Libro elettronico per gli studenti con disabilità visiva ” raggiunge le stelle”

libro per disabilità visiva "'Reach for the Stars"

 Libro elettronico per gli studenti con disabilità visiva ” raggiunge le stelle”!!!

Un’immagine mozzafiato da Hubble Space Telescope della colorata 30 Doradus Nebula, una regione gigante di formazione stellare, è il punto focale di un eBook sull’evoluzione stellare, rivolto ai bambini con disabilità visiva, età da 10 a 12. 

II libro si chiama “Reach for the Stars:”Toccare, guardare, ascoltare, imparare”. I suoi sviluppatori hanno rilasciato il primo capitolo, che è in anteprima in occasione della riunione invernale della American Astronomical Society a Washington. L’ebook è disponibile in iBook Store di Apple, da scaricare gratuitamente su iPad in un prossimo futuro.

“Reach for the Stars” nasce dall’ ispirazione dell’ astronomo Elena Sabbi dello Space Telescope Science Institute (STScI) a Baltimora, nel Maryland, il ricercatore responsabile della recente immagine di Hubble di 30 Doradus, conosciuta anche come la Nebulosa Tarantola. Sabbi ed i suoi collaboratori stanno producendo il libro attraverso Educazione Hubble e sovvenzione pubblica di sensibilizzazione.

Anche se “Reach for the Stars” è stato progettato per i bambini con disabilità visive, Sabbi ha spiegato che chiunque può utilizzare  il libro. “Ci auguriamo che possa essere di ispirazione e attirare la gente alla scienza”, ha spiegato. “Questo è l’obiettivo principale. Vogliamo convincere i bambini che la scienza è divertente e che chiunque può essere uno scienziato, se vuole”. Sabbi e il suo team STScI stanno sviluppando il libro in collaborazione con SAS, una società con sede a Cary, NC, che sviluppa software di analisi per aiutare le persone ad analizzare e visualizzare i dati. La società sta lavorando per fare analisi e visualizzazione dei dati accessibili agli utenti di tutti i livelli, compresi quelli con disabilità visive.

Ed Summers, senior manager di accessibilità e tecnologia assistita applicata della SAS, sta guidando lo sviluppo dell’ eBook, con un team di programmatori, artisti e specialisti. Summers, Sabbi e Ada Lopez, uno specialista del programma di scienze SAS, sono co-autori del libro. Come Sabbi, Summers ha convenuto che “Toccare le stelle” non è solo un libro per bambini non vedenti. “Sento fortemente che le persone con disabilità non vogliono separare i materiali,” ha detto. “Vogliono essere in grado di accedere agli stessi materiali come tutti gli altri, ma in un modo che si adatta alle esigenze individuali. Ecco perché abbiamo creato questo libro rivolto a tutti, piuttosto che qualcosa che è specificamente dedicata ad un relativamente piccola platea di studenti con disabilità visive “.

L’eBook sarà composto da sei capitoli e avrà circa 90 pagine. Ogni pagina di ogni capitolo inizia con una domanda, seguita da una breve risposta. I bambini con una varietà di stili di apprendimento, saranno in grado di vedere le immagini e ascoltare il testo utilizzando “leggere ad alta voce”  quando toccano l’icona dell’audio nella parte inferiore di ogni schermata. I bambini con disabilità visiva non solo ascoltano il testo, ma possono anche accedere alla rubrica utilizzando un display Braille, la “VoiceOver” lettore di schermo, o la funzione di zoom che è inclusa in ogni iPad.

Immagini, grafica, video e animazioni appariranno anche in ogni capitolo. Alcune delle immagini saranno interattive.Diversi ammassi stellari importanti in un’immagine della Nebulosa Tarantola, per esempio, sono contrassegnati da cerchi. Toccando un cerchio, una breve didascalia appare sullo schermo che descrive il cluster.

Il primo capitolo risponde alla domanda, perché studiare le stelle? Altri capitoli comprenderanno informazioni sulla storia dell’astronomia, i diversi tipi di telescopi, che cosa è una stella, il ciclo di vita delle stelle e la Nebulosa Tarantola. L’ultimo capitolo fornirà interviste con professionisti che lavorano in astronomia, come scienziati, ingegneri, grafici e scrittori.

Oltre al VoiceOver e le opzioni di lettura a voce alta, il libro offrirà anche sottotitoli, un’opzione di compatibilità per le persone con apparecchi acustici e una funzione ad alto contrasto per le persone con problemi di vista.

SAS sta lavorando anche su alcune caratteristiche particolari per comunicare l’ astronomia ai vedenti. Una di queste funzionalità si chiama “sonification”, che utilizza il suono per trasmettere informazioni grafiche. I lettori saranno invitati a utilizzare le cuffie o altoparlanti esterni per sperimentare l’effetto completo della sonification. La società ha già incorporato la nuova funzionalità in un diagramma che mostra la luminosità delle stelle tracciate contro la loro temperatura superficiale o luminosità.

Per la luminosità, SAS sta usando un campo per trasmettere alle persone con disabilità visiva la luminosità di una stella, attraverso il tatto. Più brillante è la stella, maggiore è il campo. La temperatura di una stella verrà percepita attraverso sia l’orecchio sinistro che destro. Stelle più fredde sono sulla sinistra del grafico, stelle più calde sono sulla destra. I lettori sentiranno parlare di una stella più fredda attraverso il loro orecchio sinistro e delle stelle più calde, attraverso il loro orecchio destro.

“E ‘un modo per trasmettere informazioni sulla tendenza nella distribuzione delle stelle nel diagramma”, ha detto Sabbi. “Se si tenta di esplorare le immagini con un dito è possibile perdersi. Questo è un modo molto più forte per trasmettere le informazioni.”

Gli sviluppatori del libro forniranno anche sovrapposizioni tattili per circa 10-12 immagini del libro. Le sovrapposizioni  rappresentano caratteristiche importanti nell’immagine. Il National Braille Press sta facendo 200 sovrapposizioni che saranno disponibili gratuitamente su richiesta.

SAS intende promuovere il libro presso l’American Astronomical Society e altre conferenze, il prossimo anno. La società potrà inoltre commercializzare “Reach for the Stars” per gli insegnanti in tutto il paese. La Federazione Nazionale dei Ciechi, con sede a Baltimora, partner del progetto, inoltre aiuterà con la distribuzione attraverso la sua rete di insegnanti e genitori.

Una stagista collegio cieco, Chelsea Cook, che ha lavorato per Sabbi due estati fa, è stato l’ispiratore del progetto del libro. Sabbi stava cercando di capire come Cook poteva lavorare con dati scientifici sul computer.

“‘Reach for the Stars’ mostra ai non vedenti che non esistono barriere “, ha aggiunto. “E la tecnologia sta migliorando così velocemente che siamo sicuri che sarà in grado di imparare a fare cose che sembrano irraggiungibili, ma che stanno diventando sempre più raggiungibile.”

Per le immagini ed il video connessi con il rilascio di 30 Doradus eBook, visitare il sito:

http://hubblesite.org/news/2014/02

Fonte Newswise

 

Altri articoli su libro per disabilità visiva "'Reach for the Stars"