Home Salute Tumori Nuovo meccanismo di sopravvivenza cellulare scoperto nella leucemia linfocitica cronica

Nuovo meccanismo di sopravvivenza cellulare scoperto nella leucemia linfocitica cronica

Immagine: ID Immagine : 47436145-Tipologia Media: Archivio Fotografico-Diritto d’autore: Chirawan Somsanuk.

I ricercatori del Wistar Institute hanno svelato un meccanismo impiegato dalle cellule della leucemia linfocitica cronica (CLL) per la loro sopravvivenza. Secondo lo studio, pubblicato online su Cellular & Molecular Immunology, le cellule B maligne riducono l’espressione della proteina STING per consentire una maggiore espressione del recettore delle cellule B sulla loro superficie.

STING si trova sulla membrana del reticolo endoplasmatico (ER), la fabbrica di produzione e confezionamento delle proteine ​​della cellula, ed è fondamentale per rilevare la presenza di DNA nel citoplasma, che può essere associato ad anomalie cellulari o infezioni da virus e batteri intracellulari. In risposta a queste condizioni, STING promuove la produzione di interferoni di tipo I e altre molecole pro-infiammatorie per migliorare l’immunità. A causa di questa funzione, l’attivazione di STING è stata proposta come strategia per l’immunoterapia contro il cancro e le malattie infettive.

Vedi anche:Leucemia e linfomi: un successo il trattamento con infusioni di cellule T autologhe modificate geneticamente

Il laboratorio di Chih-Chi Andrew Hu, Ph.D., Professore nel programma di immunologia, microambiente e metastasi di Wistar, studia il ruolo di STING nel contesto della differenziazione delle cellule B e della LLC. In precedenza i ricercatori avevano scoperto che l’attivazione di STING da parte degli agonisti induce la morte cellulare nelle cellule B normali e maligne.

“Le cellule CLL maligne hanno in genere bassi livelli di STING e una forte segnalazione del recettore delle cellule B (BCR) che supporta la loro sopravvivenza. Abbiamo esplorato il ruolo di STING nella differenziazione delle cellule BCR e B e abbiamo scoperto che la riduzione dell’espressione di STING potrebbe contribuire al robusto fenotipo di segnalazione BCR nelle cellule CLL“, dice Chih-Chi Andrew Hu, Ph.D., autore senior dello studio.

Per studiare la funzione STING nelle cellule B, Hu e colleghi hanno generato due modelli genetici murini contenenti rispettivamente un mutante STING attivato permanentemente (STING V154M) e privi di STING nelle cellule B (knockout STING specifico delle cellule B). Le cellule B purificate da topi STING V154M avevano ridotto l’espressione e la segnalazione di BCR durante la stimolazione, a causa di STING attivato che potrebbe causare efficacemente la distruzione di BCR attraverso un meccanismo chiamato degradazione associata a ER (ERAD).

Di conseguenza, STING attivato nelle cellule B ha soppresso la formazione di plasmacellule e la produzione di anticorpi. Al contrario, le cellule B purificate da topi knockout STING specifici delle cellule B hanno mostrato livelli più elevati di BCR e una segnalazione BCR più robusta in risposta alla stimolazione e la carenza di STING nelle cellule B ha promosso la formazione di plasmacellule e la produzione di anticorpi nei topi.

“I nostri studi indicano un nuovo ruolo intrinseco di STING nella regolazione della segnalazione di BCR e nella differenziazione delle plasmacellule“, ha detto Chih-Hang Anthony Tang, MD, Ph.D., uno scienziato del laboratorio di Hu e co-autore corrispondente dello studio. “I nostri risultati suggeriscono anche che le cellule CLL possono sottoregolare STING per promuovere una segnalazione BCR più forte per supportare la loro sopravvivenza”.

Sebbene la sottoregolazione STING sia presente anche in altri tipi di cancro, esso serve il tumore attraverso una diversa funzione estrinseca, riducendo la produzione di interferoni di tipo I e prevenendo l’attivazione dell’immunità antitumorale.

ULTIMI ARTICOLI

Un’equazione può calcolare il rischio di trasmissione di COVID 19

Immagine: JOHNS HOPKINS UNIVERSITY. Come la famosa equazione di Drake, la disuguaglianza CAT cerca di dare un senso alle molte variabili, comprese quelle ambientali, che...

Nuovo DPCM entro domenica: anticipazioni sulle possibili misure anti COVID 19

Immagine:Public Domain. La situazione sanitaria è ormai “fuori controllo” secondo gli esperti e entro domenica potrebbe arrivare un nuovo DPCM. La situazione illustrata dal bollettino del...

Composto vegetale riduce i deficit cognitivi nella sindrome di Down

Immagine: Credit:Wikipedia Secondo uno studio condotto da ricercatori del National Institutes of Health e di altre istituzioni, il composto vegetale apigenina ha migliorato i deficit...

Nuova strategia rileva con precisione il medulloblastoma

Lo studio rivela un potenziale biomarcatore epigenetico nel liquido cerebrospinale del medulloblastoma pediatrico. Un team di scienziati della Texas A&M University, del Baylor College of...

Immunità e COVID 19: cosa sappiamo

Immgine: ALEXI ROSENFELD / GETTY IMAGE. Non è chiaro se potremmo mai raggiungere l'immunità di gregge senza un vaccino o un alto numero di morti. Stanno...