Home Salute Nuovo vaccino riduce drasticamente il colesterolo alto

Nuovo vaccino riduce drasticamente il colesterolo alto

Un nuovo vaccino riduce drasticamente il colesterolo alto.
I ricercatori rivelano di aver sviluppato un vaccino che potrebbe offrire un’alternativa più economica e più efficace ai trattamenti ipocolesterolemizzanti attuali.
Il nuovo vaccino ha dimostrato di ridurre drasticamente il colesterolo nei topi e scimmie, suggerendo che potrebbe avere lo stesso effetto sugli esseri umani.

Nella rivista Vaccine, il coautore dello studio Dr. Bryce Chackerian del Dipartimento di Genetica Molecolare e Microbiologia presso l’Università del New Mexico  e colleghi, hanno rivelato come il nuovo vaccino ha ridotto significativamente il colesterolo ‘cattivo’, lipoproteine ​​a bassa densità LDL, sia nei topi che nelle scimmie macaco rhesus.

Alti livelli di colesterolo LDL possono causare un accumulo di placca nelle arterie, aumentando il rischio di attacco di cuore, ictus e malattie cardiache.

Secondo i Centri per il Controllo e la Prevenzione delle malattie (CDC), le persone con colesterolo alto LDL hanno due volte più probabilità di sviluppare malattie cardiache rispetto alle persone con livelli normali.

- Advertisement -

Anche se i cambiamenti dello stile di vita, come ad esempio l’adozione di una dieta sana e aumento dell’attività fisica, sono la chiave per mantenere i livelli di colesterolo normali, molte persone sono costrette ad assumere statine che agiscono bloccando un enzima necessario al fegato per produrre il colesterolo.

Le statine, che comunque sono efficaci per il trattamento della condizione, possono causare gravi effetti collaterali, tra cui dolori muscolari, danni al fegato, problemi digestivi e aumento del rischio di diabete.

Il nuovo vaccino – che agisce inibendo una proteina che regola il colesterolo nel sangue chiamata PCSK9 (proprotein convertasi subtilisina / Kexin tipo 9) – può fornire una più efficace alternativa alle statine.

Il nuovo vaccino ‘potrebbe avere un grande impatto sulla salute in tutto il mondo’

Per il loro studio, i ricercatori hanno creato un vaccino con una particella (VLP)  virus-batteriofago simili che produce forti risposte anticorpali contro PCSK9.

- Advertisement -

PCSK9 agisce legandosi al recettore del colesterolo LDL nel sangue. Nel fegato, il recettore LDL rimuove efficacemente il colesterolo LDL dal sangue, ma quando PCSK9 si lega ad esso, non ha più questa capacità. Bloccando PCSK9, il recettore LDL può svolgere il suo compito..

Un test su una singola dose di vaccino somministrato ai topi di a 4-6 settimane di età, ha rivelato che esso ridotto in modo significativo i livelli di colesterolo LDL. In combinazione con le statine, il team ha scoperto che il vaccino ha prodotto una riduzione ancora maggiore del colesterolo LDL sui macachi Rhesus di 9/17 anni di età.

I risultati suggeriscono che il vaccino può ridurre il colesterolo anche nell’uomo.

“Una delle cose più interessanti di questo nuovo vaccino è che da solo, sembra essere molto più efficace delle statine”, osserva il Dottor Chackerian.

Il nuovo vaccino non è il primo trattamento ipocolesterolemizzante che ha come obiettivo PCSK9. Nel mese di agosto, la US Food and Drug Administration (FDA) ha approvato un farmaco chiamato Evolocumab (marca Repatha) che utilizza anticorpi monoclonali per bloccare PCSK9 e ridurre il colesterolo LDL.

L’FDA ha approvato il farmaco che deve essere utilizzato insieme a una dieta sana e terapia con statine, per pazienti adulti con una predisposizione genetica al colesterolo alto, così come infarto e malattie cardiache.

Tuttavia, il Dr Chackerian e colleghi ritengono che il loro vaccino non solo è più efficace di tali trattamenti, ma può anche essere un’alternativa molto più conveniente alle statine o alle terapie a base di anticorpi monoclonali che possono costare ad un paziente più di $ 10.000 all’anno.

Commentando i loro risultati complessivi, i ricercatori dicono:

“I dati riportati, sia nei topi che nei macachi, costituiscoscono una prova di principio che il vaccino con obiettivo PCSK9 può efficacemente ridurre i livelli di lipidi e lavorare in sinergia con le statine.

Pertanto, l’uso di vaccini a base VLP potrebbe servire come alternativa economica ad altre terapie ed essere  un approccio ampiamente applicabile per il controllo dell’ ipercolesterolemia e malattie cardiovascolari. In caso di successo, questo approccio potrebbe ovviamente avere un grande impatto sulla salute umana in tutto il mondo”.

I ricercatori hanno in programma di condurre ulteriori test del vaccino sui macachi.

Fonte: http://www.eurekalert.org/pub_releases/2015-11/e-nvc111015.php

ULTIMI ARTICOLI

Influenza: nuovo studio spiega perchè può diventare fatale

Influenza-Immagine: Public Domain. L'influenza è causata da un virus, ma la causa più comune di morte causata dall'inflluenza è la polmonite batterica secondaria piuttosto che...

Dalla cannabis estratti che proteggono da COVID 19

Cannabis-Immagine: Public Domain. Nuovi estratti dalla cannabis sativa possono ridurre i livelli del recettore della cellula ospite che il coronavirus SARS-CoV-2 utilizza per ottenere l'ingresso virale...

Alzheimer: “fuoco amico” nel cervello provoca la malattia?

Immagine: le microglia si raggruppano attorno alle placche in un modello murino di malattia di Alzheimer. Credito: Neher Lab / DZNE / HIH. Gli scienziati vogliono...

Un nuovo approccio radicale alla depressione

Depressione-Immagine:scansioni di imaging a risonanza magnetica del cervello umano. Credito: Simon Fraser / SPL / Getty. La depressione colpisce una persona su quattro in un momento...

Vaccini COVID 19: le sfide che ci attendono

Vaccini COVID 19-Immagine Credito: Oxford Univ./John Cairns / EPA-EFE / Shutterstock. Quando finalmente emergono risultati positivi sui vaccini COVID 19, i ricercatori devono aiutare il...