Home Salute Virus e parassiti Primo caso di raro ceppo di influenza aviaria H6N1 a Taiwan

Primo caso di raro ceppo di influenza aviaria H6N1 a Taiwan

Per la prima volta in assoluto, il raro ceppo di influenza aviaria H6N1 ha contagiato una giovane donna di 20 anni taiwanese che è stata ricoverata in ospedale all’inizio di quest’anno,con febbre alta, tosse e difficoltà respiratoria. 

Secondo l’ Associated Press (AP), la donna in qualche modo aveva contratto il virus che era stato precedentemente isolato dagli uccelli, anche se lei non aveva mai avuto alcun contatto con pollame vivo. La donna aveva lavorato in un negozio di gastronomia ed i ricercatori non si spiegano come avesse potuto contrarre la  malattia. Dopo che i sintomi hanno cominciato a manifestarsi, è stata sottoposta ai test ed è risultata positiva ad H6N1. Alcuni dei suoi amici intimi e familiari hanno sviluppato sintomi simili, non molto tempo dopo, ma sono risultati negativi al  virus.

Il caso è stato riportato in una recente versione della rivista Lancet Medicina Respiratoria. 

I ricercatori dei Centers for Disease Control di Taiwan spiegano come le anomalie della manifestazione illustrano la “imprevedibilità dei virus influenzali in popolazioni umane. ” I risultati suggeriscono inoltre l’importanza imminente di condurre ulteriori ricerche sul modo in cui questo e altri virus di influenza aviaria sono improvvisamente in grado di contagiare gli  esseri umani ” afferma  Marion Koopmans, virologo presso l’Istituto Nazionale per la Salute Pubblica e l’Ambiente nei Paesi Bassi, in un commento di accompagnamento all’articolo. Più preoccupante, secondo Koopmans ‘, è il fatto che nessuno era ancora consapevole del fatto che H6N1 ha sviluppato la capacità trasferirsi negli esseri umani. Gli scienziati monitorano regolarmente come i vari ceppi dell’ influenza aviaria si stanno diffondendo e mutando fra popolazioni di uccelli, al fine di valutare quali ceppi potrebbero essere nocivi per l’uomo. Ma nel caso di H6N1, la comunità scientifica è stata sprovvista.

H5N1, H7N9 e H6N1: molti diversi ceppi di influenza aviaria minacciano l’umanità

Anche se non sono emersi altri casi umani di H6N1, gli esperti temono comunque la pandemia.  Per quanto riguarda H6N1 negli esseri umani, una recente analisi ha trovato che il ceppo virale rilevato nella donna di Taiwan è strettamente allineato ai tipi già individuati nei polli. Attraverso una sorta di mutazione genetica, il virus ha sviluppato una capacità di legarsi alle cellule umane nel tratto respiratorio superiore. E se continua a trasformarsi, H6N1 potrebbe diventare così virulento da diffondersi direttamente dai polli agli esseri umani, o da esseri umani ad altri esseri umani “, scrive Jonathan Robinson per PolicyMic . 

 

Fonte Natural news


ULTIMI ARTICOLI

Confermata la trasmissione da uomo a gatto di SARS-CoV-2

Immagine: polmone di un gatto infettato da SARS CoV-2; un segnale positivo per la proteina nucleocapside (segnale verde) è stato rilevato all'interno del citoplasma dell'epitelio...

COVID-19 uccide alcune persone e lascia altre relativamente indenni. Perchè?

Immagine:Public Domain. COVID-19 uccide alcune persone e lascia altre relativamente indenni. Perché? L'età e le condizioni di salute sottostanti sono fattori di rischio, ma gli scienziati...

Dopo 40 anni, la FDA approva un nuovo tipo di terapia per l’acne

Immagine: Public Domain. La Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha approvato Winlevi (crema con  clascoterone 1%) per il trattamento dell'acne nei pazienti...

Un anticorpo di prima classe progettato per prevenire la coagulazione

Immagine: Public Domain. I ricercatori della Monash University hanno progettato un nuovo anticorpo che inibisce una particolare proteina per prevenire la formazione di coaguli o...

Cancro del pancreas: la vitamina A rende più efficace il trattamento

Immagine: cellule tumorali pancreatiche coltivate in coltura, SEM. Credito: Anne Weston, Francis Crick Institute. Attribution-NonCommercial 4.0 International (CC BY-NC 4.0). Una combinazione che prevede l'aggiunta di una...