Nuovo virus umano? I casi di polmonite legati al mercato ittico in Cina suscitano preoccupazione

0
106

Le autorità sanitarie di Wuhan hanno riferito che la (SARS) e la sindromesindrome respiratoria acuta grave del Medio Oriente (MERS) sono state ora escluse come causa di polmonite virale inspiegabile che ha colpito 59 persone, secondo gli ultimi dati. Finora non ci sono stati decessi, anche se alcune persone rimangono gravemente malate. “L’associazione epidemiologica di questi inspiegabili casi di polmonite con il mercato ittico che vende non solo frutti di mare, ma anche alcuni animali da caccia, suggerisce fortemente che si tratta di un nuovo microbo che salta da animale a umano“, afferma Yuen Kwok Yung, un microbiologo dell’Università di Hong Kong. Dati i progressi della Cina in termini di epidemiologia, controllo delle infezioni e capacità diagnostiche di laboratorio dall’epidemia di SARS in Asia nel 2003, Yuen afferma: “È altamente improbabile che questo focolaio porti a una grande epidemia tipo SARS. Lo screening ad Hong Kong ha fatto emergere più di una dozzina di viaggiatori di Wuhan affetti da sintomi pneumonialike, sebbene non sia chiaro se sono correlati; Singapore ha riscontrato uno di questi casi”.

Temendo che un nuovo virus potrebbe aver iniziato a infettare le persone, le autorità sanitarie della città cinese di Wuhan nella tarda mattinata di venerdì hanno annunciato di aver documentato 44 casi insoliti di polmonite, un brusco salto dal loro rapporto iniziale di 27 casi il 31 dicembre 2019. Sebbene la città venga elogiata per la rapida condivisione di informazioni, gli specialisti in malattie infettive in tutto il mondo sono ansiosi di ottenere maggiori dettagli sul misterioso patogeno e sulla malattia che produce nei pazienti. Nel rapporto di oggi, i funzionari di Wuhan hanno escluso l’influenza, l’influenza aviaria e l’adenovirus e indicano la malattia come una “polmonite virale di causa sconosciuta”.

I problemi sono emersi per la prima volta pubblicamente il 30 dicembre, quando i media locali hanno riferito una direttiva della Commissione sanitaria municipale di Wuhan che chiedeva agli Ospedali di segnalare casi insoliti di polmonite. Il giorno successivo, la commissione ha pubblicato un avviso in cinese sul suo sito web in cui affermava che un certo numero di Ospedali locali aveva riportato casi di polmonite legati al mercato all’ingrosso dei frutti di mare dell’Huanan. La commissione aveva individuato 27 casi nella città a ovest di Shanghai. Sette dei pazienti erano in gravi condizioni, due erano guariti e si stavano avvicinando alla dimissione e il numero rimanente era stabile. Tutti i pazienti erano isolati e i loro contatti stretti erano sotto sorveglianza.

La commissione ha aggiornato oggi tali informazioni, affermando che 11 dei 44 casi sono considerati gravi. Anche i nuovi pazienti sono isolati. Altri 121 contatti stretti di pazienti sono sotto sorveglianza, sebbene finora la commissione abbia escluso la trasmissione da uomo a uomo. La città ha chiuso il mercato del pesce, secondo i rapporti della stampa locale. La Cina è stata criticata per la sua azione lenta e la mancanza di trasparenza quando nel 2002 è emersa nel sud della Cina una grave sindrome respiratoria acuta (SARS), causata da un virus precedentemente sconosciuto. In risposta, ha rafforzato gli sforzi di sorveglianza delle malattie.

!Individuare i casi di polmonite collegati mostra il vantaggio di un sistema di sorveglianza”, afferma Guan. “In qualsiasi momento durante l’inverno”, osserva, “è probabile che ogni grande Ospedale cittadino abbia dozzine di pazienti affetti da polmonite, rendendo difficile individuare casi insoliti”.

I media locali hanno riferito che alcuni venditori del mercato vendevano anche animali vivi, tra cui uccelli e serpenti e gli organi di conigli e altri animali selvatici, sollevando preoccupazioni per un patogeno zoonotico che si trasmette all’uomo. Sono circolate voci online che affermano che questo patogeno potrebbe essere il ritorno della SARS, una malattia zoonotica che si è diffusa in 37 paesi, infettando più di 8000 persone e causando 774 morti prima che si estinguesse. La malattia fu ricondotta a un nuovo coronavirus che era mutato mentre saltava da pipistrelli a zibetti venduti nei mercati di animali vivi, dove alcune persone infettate lo trasmisero ad altri. Non vi era alcun vaccino e nessun trattamento efficace per la SARS, a parte i passaggi di supporto come il supporto respiratorio meccanico e la somministrazione di steroidi per ridurre l’infiammazione polmonare.

Guan, che ha svolto un ruolo chiave nella ricerca per svelare la fonte del virus SARS, afferma che i recenti pazienti affetti da polmonite stanno apparentemente rispondendo a trattamenti di supporto standard, quindi, “Non penso che questo nuovo virus sia SARS. Dato che i sospetti si concentrano sul mercato del pesce , le autorità dovrebbero “lavorare per estrarre la fonte zoonotica”, afferma Guan. I media locali hanno riferito che le autorità di Wuhan hanno arrestato un certo numero di persone per presunta diffusione di informazioni non verificate online, “causando un impatto sociale negativo”.

A parte l’avviso pubblicato dalla commissione sanitaria di Wuhan, sono state rilasciate poche o ulteriori informazioni aggiuntive. E la scarsità di dettagli sta frustrando gli scienziati sia in Cina che nel mondo. Un funzionario dell’ufficio di Pechino dell’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato al South China Morning Post che “l’OMS sta monitorando attentamente questo evento e condividerà ulteriori dettagli”. L’ufficio dell’OMS non ha immediatamente risposto a una richiesta di aggiornamento scientifico. “Non sappiamo se sono stati eseguiti test per l’influenza o se sono in corso i test per la SARS [coronavirus]”, dice Marjorie Pollack, del Programma per il monitoraggio delle malattie emergenti, un servizio Internet ampiamente seguito per il monitoraggio di epidemie di malattie infettive in tutto il mondo. Pollak ha scritto online:”Ulteriori informazioni su questo focolaio tra cui dati demografici dei casi, possibili contatti comuni noti e una descrizione clinica della malattia sarebbero molto apprezzate”.

Fonte, Science