Ormone proteico anti-invecchiamento ha dimostrato di essere neuroprotettivo nel modello SLA

sla

Aumentare i livelli dell’ormone proteico anti-invecchiamento Klotho migliora i deficit neurologici e prolunga la durata della vita in un modello sperimentale di sclerosi laterale amiotrofica (SLA). Inoltre, le cellule immunitarie del cervello chiamate microglia svolgono un ruolo importante nella protezione del cervello contro l’infiammazione e, probabilmente, la perdita del motoneurone in questo modello.

La malattia della SLA o di Lou Gehrig è una malattia neurodegenerativa devastante caratterizzata dalla perdita dei motoneuroni superiori e inferiori che porta a progressiva atrofia muscolare e paralisi ed è fatale entro 3-5 anni dalla diagnosi.

I ricercatori della Scuola di Medicina dell’Università di Boston (BUSM) hanno precedentemente dimostrato che l’aumento dei livelli di proteine ​​Klotho è vantaggioso in modelli sperimentali di malattia di Alzheimer e sclerosi multipla.

” In questo studio mostriamo ora che Klotho è anche neuroprotettivo in un modello SLA. Pertanto, l’aumento dei livelli di Klotho sarebbe un trattamento logico per le malattie neurodegenerative e neuroinfiammatorie legate all’età “, dice l’ autrice corrispondente Carmela Abraham, Professore di biochimica presso la BUSM.

Vedi anche, SLA, la mobilità e la sopravvivenza potrebbero essere migliorate aumentando il glucosio.


Altri articoli su sla