore.

Il Dr. Pajic dice: “Abbiamo visto lo stroma indebolirsi nel corso del tempo e abbiamo anche anche visto che le cellule tumorali non si sono diffuse così facilmente ai siti secondari come il fegato. Abbiamo osservato, nel corso del tempo, i vasi sanguigni che irrorano il tumore, utilizzando punti quantici fluorescenti nel flusso sanguigno. E’ stato notevole vedere i punti quantici che si irradiano fuori dai vasi sanguigni adiacenti ai tumori dopo il trattamento con Fasudil e questo indica che i vasi sono stati indeboliti”.

I ricercatori concludono che il trattamento con Fasudil rende i tumori più sensibili alla chemioterapia in due modi: ammorbidendo lo stroma e favorendo la consegna della chemioterapia al tumore, attraverso i vasi sanguigni resi più vulnerabili dal farmaco.

È importante sottolineare che il team di ricerca ha anche dimostrato che alcuni tumori pancreatici rispondono in modo  più favorevole rispetto ad altri alla ‘terapia di adescamento’ sequenziale.

Il Dr. Timpson dice: “Quello che stiamo vedendo è che la terapia funziona meglio nei tumori con grandi quantità di stroma circostante e tumori con un’alta densità di vasi sanguigni  circostanti “.

I Drs. Timpson e Pajic, riferiscono che l’aspetto più interessante della ricerca è il suo potenziale clinico.

“Fasudil è già in uso clinico come trattamento per l’ictus in Giappone e quindi c’è un forte potenziale di riutilizzarlo per il trattamento del cancro del pancreas. Inoltre, nella clinica, Fasudil viene somministrato nel corso di un breve periodo di 3 giorni, proprio come abbiamo fatto nel nostro studio e c’è una grande quantità di dati di sicurezza che convalidano questo approccio”, sottolinea il Dr. Pajic..

I Drs Pajic e Timpson sono anche entusiasti di poter tradurre il nuovo approccio in trattamento per altri tumori solidi.

Fonte: EurekAlert

ULTIMI ARTICOLI

SARS-CoV-2 smascherato da un modello matematico

(SARS-CoV-2-Immagine Credit Public Domain). SARS-CoV-2 è stato smascherato da un modello matematico che suggerisce strategie di trattamento ottimali. Ottenere il controllo di COVID-19 richiederà più...

Latticini: in futuro saranno prodotti anche dal lievito

(Latticini-Immagine Credit Public Domain). I latticini in futuro saranno prodotti anche dal lievito grazie ad una straordinaria tecnologia che potrebbe rivoluzionare il settore lattiero-caseario. Il nuovo...

Variante SARS-CoV-2 B.1.1.7 potrebbe diventare dominante

(SARS-CoV-2 B.1.1.7-Immagine Credit Public Domain). SARS-CoV-2 B.1.1.7, la nuova variante della sindrome respiratoria acuta grave coronavirus-2 (SARS-CoV-2) rilevata in Inghilterra, si replica più di due...

SARS-CoV-2:la glicirrizina neutralizza il virus in vitro

(SARS-CoV-2-Immagine radici di liquirizia-Credit Public Domain). SARS-CoV-2 causa una serie di sintomi respiratori da lievi a gravi. Sfortunatamente, anche i pazienti pre-sintomatici o quelli con...

Glaucoma: nuova terapia antifibrotica

(Glaucoma-Immagine Credit Public Domain). Scienziati dell'Università di Birmingham, Regno Unito, hanno dimostrato che un nuovo destrano-solfato a basso peso molecolare, ILB, potrebbe svolgere un ruolo...