Home Salute Virus e parassiti Nuovo test per l'influenza aviaria H7N9 sviluppato in Cina

Nuovo test per l’influenza aviaria H7N9 sviluppato in Cina

I risultati di una di ricerca, che appare online oggi in Chimica Clinica , dimostrano  che un test diagnostico sviluppato di recente è in grado di rilevare il nuovo ceppo di influenza (H7N9) che sta attualmente causando un focolaio in Cina.

Dalla fine di marzo, 31 persone sono morte per l’infezione H7N9 e il numero dei casi confermati è salito a 129. L’evidenza suggerisce che la maggior parte delle infezioni da H7N9 sono sorte dalla trasmissione del virus dal pollame all’ uomo e che il passaggio del virus tra gli esseri umani è limitato. Tuttavia, i ricercatori hanno anche scoperto mutazioni nel virus che sono note per aiutare i virus aviari ad adattarsi agli  ospiti mammiferi. Se a causa di mutazioni, il contagio dovesse avvenire da uomo a uomo, potrebbe verificarsi una grave pandemia.

In questo studio,  Leo Poon, PhD, della University of Hong Kong, ha progettato un test diagnostico con alta specificità per il virus H7N9 che non dà reazione crociata con i virus lontani parenti, tra cui tutti i già noti virus H7.  I risultati  mostrano anche che questo one-step PCR agisce in  tempo reale consentendo  il trattamento dei campioni in circa 3 ore.

Secondo gli autori, questo nuovo test dovrebbe rilevare anche i virus strettamente correlati al virus H7N9. Se confermata, questa funzionalità potrebbe rivelarsi fondamentale: è probabile che il virus H7N9 sia  in rapida evoluzione e che ci potrebbero essere molteplici variazioni  del virus aviaria H7N9,  per il contagio dagli animali all’uomo. La prova dimostra  di essere sufficientemente sensibile per identificare i pazienti con repliche del virus attivo.

“Questi risultati suggeriscono che il dosaggio stabilito dovrebbe essere adatto per lo screening di virus H7N9 in campioni umani”, ha spiegato il ricercatore Leo Poon, PhD, ” anche se sono necessarie ulteriori valutazioni  su campioni clinici di pazienti con  H7N9″.

Se convalidato, questo test diagnostico potrebbe aiutare i funzionari della sanità a scongiurare una potenziale pandemia, consentendo loro di monitorare la diffusione del virus. Il test potrebbe anche identificare H7N9  nelle prime fasi dell’infezione, migliorando le loro possibilità dei pazienti di rispondere ai trattamenti clinici.

Fonte  Clinical Chemistry , maggio 10, 2013 DOI:10.1373/clinchem.2013.208975


ULTIMI ARTICOLI

Nuovo composto dei mirtilli potrebbe trattare la IBD

Immagine: Public Domain. La malattia infiammatoria intestinale (IBD), causata dall'infiammazione cronica dei rivestimenti del tratto digerente, può essere debilitante e pericolosa per la vita.  Le opzioni...

Carcinoma ovarico grave di alto grado: individuati i geni che lo guidano

Immagine: Credit:Wikipedia. Il carcinoma ovarico grave di alto grado (HGSOC) è la quinta causa di decessi correlati al cancro nelle donne negli Stati Uniti, ma...

Insonnia, dormire meno di sei ore aumenta il rischio di deterioramento cognitivo

Immagine: Public Domain. Gli adulti di mezza età che riferiscono sintomi di insonnia e dormono meno di sei ore a notte possono essere maggiormente a...

Meravigliosi pistacchi! Aiutano anche a perdere peso

Immagine: Public Domain. Sono buoni e per di più aiutano a perdere peso. Stiamo parlando dei meravigliosi pistacchi, che secondo uno studio dei ricercatori dell’Università della California,...

Mezzo milione di squali potrebbero essere uccisi per produrre il vaccino Covid-19

Immagine: Public Domain. Circa mezzo milione di squali potrebbero essere uccisi per la realizzazione del vaccino contro COVID 19. Uno degli ingredienti di alcune versioni...