HomeSaluteTumoriMelanoma aggressivo: mutazione genetica aumenta il rischio

Melanoma aggressivo: mutazione genetica aumenta il rischio

(Melanoma-immagine: astratto grafico. Credito: rapporti cellulari (2022). DOI: 10.1016/j.celrep.2022.110637).

“La mutazione di un gene chiamato ARID2 gioca un ruolo nell’aumentare la possibilità che il melanoma, un cancro mortale della pelle, diventi pericolosamente metastatico”, riferiscono i ricercatori del Monte Sinai.

I risultati suggeriscono che i pazienti con una mutazione di ARID2 possono avere un melanoma più aggressivo e potrebbero dover essere trattati in modo diverso, secondo lo studio pubblicato su Cell Reports ad aprile.

- Advertisement -

“Il nostro studio è il primo a caratterizzare le funzioni di soppressione di ARID2 nel melanoma”, ha affermato l’autrice principale dello studio Emily Bernstein, Ph.D., Prof. di scienze oncologiche presso il Tisch Cancer Institute del Monte Sinai. “Abbiamo modellato le mutazioni di ARID2 rimuovendo completamente la proteina ARID2 dalle cellule di melanoma e studiato le conseguenze nella capsula di Petri e nei modelli animali. Ricreare le mutazioni effettive che i pazienti ospitano è impegnativo, ma ora possibile mediante l’editing del genoma e fornirebbe un’analisi più accurata modello; tali studi sono in corso in laboratorio”.

Vedi anche:La fibra alimentare migliora l’immunoterapia nel melanoma

Il melanoma è la forma più letale di cancro della pelle e si sviluppa nelle cellule che producono melanina, il pigmento che dà il colore alla pelle delle persone. Sebbene il melanoma possa essere trattato con successo se preso in tempo, può anche essere piuttosto aggressivo e diffondersi da tumori di appena un paio di millimetri a organi vitali come il cervello. La comprensione del melanoma metastatico è essenziale per salvare vite umane da questa malattia, che colpisce 200.000 persone all’anno in tutto il mondo.

ARID2 fa parte di un complesso di rimodellamento della cromatina ed è frequentemente mutato nel melanoma. In questo studio, gli scienziati hanno utilizzato modelli di melanoma per misurare il ruolo del gene ARID2 nella progressione del cancro. Hanno valutato gli effetti della perdita di ARID2 sul panorama epigenetico e hanno scoperto che senza ARID2, le cellule di melanoma mostrano un aumento dei comportamenti metastatici.

- Advertisement -

Fonte:Cell Reports

ULTIMI ARTICOLI

Il multivitaminico quotidiano può essere un’abitudine non necessaria

(Multivitaminico-Immagine Credit Public Domain). Una persona su tre ingurgita un multivitaminico ogni mattina, probabilmente con un sorso d'acqua. La verità su questa abitudine popolare può...

Alzheimer: come l’intestino contribuisce allo sviluppo

(Alzheimer-Immagine Credit Public Domain). La ricerca guidata dai Dott. Yuhai Zhao e Walter J Lukiw del LSU Health New Orleans Neuroscience Center e dei Dipartimenti...

COVID 19: terapia inalatoria blocca la replicazione virale

(COVID 19-Immagine Credit Public Domain). I ricercatori dell'Università della California, a Berkeley, hanno creato un nuovo terapeutico COVID-19 che potrebbe un giorno rendere il trattamento...

Asma: trovato un potenziale trattamento a lungo termine

(Asma-Immagine Credit Public Domain). Un possibile modo per affrontare una delle cause alla base dell'asma è stato sviluppato dai ricercatori dell'Aston University e dell'Imperial College...

Cancro al seno: un nuovo farmaco riduce le metastasi cerebrali

(Cancro al seno-Immagine:grafico a cascata delle risposte nei pazienti valutabili per la risposta in base ai criteri RANO-BM nello studio TUXEDO-1. Le barre blu illustrano...