Home Salute Cervello e sistema nervoso Le cellule staminali possono aiutare a riparare il midollo spinale dopo un...

Le cellule staminali possono aiutare a riparare il midollo spinale dopo un infortunio

Immagine:Public Domain.

Questa ricerca, condotta dal Karolinska Institute, mostra che è possibile stimolare le cellule staminali del midollo spinale a produrre grandi quantità di nuovi oligodendrociti.

La lesione del midollo spinale spesso porta a compromissione funzionale permanente. In un nuovo studio pubblicato sulla rivista Science, i ricercatori del Karolinska Institutet in Svezia mostrano che è possibile stimolare le cellule staminali nel midollo spinale del topo a formare grandi quantità di nuovi oligodendrociti, cellule essenziali per la capacità dei neuroni di trasmettere segnali e quindi per aiutare a riparare il midollo spinale dopo un infortunio.

- Advertisement -

Il midollo spinale trasmette segnali dal cervello al resto del corpo e le lesioni del midollo spinale spesso portano a un certo grado di paralisi poiché alcune fibre nervose vengono sezionate e altre, intatte, funzionano in modo meno efficiente. Questa funzione compromessa è spesso causata dalla perdita di oligodendrociti, un tipo di cellula isolante che facilita la segnalazione neuronale.

In molti organi, il tessuto danneggiato può essere riparato dalle cellule staminali che creano i tipi di cellule perse. Ci sono cellule staminali nel midollo spinale adulto, ma queste danno origine principalmente a cellule che formano cicatrici dopo una lesione. Il tessuto cicatriziale limita l’entità del danno, ma non contribuisce alla sostituzione delle cellule perse.

Vedi anche:Lesione del midollo spinale: ripristinare la mobilità identificando i neuroni che lo rendono possibile

In questo studio, i ricercatori hanno caratterizzato attentamente le cellule staminali del midollo spinale a livello genetico nei topi e hanno scoperto che il DNA delle cellule staminali era ricettivo ai segnali che stimolano la formazione di nuovi oligodendrociti.

- Advertisement -

“Abbiamo scoperto che le cellule staminali non erano bloccate nella formazione di tessuto cicatriziale e abbiamo capito come potevamo spingerle in un’altra direzione per formare anche cellule che contribuiscono alla riparazione”, dice il primo autore dello studio Enric Llorens-Bobadilla, ricercatore presso il Dipartimento di Biologia Molecolare presso il Karolinska Institutet.

Controllando quali geni sono stati attivati ​​nelle cellule staminali, i ricercatori sono stati in grado di stimolare un’abbondante generazione di nuovi oligodendrociti, che ha portato a una migliore funzione delle fibre nervose nel midollo spinale danneggiato.

“Questo dimostra che è possibile influenzare le cellule staminali nel sistema nervoso in modo che contribuiscano maggiormente al recupero funzionale“, afferma il ricercatore principale Jonas Frisén, Professore presso il Dipartimento di Biologia Cellulare e Molecolare, Karolinska Institutet. “Sebbene gli studi siano stati condotti sui topi e non siano direttamente traducibili per l’uomo, indicano una strategia concettualmente nuova per stimolare la riparazione dopo un danno al sistema nervoso”.

Fonte: Karolinska Institute

ULTIMI ARTICOLI

Microbo intestinale può promuovere il cancro al seno

(Cancro al seno-Immagine: coltura tridimensionale di cellule di cancro al seno umano, con DNA colorato in blu e una proteina nella membrana della superficie...

Virus letali:prodotti naturali che bloccano la diffusione

(Virus letali-Immagine Credit Public Domain). I ricercatori della Scripps Institution of Oceanography e della Skaggs School of Pharmacy and Pharmaceutical Sciences dell'Università della California di...

COVID 19: identificata nuova causa di coaguli di sangue

(COVID 19-Immagine Credit Public Domain). I coaguli di sangue continuano a devastare i pazienti con grave infezione da COVID-19 e un nuovo studio spiega cosa...

Lo zenzero contrasta alcume malattie autoimmuni

(Zenzero-Immagine Credit Public Domain). Lo zenzero è noto per avere effetti anti-infiammatori e antiossidanti che lo rendono un popolare rimedio naturale per il trattamento delle...

COVID 19: un vaccino italianio da biotech ReiThera

"L'Italia ha investito nella società locale di biotecnologie ReiThera per sostenere lo sviluppo del suo vaccino COVID-19", ha detto un alto funzionario martedì dopo...