Home Alimentazione & Benessere Le padelle antiaderenti sono sicure?

Le padelle antiaderenti sono sicure?

Immagine: Public Domain.

Potrebbe essere il momento di abbandonare le tue vecchie pentole in teflon.

Trascorrere ogni mattina al lavello della cucina raschiando i resti carbonizzati della colazione diventa noioso dopo un po’. Le pentole antiaderenti in teflon possono sembrare un’alternativa interessante, ma sono sicure?

“Di solito quando le persone chiedono informazioni sulla sicurezza delle loro pentole antiaderenti, parlano di teflon“, ha detto Suzanne Fenton, endocrinologa presso il National Institutes of Environmental Health Sciences nel North Carolina. Conosciuta anche come politetrafluoroetilene (PTFE), questa plastica trasparente viene utilizzata per rivestire pentole e padelle di metallo, dando loro una superficie cerosa e facile da pulire – e per decenni gli scienziati hanno discusso se queste pentole siano sicure per cucinare.

Gli esperti tendono a concordare sul fatto che il teflon stesso non è un problema. Il rivestimento stesso è considerato non tossico anche se ne ingerisci piccoli fiocchi. Ma alcuni esperti sono preoccupati per ciò che accade quando il teflon diventa troppo caldo. “Quando le pentole si surriscaldano, il rivestimento in PTFE inizia a disintegrarsi”, ha detto Fenton a WordsSideKick.com. Quando il teflon si rompe, rilascia una serie di gas tossici. In rari casi, l’inalazione di questi fumi chimici può causare febbre da fumi polimeri, una condizione caratterizzata da febbre alta, mancanza di respiro e debolezza. Questi gas sono anche mortali per gli uccelli: le lampadine rivestite di teflon hanno spazzato via i pollai. Di particolare interesse è l’acido perfluoroottanoico (PFOA), una delle sostanze chimiche rilasciate quando le pentole in teflon si riscaldano. “L’esposizione a lungo termine al PFOA è collegata a una serie di condizioni dal cancro alle malattie della tiroide”, ha detto Fenton. 

Non tutti i ricercatori pensano che le persone debbano preoccuparsi che le loro padelle in teflon si rompano. Alcuni sottolineano che nessuno studio ha analizzato in modo specifico gli effetti a lungo termine delle padelle in teflon sugli esseri umani. Invece, questi studi recenti si concentrano sugli effetti sulla salute dei sottoprodotti chimici del Teflon, come il PFOA. Gran parte dei dati su queste tossine provengono da casi di esposizione ambientale, come l’acqua potabile o le impostazioni di fabbrica, dove i livelli di esposizione sono molto più alti di quelli che sarebbero da pentole antiaderenti. 

In generale, le padelle antiaderenti non sono pericolose“, ha detto Kyle Steenland, Professore di salute ambientale presso la Emory University di Atlanta.

Steenland e altri scienziati sostengono anche che le persone non cucinano a temperature sufficientemente elevate per far avvenire queste reazioni chimiche. “Ora, se bruci le tue pentole per un’ora a fuoco vivo, il teflon si romperà”, ma questo sarà l’ultimo dei tuoi problemi perché la tua casa andrà a fuoco”. 

Tuttavia, la ricerca suggerisce che le padelle possono facilmente raggiungere una temperatura abbastanza calda da disintegrare il teflonUn gruppo di ricercatori canadesi ha pubblicato uno studio del 2001 sulla rivista Nature, in cui il teflon si è rotto a 680 gradi Fahrenheit (360 gradi Celsius). 

Per il contesto:una padella rivestita in teflon può raggiungere i 750 F (399 C) se lasciata per otto minuti a fuoco alto su un fornello, secondo un articolo del 2017 pubblicato su Environmental Science and Pollution Research. E a temperature più basse, il rivestimento in teflon si rompe ancora nel tempo, secondo un articolo del 1998 pubblicato sulla rivista Polymer Degradation and Stability. Se riscaldi costantemente la tua padella a 260 F (127 C; la temperatura alla quale cuociamo la bistecca), la padella dovrebbe durare circa 2,3 anni, secondo lo studio pubblicato su Nature del 2001.

Prendersi cura delle padelle antiaderenti può aiutare a mantenere la cucina al sicuro. “È molto importante che tu usi le pentole a fuoco medio-basso e non usi utensili che le graffieranno“, ha detto Fenton. “Ma in alcuni casi, è meglio abbandonare del tutto le padelle in teflon”, ha aggiunto Fenton, “specialmente se sei incinta, allatti al seno o hai bambini piccoli”. Il PFOA in particolare è legato ai problemi con lo sviluppo dei bambini. Questo perché questa sostanza chimica è considerata un distruttore endocrino, il che significa che interferisce con il sistema ormonale del corpo.

Secondo un articolo del 2012 pubblicato su The Journal of Steroid Biochemistry and Molecular Biology, l’ esposizione al PFOA causa un aumento degli estrogeni nei ratti maschi e un ritardo nello sviluppo delle ghiandole mammarie nelle femmine di topo . Negli esseri umani, la sostanza chimica è collegata a obesità, diabete, scarsa qualità dello sperma e cicli mestruali irregolari, potenziali segni di interruzione endocrina.

“Fortunatamente, c’è una vasta gamma di altre opzioni per coloro che sono contrari a lavare le pentole. Le pentole in alluminio anodizzato (un prodotto che protegge dalla corrosione e dai graffi) e la ceramica sono antiaderenti e perfettamente sicure”, ha detto Fenton. 

Fonte: Livescience

ULTIMI ARTICOLI

Come i resti di virus antichi modellano la risposta immunitaria dei nostri giorni

Immagine:virus preistorico trovato sotto i ghiacciai della Siberia. Credit: Public Domain. Perché alcune persone sono più resistenti ai virus di altre? La risposta è sfuggita agli...

Inaspettato vantaggio dall’ E. coli: aiuta le cellule ad assorbire il ferro

Meglio conosciuto come un agente patogeno che causa intossicazione alimentare o sottrae sostanze nutritive al suo ospite, il batterio E. coli svolge in realtà un ruolo fondamentale...

Anemia falciforme: diagnosi in tempi record con nuova tecnologia

Immagine: Credit:Università del Colorado Boulder. L'anemia falciforme, richiede tradizionalmente un'intera giornata, un noioso lavoro di laboratorio e costose apparecchiature per la diagnosi, ma i ricercatori...

Le bioplastiche sono tossiche quanto le altre plastiche

La plastica convenzionale è prodotta dal petrolio. La produzione di plastica non è sostenibile e può contenere sostanze che sappiamo essere pericolose se ingerite. Negli ultimi...

Sfruttare i leucociti contro la cirrosi

Immagine:Public Domain. Esaminando il sistema immunitario sulla cirrosi scompensata In pazienti con cirrosi acuta scompensata, la somministrazione di albumina sierica umana (HSA) ha dimostrato di ridurre...