Alimentazione & BenessereL’acqua vitaminica fa bene?

L’acqua vitaminica fa bene?

Acqua vitaminica-Immagine Credit MART PRODUCTION/Pexels-

L’acqua vitaminica non è quello che pensi. Nella maggior parte dei casi si tratta solo di un altro modo per vendere acqua in bottiglia con maggiori margini di profitto.

L’acqua vitaminica e altre bevande simili potenziate sono oggetto di un acceso dibattito nella comunità nutrizionale. Certo, l’acqua vitaminica può contenere vitamine e minerali aggiunti e può idratare il corpo. Ma allo stesso tempo, molte di queste bevande contengono zuccheri aggiunti o sostituti dello zucchero. Spesso contengono indicazioni fuorvianti sulla salute e non sostituiscono in alcun modo una dieta equilibrata.

 Ecco cosa dice la scienza!

Chi ha inventato l’acqua vitaminica?

Molto prima che gli smartphone e i dispositivi domestici intelligenti entrassero in gioco, un uomo d’affari americano di nome John Darius Bikoff inventò il concetto di acqua intelligente, una varietà di acqua in bottiglia arricchita con vitamine ed elettroliti. Nel 1996, Bikoff iniziò a vendere smartwater con il suo marchio Glaceau sostenendo che il suo prodotto era migliore delle popolari bevande zuccherate e aveva numerosi benefici per la salute. Molte persone attente alla salute hanno accettato la sua proposta e hanno iniziato ad acquistare il suo prodotto. 

Tuttavia, Bikoff non si è fermato qui, ha introdotto un’altra versione di smartwater come Fruitwater e Vitaminwater. Quest’ultima è stata lanciata nel 2000 e nel 2002 è diventata il marchio di acqua potenziata confezionata più acquistato negli Stati Uniti. 

L’acqua vitaminica andava a ruba. La sua rapida ascesa attirò anche l’attenzione del gigante delle bevande Coca-Cola che fece a Bikoff un’offerta che non poteva rifiutare. Nel 2007 Coca-Cola ha acquistato la società per 4,1 miliardi di dollari e ha mantuto Bikoff come amministratore delegato.

John Bikoff è ancora a capo dell’azienda che produce acqua vitaminica e oggi il suo prodotto si è trasformato in un’industria da miliardi di dollari. Anche i concorrenti di Coca-Cola hanno lanciato prodotti simili, ad esempio Pepsico vende V Water e Nestlé ha Vitality.

Il mercato globale dell’acqua vitaminica ed elettrolitica è stato valutato a oltre 7 miliardi di dollari nel 2021 e si prevede che diventerà un settore da 12 miliardi di dollari entro il 2027. L’acqua vitaminica sta chiaramente facendo fortuna per le aziende produttrici di bevande, ma la vera domanda è: l’acqua vitaminica è davvero benefica per la salute di chi la consuma?

Cos’è l’acqua vitaminica?

Tanto per essere chiari, non stiamo parlando di un marchio specifico. L’acqua vitaminica è già diventata un tipo di prodotto. Questo prodotto è spesso pubblicizzato come un’alternativa più sana alle bibite gassate e ad altre bevande zuccherate. Quindi possono esserci molte differenze tra i diversi tipi di acqua vitaminica, ma ci sono anche alcuni fili comuni.

L’acqua vitaminica è essenzialmente acqua contenente ingredienti aggiuntivi come vitamine (come A, B, C ed E), minerali ed elettroliti (zinco, potassio, magnesio, ecc.). Esistono diversi tipi di acqua vitaminica e hanno proprietà diverse. Alcuni sono più salutari rispetto ad altri.

Componenti chiave dell’acqua vitaminica:

  1. Acqua: l’ingrediente principale.
  2. Vitamine e minerali: ogni sapore o variante contiene una miscela specifica di vitamine e minerali, come vitamina C, vitamine del gruppo B ed elettroliti come potassio e magnesio.
  3. Aroma: vengono aggiunti aromi naturali e artificiali per conferire a ciascuna variante il suo gusto unico.
  4. Dolcificanti : a seconda del paese e del prodotto specifico, Vitamin Water può contenere vari dolcificanti, dallo zucchero all’eritritolo o ai glicosidi steviolici (derivati ​​dalla stevia). Alcuni gusti hanno versioni a ridotto contenuto calorico che utilizzano dolcificanti a zero calorie.
  5. Colori: alcune varietà possono contenere colori aggiunti, naturali o artificiali, per migliorare l’aspetto della bevanda.

Le aziende produttrici di bevande esortano le persone attente alla salute a consumare acqua vitaminica invece di soda e altre bevande che contengono molte calorie dannose. Affermano che l’acqua vitaminica manterrà i consumatori idratati, li risparmierà dall’assunzione giornaliera di zuccheri extra e fornirà ai loro corpi vitamine e minerali essenziali che mancano nella loro dieta. Chi non si innamorerebbe di tali benefici, giusto?

L’acqua vitaminica può certamente mantenerti idratato, ma il resto dei benefici dichiarati non sono altro che un’allettante proposta di vendita, secondo gli scienziati. 

Cosa dice la scienza sull’acqua vitaminica?

Una bottiglia da 590 ml di acqua vitaminica è generalmente riempita con 32 grammi di zucchero, che è meno della metà di quello che contiene una normale Coca Cola, ma è comunque più di sette cucchiaini di zucchero. Secondo l’American Heart Association, una persona adulta ha bisogno solo tra i 25 e i 36 grammi di zucchero al giorno. Quindi, in sostanza, questo è l’intero fabbisogno giornaliero di zuccheri.

Alcuni esperti sanitari affermano che, sebbene ci sia il 50% in meno di zucchero nell’acqua vitaminica, contiene la stessa quantità di fruttosio cristallino presente in altre bevande fredde. Questo elevato apporto di fruttosio può portare a malattie del fegato, obesità, diabete e vari altri problemi di salute.

“La maggior parte delle acque vitaminiche commerciali contengono zucchero o altri dolcificanti che possono essere dannosi. Un’analisi ha rilevato che una bottiglia di una delle marche più popolari di acqua vitaminica venduta negli Stati Uniti contiene la stessa quantità di fruttosio di una bottiglia di Coca-Cola”, ha detto Walter Willett, Professore di epidemiologia e nutrizione alla Harvard School of Public Health.

D’altra parte, se bevi regolarmente acqua vitaminica per far fronte alla carenza di vitamina A o E, stai sprecando tempo e denaro. Esistono due tipi di vitamine; solubile in acqua e liposolubile. Le vitamine A ed E appartengono alla seconda categoria. Ciò significa che il tuo corpo può assorbire queste vitamine solo se le consumi nel cibo. 

Testare l’acqua vitaminica

Un team di ricercatori italiani ha eseguito un esperimento per verificare questa teoria. Hanno chiesto a un gruppo di persone di bere acqua vitaminica confezionata (ricca di vitamina E) per due settimane a stomaco vuoto. Nel frattempo, hanno osservato un altro gruppo in cui le persone consumavano integratori di vitamina E insieme ai pasti. 

Dopo due settimane, i partecipanti che hanno bevuto acqua vitaminizzata hanno riscontrato un aumento trascurabile dei livelli di vitamina E nel sangue. Tuttavia, coloro che assumevano integratori di vitamina E con il cibo, avevano l’84% in più di vitamina E.   

Quando si tratta di vitamine idrosolubili come la B e la C, sebbene l’acqua vitaminica possa aiutare, gli esperti di nutrizione consigliano invece di affidarsi a frutta, latte e integratori multivitaminici clinicamente certificati. Queste alternative naturali non contengono zuccheri aggiunti, offrono un migliore valore nutrizionale e ti faranno risparmiare molti soldi. L’acqua vitaminica è un modo molto costoso per ottenere vitamine. Se si desiderano vitamine aggiuntive, è meglio prendere un multivitaminico standard che dovrebbe costare meno di 10 centesimi al giorno”, ha detto Willett.

La conclusione è: l’acqua vitaminica fa bene?

Video Youtube

L’acqua vitaminica è disponibile in numerose varietà e quelle che non contengono zuccheri aggiunti possono essere consumate a volte in quantità limitate per soddisfare la sete e le papille gustative. “Se scegli un integratore come l’acqua vitaminica, leggi l’etichetta degli ingredienti ed evita quelli preparati con zuccheri aggiunti o dolcificanti artificiali”, ha aggiunto Uma Naidu, Direttore della psichiatria nutrizionale e metabolica presso la Harvard Medical School.

Leggi anche:Vitamine e integratori: cosa devi sapere prima di assumerli

Tuttavia, se consumi tali prodotti regolarmente, pensando che l’ assunzione giornaliera extra di vitamine C e B migliorerà la tua salute, rimarrai deluso nel sapere che il tuo corpo rilascia tutte le vitamine extra nelle urine. 

Fonte:ZMEScience

Newsletter

Tutti i contenuti di medimagazine ogni giorno sulla tua mail

In primo piano

Articoli correlati

ALTRE NOTIZIE