L’estratto di aglio invecchiato riduce l’accumulo di placca nelle arterie

aglio,aterosclerosi

Il supplemento a base di estratto di aglio invecchiato può invertire l’accumulo di placca nelle arterie e aiutare a prevenire la progressione della malattia cardiaca, secondo un nuovo studio pubblicato nel Journal of Nutrition.

L’aglio invecchiato è l’aglio in fase di germinazione e sembra possedere preziose virtù antiossidanti che evitano il danneggiamento delle cellule. Il suo potere sarebbe di gran lunga superiore a quello dell’aglio fresco

La ricerca, condotta presso LA BioMed, ha trovato una riduzione della placca nelle arterie dei pazienti con sindrome metabolica che hanno assunto estratto di aglio invecchiato. La sindrome metabolica è caratterizzata da obesità, ipertensione e altri fattori di rischio cardiaco.

“Questo studio è un’altra dimostrazione dei benefici di questo supplemento nel ridurre l’accumulo di placca  e prevenire la formazione di nuova placca nelle arterie, che può causare malattie cardiache”, ha detto Matthew J. Budoff, MD, un ricercatore della BioMed . “Abbiamo completato quattro studi randomizzati che ci hanno portato a concludere che l’estratto di aglio invecchiato può aiutare a rallentare la progressione dell’aterosclerosi e invertire le fasi iniziali della malattia di cuore“.

Lo studio ha coinvolto 55 pazienti di età compresa tra 40 e 75 anni, che erano stati diagnosticati con sindrome metabolica. Tutti i partecipanti sono stati sottoposti, all’inizio dello studio, al test per misurare il volume totale della placca coronarica. Lo screening è stato condotto utilizzando angiografia coronarica con tomografia computerizzata (CCTA), una tecnologia di imaging non invasiva che misura con precisione i depositi di calcio e l’accumulo di placche nelle arterie.

A seguito della valutazione, i partecipanti hanno ricevuto un placebo o una dose di 2.400 mg di estratto di  aglio invecchiato ogni giorno. Uno screening di follow-up condotto un anno dopo lo screening iniziale, ha trovato che coloro che avevano assunto l’estratto di aglio invecchiato avevano rallentato l’accumulo totale di placca nelle arterie dell’80% e dimostrato una regressione (meno placca sul follow-up).

Fonte: http://www.eurekalert.org/pub_releases/2016-01/labr-nss012116.php


Altri articoli su aglio, aterosclerosi